Cosa succede se la Roma vince la Conference League

Se la Roma dovesse vincere la Conference League, cosa succederebbe con le qualificazioni alle coppe europee in Serie A? Ecco la risposta alla domanda.

Mercoledì 25 maggio, la Roma sarà a Tirana a giocarsi la prima finale di Conference League della storia contro il Feyenoord: si tratta del ritorno di una squadra italiana a una finale europea dopo quella di Europa League gicoata dall’Inter nel 2019/2020, e potrebbe essere il ritorno di un trofeo internazionale da parte di un club di Serie A dalla Champions League nerazzurra del 2010.

Una vittoria sarebbe sicuramente un traguardo importantissimo per il calcio italiano e in particolare per il club giallorosso, che in estate ha avviato un nuovo progetto sportivo costruito attorno a José Mourinho e alla nuova proprietà dei Friedkin. Anche perché il club capitolino non mette un trofeo in bacheca ormai dalla Coppa Italia del 2008.

Ma l’eventuale conquista della Conference League potrebbe avere ripercussioni importanti anche sul campionato italiano di Serie A, nella corsa alla qualificazione alle coppe europee. Vediamo come.

Chi va nelle coppe europee, se la Roma vince la Conference League

A una giornata dalla fine del campionato, la corsa per qualificarsi all’Europa League e alla Conference League dell’anno prossimo è ancora apertissima, con quattro squadre – Lazio, Roma, Fiorentina e Atalanta – che si contendono i tre posti utili. Tuttavia, esiste una combinazione di fattori che porterebbe alla qualificazione europea anche tutte e quattro i club. Tutto dipende dalla vittoria della Roma nella finale di Conference League.

Il trofeo, infatti, qualifica direttamente alla prossima Europa League. Ciò significa che, se la Roma dovesse arrivare quinta o sesta, la situazione non cambierebbe minimamente: i giallorossi andrebbero in Europa League assieme a un’altra squadra, e la settima della Serie A giocherebbe la prossima Conference.

Se invece la Roma conquista il titolo ma chiude in settima posizione, l’Italia avrà tre squadre in Europa League nella prossima stagione – la quinta e la sesta, più i giallorossi – e nessuna nella Conference.

L’ultimo caso è quello più interessante per il calcio italiano, anche se costringerà i tifosi romanisti a molti patemi d’animo: chiudendo ottava in Serie A e poi vincendo la Conference League, la Roma andrebbe a giocare la prossima Europa League assieme alla quinta e alla sesta del campionato, mentre la settima si qualificherebbe alla Conference 2022/2023. L’Italia avrebbe così otto squadre, invece che sette, nelle coppe europee della prossima stagione.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI