HomeUncategorizedRui Patricio, le caratteristiche del portiere portoghese

Rui Patricio, le caratteristiche del portiere portoghese

Rui Patricio è il candidato numero uno per la porta della Roma nella prossima stagione. Carriera e caratteristiche del portoghese.

L’avvento di Mourinho porta una ventata d’aria fresca in casa Roma, necessaria dopo l’ultima deludente stagione terminata al settimo posto. In estate la società giallorossa dovrà lavorare per consegnare al tecnico portoghese una rosa attrezzata per tornare in Champions League e una pedina da sostituire è sicuramente il portiere. Quest’anno i giallorossi hanno trovato poca continuità tra i pali, passando da Mirante a Pau Lopez, che non ha mai dato troppe certezze. Per l’anno prossimo servirà quindi un nuovo portiere e il candidato numero uno al momento è Rui Patricio, che condivide con Mou, oltre alla nazionalità, anche il procuratore: Mendes.

LEGGI ANCHE: Chi è Diego Carlos, caratteristiche tecniche e ruolo

Rui Patricio: la carriera

Classe 1988, Rui Patricio muove i primi passi nelle giovanili dello Sporting Lisbona, squadra con cui esordisce e si afferma, diventandone il primatista di presenze in competizioni europee (93).

Il debutto con lo Sporting arriva il 19 novembre 2006, a 18 anni, nella sfida contro il Maritimo. Diventa presto titolare della squadra lusitana, con cui gioca ben 12 stagioni, vincendo tre Coppe del Portogallo, tre Supercoppe e una Coppa di Lega.

LEGGI ANCHE: Enzo Maresca, come gioca, modulo e filosofia del tecnico 

Nel giugno 2018 si chiude per lui un’era, visto che lascia per la prima volta lo Sporting e il Portogallo. Si accasa al Wolverhampton, una vera e propria colonia portoghese in Inghilterra. Per tre stagioni è titolare dei Wolves, contribuendo a portare il club in Europa League.

Le soddisfazioni più grandi della carriera di Rui Patricio arrivano con la Nazionale. Senza avere ancora esordito, nel 2008 prende parte alla spedizione europea dei lusitani al posto dell’infortunato Quim. Il debutto arriva addirittura due anni dopo, il 17 novembre 2010 nell’amichevole con la Spagna, mentre l’esordio in gare ufficiali arriva un anno dopo contro Islanda. Da quel momento diventa il titolare della selezione lusitana e nel 2016 si laurea campione d’Europa, giocando da titolare tutti i match della competizione. Nel giugno 2019, infine, aggiunge al suo palmares anche la vittoria della Nations League.

Rui Patricio: le caratteristiche

I tanti anni allo Sporting hanno reso Rui Patricio uno dei migliori portieri del panorama europeo. Il suo anno migliore è sicuramente il 2016, quando vince l’Europeo, viene inserito nella lista dei 30 giocatori candidati al Pallone d’Oro e conquista la terza posizione come miglior portiere dell’anno.

Rui Patricio è un portare dotato di ottimi riflessi, bravo sia tra i pali che con i piedi, fondamentale in cui è migliorato molto negli ultimi anni. Un’altra caratteristica importante di Rui Patricio è la bravura sui rigori.

LEGGI ANCHE: Maignan al Milan: alla scoperta del post Donnarumma

Il portoghese inoltre ha dalla sua importanti doti di leadership e una personalità importante, uniti all’esperienza dei suoi 33 anni. La Roma potrebbe essere l’ultima grande chiamata della sua carriera, nonché un modo di essere allenato dal più grande tecnico portoghese di sempre.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Danilo Budite
Danilo Budite
Romano, classe '95. Amo il calcio, soprattutto raccontarlo. Scrivo di tutto ciò che mi circonda.

Articoli recenti