Addio a Roger Hunt, scompare un altro campione del mondo 1966

Il calcio inglese è in lutto per la morte di Roger Hunt, uno degli storici calciatori della spedizione dei Mondiali 1966.

Dopo la recente scomparsa di Jimmy Greaves, un altro lutto colpisce la storica spedizione inglese del 1966: è mancato anche Roger Hunt, iconico attaccante del Liverpool e della selezione dei Tre Leoni, con la quale si laureò campione del mondo.

L’ex calciatore si è spento all’età di 83 anni, dopo aver lottato per molto tempo contro una lunga malattia.

Leggi anche | La prima Champions di Messi e Guardiola

La carriera al Liverpool di Hunt

Nato nel 1938 nella contea di Lancashire, fin da giovane Roger Hunt iniziò a giocare a calcio nelle squadre locali, mettendosi in mostra e attirando le attenzioni del Liverpool, che lo mise sotto contratto nel 1958.

Per l’esordio in prima squadra dovette però aspettare dodici mesi e l’arrivo del nuovo allenatore Bill Shankly, che guidò i Reds per i successivi quindici anni.

Dopo due terzi posti in Seconda Divisione, nella stagione 1961-62 i quarantuno gol di Hunt in altrettante partite trascinarono i Reds alla promozione, che diede inizio ad un ciclo vincente: nel 1964 e nel 1966 il Liverpool conquistò il campionato inglese, mentre nel 1965 vinse la sua prima FA Cup.

Arrivato a quota 286 reti nel 1969, ancora oggi Roger Hunt è il miglior marcatore del club inglese in campionato e il secondo tra tutte le competizioni, alle spalle soltanto di Ian Rush, che l’ha superato nel ’92.

Hunt
fonte immagine: profilo Ig @lfcdaytrippers

Leggi anche | Il clamoroso inizio di Radamel Falcao al Rayo Vallecano

La Nazionale e il Mondiale del 1966

Le ottime prestazioni in maglia Liverpool, avevano permesso all’attaccante classe ’38 di entrare nel giro della Nazionale già dal 1962, senza ottenere però la convocazione per la spedizione cilena di quell’anno.

Per i successivi Mondiali, Hunt era diventato un punto fermo della selezione di Alf Ramsey: l’attaccante disputò tutte le partite di quella Coppa del Mondo, trovando anche tre reti e risultando un tassello imprescindibile per la conquista del tanto atteso titolo.

Dopo aver ottenuto anche un terzo posto agli Europei del 1968, l’attaccante diede addio alla nazionale dei Tre Leoni, fermandosi a 18 reti in 34 partite.

Con la sua morte e quella di Greaves, ad oggi sono soltanto Bobby Charlton, Geoff Hurst e Geroge Cohen i Campioni del ’66 ancora vivi.

Roger Hunt
fonte immagine: profilo Ig @waldivisioninternacionalhn

Leggi anche | Italia-Argentina, la “Supercoppa” tra Europa e Sud America: quando e dove si gioca

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!