Home Serie A Come gioca lo Spezia di Italiano: i 3 punti chiave della neopromossa

Come gioca lo Spezia di Italiano: i 3 punti chiave della neopromossa

Come gioca lo Spezia di Italiano, neopromessa che con personalità sta affrontando la sua prima stagione in serie A

C’è sempre una prima volta per tutto, anche per lo Spezia. Nella stagione 2019/2020 è arrivata la prima promozione in Serie A dopo aver superato ai playoff di Serie B in finale il Frosinone. Una stagione inevitabilmente condizionata dal Covid-19, ma ciò non toglie il bel lavoro della squadra guidata dal tecnico Vincenzo Italiano. Lo Spezia come gioca in Serie A?

LE PARTITE DI OGGI IN TV: A CHE ORA E DOVE VEDERLE

Come gioca lo Spezia di Italiano: una squadra con un potenziale

Oggi, a ridosso della sesta giornata di campionato, lo Spezia occupa il 14° posto con 5 punti, 7 goal fatti e 11 subiti, capitanata dal centrale difensivo Claudio Terzi (tanta Serie A con Siena e Bologna in passato, e finora 156 minuti giocati) e trascinata dai goal di Andrey Galabinov (adesso ai box per una lesione al quadricipite della gamba destra), con 3 goal in 3 partite, di cui 2 fanno parte della doppietta che ha regalato i primi storici tre punti in Serie A contro l’Udinese.

ALAN CURTIS, ANIMA DELLO SWANSEA

Gli altri due punti sono arrivati grazie a due pareggi consecutivi: uno in casa con la Fiorentina (2-2 dopo essersi trovati in svantaggio due a zero), con goal di Daniele Verde e Diego Farias; e uno in trasferta a Parma (2-2) con goal di Julian Chabot e Kevin Agudelo (due dei diversi acquisti di quest’estate). Le altre due partite sono state invece sconfitte pesanti: un esordio amaro firmato 4-1 dal Sassuolo (illusorio l’1-1 di Galabinov), e un secco 3-0 a San Siro contro il Milan, il primo match dello Spezia contro una big.

spezia come gioca
(Fonte immagine profilo Instagram Spezia calcio)

PERCHÈ BISOGNA AMARE MATT LE TISSIER

Quello che colpisce dello Spezia è la sua organizzazione in campo: una squadra compatta e coesa, difesa attenta con marcature strette e ripartenze rapide. Il 4-3-3 di Italiano è un mix di intensità ed equilibrio, dove i giocatori sanno dove muoversi, fornendo linee di gioco molto importanti. Ancora con qualche errore e delle sbavature che sottolineano i tratti di inesperienza di questa squadra, ma che per essere una neopromossa sta facendo vedere dell’ottimo potenziale. 

Già si notava in Serie B che lo Spezia fosse una squadra ben organizzata, dotata di un buon gioco e con talenti interessanti. Tra tutti spicca Matteo Ricci (classe 1994), che in queste prime 5 giornate di Serie A ha collezionato 333 minuti di gioco, il giocatore più utilizzato dall’ex tecnico del Trapani.

REAL SOCIEDAD, FORTE E SOTTOVALUTATA

Come gioca lo Spezia di Italiano: l’allenatore è un punto di forza

Per capire come gioca lo Spezia di Italiano, bisogna comprendere il suo allenatore, uno dei punti di forza di questa squadra, insieme alla sua rosa. Ha scelto il progetto dello Spezia per un altro anno, nonostante le avances del Genoa, che aveva osservato attentamente il suo lavoro ed erano interessati a lui dopo l’esonero di Davide Nicola alla fine della scorsa stagione.

DALKURD, LA SQUADRA DEI RIFUGIATI DI GUERRA

Italiano, (nato a Karlsruhe in Germania nel 1977) prima di essere un buon allenatore, è stato una pedina importante nella squadra e nel centrocampo dell’Hellas Verona per un 11 stagioni, poi ci fu il trasferimento all’altra sponda dell’Adige nel 2007, dove indossò la maglia del Chievo Verona per due stagioni e mezzo.

E’ stato per questo al centro di molte polemiche: veniva chiamato “traditore” dai suoi ormai ex tifosi. Gli animi ormai sembrano essersi calmati, in particolar modo dopo le dichiarazioni rilasciate dal tecnico spezzino prima della partita dei playoff di Serie B contro il Chievo della scorsa stagione:

“Verona è casa mia, lì c’è la mia squadra del cuore: l’Hellas è il top del top, e io tornerei a Verona altre mille volte, anche adesso”. Con queste parole, Italiano, ha ribadito il suo amore per l’Hellas.

Regista che si poneva davanti la difesa, Italiano era un play-maker dotato di calcio lungo e preciso. Specialità della casa era il goal da fuori area, oltre che essere un ottimo rigorista. Come gran parte degli allenatori, Italiano inizia la sua avventura come vice-allenatore del Venezia, al fianco di mister Alessandro Dal Canto, che lo aveva allenato per due anni a Padova.

Dopo l’esperienza da vice-allenatore, Italiano passa ad allenare le giovanili della Vigontina, per poi subentrare in prima squadra, ma con un risultato negativo, infatti a fine stagione arriverà la retrocessione in Serie D nella stagione 2016/2017. Nella stagione successiva ad Italiano viene affidata la panchina dell’Arzignano Valchiampo in Serie D, dove conquisterà i playoff con un 3° posto.

Per il secondo anno di seguito Italiano cambia panchina, stavolta il tecnico, porterà le sue conoscenze sulla panchina del Trapani, che porterà in Serie B grazia alla vittoria dei playoff. Questi ottimi risultati vengono notati dalla società dello Spezia, che nella stagione successiva (2019/2020), mettono sotto contratto il tecnico italo-tedesco. Nella sua prima stagione in Serie B, Italiano colleziona 61 punti in 38 partite – pur rischiando, all’inizio, l’esonero -, con 54 goal fatti e 40 subiti, portando Lo Spezia alla vittoria dei play-off e al suo primo campionato in Serie A.

spezia come gioca
(Fonte immagine profilo Instagram Spezia calcio)

PRIMA DI SON: COME I CALCIATORI ASIATICI HANNO CONQUISTATO IL CALCIO MONDIALE

Come gioca lo Spezia di Italiano? Un buon mercato

In questa prima stagione di Serie A, Italiano potrà contare su diversi giocatori con cui ha vinto il campionato nella passata stagione, più diversi acquisti effettuati dalla società in questa sessione estiva, tra i più importanti troviamo: Jeroen Zoet (dal PSV), Daniele Verde ( in prestito dall’Aek Atene), Diego Farias (in prestito dal Cagliari), Kevin Agudelo (in prestito dal Genoa), Tommaso Pobega (in prestito dal Milan), Alessandro Deiola (in prestito dal Cagliari).

Nonostante il Benevento stia facendo punti importanti in queste prime giornate, si può considerare lo Spezia come la squadra più consona, tra le neopromosse, a rimanere nella massima serie italiana, in quanto il gioco che porta Italiano è un gioco che si adatta bene alle caratteristiche della Serie A. Un gioco che con equilibrio, cambi di lato, e organizzazione, metterà la squadra in buone condizioni per arrivare al goal. Ma ovviamente, per capire lo Spezia come gioca con Italiano e il suo effettivo potenziale saranno le prossime partite.

RAMSEY, IL JOLLY BIANCONERO RISCOPERTO DA PIRLO