HomeCalciomercatoLa Roma su Diego Carlos, il pupillo di Mourinho

La Roma su Diego Carlos, il pupillo di Mourinho

La Roma è fortemente interessata a Diego Carlos, centrale brasiliano del Siviglia e grande pallino di José Mourinho

La Roma di José Mourinho prende forma e, tra i profili più ricercati, c’è quello di un difensore centrale di esperienza e gerarchia che possa garantire un salto di qualità rispetto a quello che è il reparto difensivo oggi a disposizione di Fonseca. Il nome più gettonato è quello di Diego Carlos, centrale del Siviglia e protagonista non solo dell’attuale Liga, ma anche perno della squadra che vinse lo scorso anno l’Europa League.

LEGGI ANCHE: Angelo Alessio riparte dall’Iran: è il nuovo tecnico dell’Esteghal

Premiato come uno dei difensori più forti della scorsa stagione, il brasiliano potrebbe finire sul mercato in cambio di una somma cospicua pari a 30 milioni di euro, almeno il doppio rispetto alla cifra pagata nel 2018 dagli andalusi per strapparlo al Nantes. A tre stagioni di distanza, il centrale potrebbe decidere di cambiare aria per cimentarsi in un contesto differente: la Roma, in tal senso, monitora la situazione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Diego Carlos (@d.carlos03)

Chi è Diego Carlos, il centrale che piace a Mourinho

Classe 1993, originario di Barra Bonita, Diego Carlos è calcisticamente cresciuto nell’entroterra dello stato di San Paolo, ma a 21 anni aveva già preso un aereo per l’Europa con direzione Portogallo, dove firmò il suo primo contratto da professionista all’Estoril. Nella periferia di Lisbona ci rimane poco, giusto un paio di anni con un prestito al Porto B, col quale trova spazio e si consacra.

LEGGI ANCHE: Joe Willock, il ragazzo da record conteso tra Arsenal e Newcastle

Nel 2016 il Nantes stacca un assegno da 2 milioni di euro e mette a segno un colpo di mercato low cost di vitale importanza, perché nel biennio passato con i canarini Diego Carlos si impone come uno dei profili più interessanti della Ligue 1. Contestualmente, a lui si interessa Gianluca Petrachi, ai tempi direttore sportivo del Torino, che fa di tutto per portarlo sotto la Mole. La richiesta, però, è alta, così Cairo pone il vero e non se ne fa nulla.

LEGGI ANCHE: Tutte le possibili destinazioni future di Memphis Depay

Chissà cosa penserà oggi il presidente granata vedendo quanti soldi ha smosso questo ragazzo, sbarcato a Siviglia per 15 milioni di euro e oggi valutato più del doppio. Diego Carlos, intanto, a 28 anni ha già fatto un percorso importante, al quale mancherebbe solo la chiamata della nazionale verdeoro. Tite, per il momento, non lo ha mai preso in considerazione, e per questo motivo tempo fa si parlava dell’opportunità di chiedere la cittadinanza portoghese per mettersi a disposizione dei lusitani.

Diego Carlos, caratteristiche tecniche e ruolo

Forte fisicamente, dotato tecnicamente, con un calcio preciso sia nella media che nella lunga distanza, Diego Carlos è il classico prototipo di centrale difensivo moderno e completo, capace di farsi apprezzare dentro la propria area di rigore ma, contestualmente, anche in quella avversaria. Il vizietto del gol lo ha sempre avuto, sfruttando il suo tempismo e quell’elevazione che gli permettono di inserirsi bene nel gioco aereo.

LEGGI ANCHE: Clamoroso in Libertadores: il River Plate vince senza cambi ne portiere

A Siviglia ha dato ordine alla difesa dopo la partenza dello storico capitano Carriço e, la sua presenza, è stata di grande spinta per l’esplosione di Jules Koundé. Inoltre, negli anni è migliorato anche nella marcatura, nell’uno contro uno e nella lettura delle situazioni di gioco, comprese in quelle in cui deve gestire la pressione. Mourinho lo voleva già al Tottenham e ora, pare, lo abbia chiesto a Tiago Pinto. Con un contratto in scadenza nel 2024, comunque, strapparlo al Siviglia non sarà semplice.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

75387536bf8277a4a0c328b6d3d9d91b?s=90&d=mm&r=g
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti