HomeNotizieChe cos'è l'intrigo tra il fondo CVC e la Superlega

Che cos’è l’intrigo tra il fondo CVC e la Superlega

Il discorso attorno alla Superlega si arricchisce di un nuovo retroscena, relativo al possibile ruolo di CVC, uno dei fondi legati alla media company della Serie A

LEGGI ANCHE: Dove vedere PSG-Manchester City in tv e streaming

Cosa c’entra la media company della Serie A con la Superlega? Secondo Juventus, Milan e Inter nulla, ma per il resto dei club del campionato favorevoli all’accordo con i fondi di private equity le tre grandi avrebbero remato contro la trattativa perché non interessate a investire sul torneo, attratti dalla Superlega. Questo lo si sa da tempo, ma adesso è emerso un nuovo retroscena.

A parlarne è La Stampa di oggi, che ha messo in luce un legame tra il progetto della super-competizione europea e uno dei tre fondi interessati alla media company della Serie A, CVC Capital Partners.

Il ruolo di Tivalino Invest

LEGGI ANCHE: Diritti tv: l’accordo della Serie A coi fondi di private equity e gli sviluppi della canale della Lega

Tutto parte da una giovane società di consulenza, Tivalino Invest (il quotidiano riporta come nome Timavino, ma una società con questo nome non sembra esistere, mentre invece il profilo descritto dalla Stampa combacia con quello di Tivalino, il cui nome è riportato anche su Calcio & Finanza). È stata questa società a firmare il contratto da 3,9 miliardi con JP Morgan, necessario per far partire la Superlega, agendo a nome dei 12 fondatori.

Tivalino è stata fondata solo il 23 febbraio scorso a Barcellona da due socie che siedono anche nel management di TMF Group, multinazionale olandese del settore consulenza, la cui filiale spagnola condivide l’indirizzo con la neonata Tivalino.

LEGGI ANCHE: C’è anche JP Morgan dietro la creazione della Superlega

TMF, però, è stata acquistata nell’ottobre 2017 da CVC Capital Partners, noto fondo di private equity britannico con sede in Lussemburgo, che dalla scorsa estate fa parte della cordata di fondi intenzionati a investire nella media company della Serie A. CVC ha precisato però che tra TMF e Tivalino non ci sarebbe alcun legame.

I legami tra CVC e la Superlega

Di CVC si era già parlato in ambito calcistico nel dicembre 2019, quando Financial Times e New York Times avevano rivelato che il fondo stava lavorando assieme ad alcuni club europei, tra cui il Real Madrid, nella pianificazione della Superlega. All’epoca, pare che Florentino Perez avesse proposto un campionato europeo da 40 squadre, che si sarebbero così staccate dalle proprie competizioni nazionali.

LEGGI ANCHE: Retroscena Superlega: le inglesi contro l’Atletico Madrid

La Stampa parla di “intrigo”, ma al momento non sembrano esserci motivi chiari per parlare di un’influenza di CVC nei progetti della Superlega. Sebbene l’accordo con JP Morgan sia stato siglato con la consulenza di una società in qualche modo collegata al fondo (Tivalino), non si capisce in che maniera quest’ultimo avrebbe potuto trarne giovamento.

florentino perez sanzioni superlega
Fonte: @GutiLeyenda (Twitter)

Infatti, lo scorso novembre sempre il Financial Times sosteneva che proprio CVC avesse chiesto d’inserire nella trattativa sulla media company della Serie A una clausola anti-Superlega, che permettesse ai fondi di sganciarsi dal progetto nel caso in cui il campionato avesse perso valore. Se CVC aveva deciso di investire nella Superlega, non avrebbe avuto senso impegnarsi anche con il progetto della Serie A.

LEGGI ANCHE: Il caso Suarez e i rischi della Juventus: spiegato bene

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram