HomeSerie ACome sta gestendo il Milan la questione legata ai rinnovi?

Come sta gestendo il Milan la questione legata ai rinnovi?

Da Donnarumma a Romagnoli, passando per Kessié, Ibrahimovic e Calhanoglu: a che punto siamo con i rinnovi Milan in vista della prossima stagione

Non solo il calciomercato. Tra i tanti temi che tengono banco in casa rossonera, quello dei rinnovi Milan è ampiamente chiacchierato. Il motivo è molto semplice: ci sono parecchie situazioni che andranno risolte nei prossimi mesi, gomitoli da sbrogliare per definire l’identità di una rosa anche nel prossimo futuro.

LEGGI ANCHE: Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Quella legata a Gianluigi Donnarumma è sicuramente una delle questioni più delicata da affrontare, perché quando si parla di Gigio ci si riferisce al portiere del futuro che tutti, in giro per l’Europa, sognano di poter acquistare. Tra questi “tutti” c’è anche la Juventus, che secondo le ultime ricostruzioni sarebbe molto vigile per quanto riguarda la situazione contrattuale del classe 1999.

LEGGI ANCHE: Ilicic al Milan, pro e contro di una suggestione di mercato

Rinnovi Milan, a che punto siamo con Donnarumma?

Il prolungamento di Donnarumma è al primo posto della lista rinominata rinnovi Milan, con il portiere campano che in questi giorni si sta prendendo un po’ di tempo per riflettere. Inutile dire che dietro può esserci la regia di Mino Raiola, desideroso di aspettare un ulteriore passo – ovviamente al rialzo – da parte della dirigenza.

rinnovi milan
Fonte immagine: InsideFoto

Che, secondo indiscrezioni, avrebbe già avanzato due offerte all’entourage del ragazzo. La prima prevede 6 milioni netti a stagione più bonus di 1 legato alla qualificazione in Champions League, mentre la seconda alzava la posta a 7 milioni all’anno con bonus quinquennale da 1 legato alla qualificazione per la principale coppa europea.

LEGGI ANCHE: A che punto è il Milan col rinnovo di Donnarumma

Entrambe le proposte sono stata rifiutate, così come pare fuori da ogni discorso una possibile proposta annuale da oltre 9 milioni di euro in attesa di valutare il futuro. Donnarumma vuole sapere se, come e dove giocherà l’anno prossimo ma con una situazione contrattuale ben definita, blindato con un ingaggio ritoccato sensibilmente al rialzo e, soprattutto, la possibilità di giocare finalmente in Champions League.

LEGGI ANCHE: C’è distanza ma ottimismo, sul rinnovo tra Calhanoglu e il Milan

Il punto sugli altri rinnovi

Non solo Donnarumma tra i rinnovi Milan da definire. In questi giorni Raiola sarà a Milano per definire l’ulteriore prolungamento per una stagione di Zlatan Ibrahimovic, il cui contratto va in scadenza il 30 giugno. Lo svedese sta bene in rossonero, ha ancora molto da dare e la prossima estate, sul mercato, gli verrà scelto un vice da affiancargli in modo tale da non doverlo sfruttare oltre modo.

LEGGI ANCHE: Quanto guadagna Ibrahimovic a Sanremo?

Restano invece in stand-by altre tre trattative molto delicate. La prima è quella che dovrebbe concludersi con il rinnovo di Hakan Calhanoglu, il cui contratto scade tra tre mesi. Il turco spara richieste altissime e pare abbia delle pretendenti, anche se la sua centralità in questa squadra – almeno a oggi – non può essere messa in discussione.

Poi c’è Frank Kessié, in scadenza 2022: per lui arrivano voci insistenti di un interesse dalla Premier League, campionato nel quale – seppure in tempi di Covid-19 – girano parecchi soldi. L’ivoriano è un pilastro del Milan ma, al fronte di un’offerta irrinunciabile, permetterebbe al club di fare una grossa plusvalenza. In caso contrario, di rinnovo si parlerà più avanti.

LEGGI ANCHE: Tutti i rigori del Milan, uno per uno

Lo stesso discorso vale per il capitano, Alessio Romagnoli, in scadenza 2022 e con una richiesta di 6 milioni netti già avanzata alla dirigenza. Maldini e colleghi nicchiano, anche perché di fatto oggi Romagnoli è il terzo centrale delle gerarchie dopo Kjaer e Tomori, per il quale il Milan vuole investire qualche soldo in modo tale da riscattarlo. Dall’agenda dei rinnovi Milan, quindi, il centrale romano al momento è uscito. Più avanti, chissà, se ne tornerà a parlare.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti