Chi è Roman Yaremchuk: ruolo, caratteristiche tecniche e Skills

Roman Yaremchuk è forse il profilo che in questo inizio di Europei ha più di tutti impressionato le grandi squadre europee. Insieme al “compagno” di girone Dumfries, il centravanti dell’Ucraina è la vera rivelazione del torneo.

Nato a Lviv il 27 novembre del 1995, Yaremchuk è uno dei fedelissimi di Shevchenko nella campagna europea dell’Ucraina di Malinovsky e Yarmolenko. Nelle prime due uscite contro Olanda e Macedonia del Nord ha segnato un gol a partita attirandosi le attenzioni del Milan.

Secondo le indiscrezioni raccolte da Alessandro Jacobone infatti, Yaremchuk sarebbe nel mirino di Maldini e Gazidis per consegnare a Pioli un attaccante in più in vista della prossima stagione.

Leggi anche | Chi è Denzel Dumfries, caratteristiche tecniche, ruolo e skills

Roman Yaremchuk: caratteristiche tecniche 

Dotato di un fisico imponente (191 cm), Yaremchuk rappresenta il prototipo di attaccante moderno dell’est Europa, in grado di svolgere ottimamente il ruolo di prima punta ma anche di disimpegnarsi ottimamente sulle corsie laterali.

La grande velocità in progressione e l’ottima tecnica di base forniscono la possibilità al centravanti del Gent di spaziare su tutto il fronte d’attacco, concedendosi gare da ala sinistra (19 con 7 gol), ala destra (4 con 2 gol), seconda punta (10 con 4 gol e 1 assist) e addirittura trequartista.

Leggi anche | Crisi Lautaro Martinez? Cosa succede al centravanti nerazzurro?

La caratteristica principale è però la grande fisicità che gli permette – da prima punta – di proteggere palla e assumersi tutto il peso dell’attacco della propria squadra sulle possenti spalle. 

Capace di segnare 58 gol in 161 partite da punta centrale – con un’aggiunta di 23 assist – Yaremchuk potrebbe risultare il giusto compromesso tra gioventù (è un classe ’95) ed esperienza, viste le più di 150 partite giocate con il Gent tra campionato e coppe europee. 

La consacrazione europea

Come accade spesso in queste brevi ma importantissime competizioni internazionali, giocatori che nel corso della stagione restano nell’ombra di campionati minori a causa di un’esposizione mediatica inferiore salgono alla ribalta impressionando il pubblico internazionale. 

La platea, nel caso di Yaremchuk ma non solo, è però composta non solo da tifosi ucraini ma anche da direttori sportivi alla ricerca di un nuovo centravanti. 

Le due reti segnate fino a questo momento all’Europeo contro Olanda – grande gol di testa in anticipo sul diretto avversario – e Macedonia del Nord – preciso rasoterra destro sul primo palo ad anticipare l’uscita del portiere avversario – hanno messo in mostra due delle caratteristiche principali di Yaremchuk: senso della posizione e capacità tecnica. 

Nel corso delle due partite dell’Ucraina ha anche dimostrato di trovarsi ottimamente in coppia con un partner d’attacco – in questo caso Yarmolenko – al quale ha fornito l’assist per il gol contro l’Olanda, oltre ad un geniale colpo di tacco nel corso della stessa partita. 

Leggi anche | Jadon Sancho e il difficile rapporto con l’Inghilterra

Il mercato: costi e obbiettivi 

Ad oggi, appena prima della terza gara dell’Ucraina in programma contro l’Austria per il passaggio nel girone C in cui l’Olanda di Wijnaldum e Depay sta spadroneggiando, troviamo il Milan come prima candidata alle prestazioni di Yaremchuk.

Sponsorizzato da Shevchenko – grazie al quale ha collezionato 26 presenze e 10 gol con la maglia della nazionale – il centravanti ha giocato nella Dinamo Kiev fino al 2017, dalla quale si è trasferito al costo di 2 milioni al Gent all’età di 21 anni. 

shevchenko ucraina
Fonte: @uafukraine (Instagram)

Dopo una prima stagione con 9 gol e 3 assist in 34 partite, Yaremchuk ha iniziato a mettere in fila numeri importanti in Belgio: 12 gol nella stagione successiva, 17 nel 2019/20 e 23 nella stagione appena terminata, per un totale di 61 gol in quattro stagioni. 

Leggi anche | Cosa dobbiamo aspettarci da Depay al Barcellona 

Numeri ai quali ha aggiunto 18 assist che testimoniano la bontà del patrimonio tecnico in possesso del centravanti ucraino. 

Il Milan, sempre secondo le ultime indiscrezioni, starebbe pensando a un prestito oneroso a 3 milioni con diritto di riscatto fissato tra i 15 e i 16 milioni. 

Yaremchuk ha oggi un contratto che lo lega al Gent fino al 2025 e il suo valore di mercato si attesta sui 15 milioni. Qualora il Milan dovesse acquistarlo per le cifre descritte, anticiperebbe un innalzamento di prezzo a causa del grande Europeo messo in mostra dal ragazzo. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!