Plusvalenze Inter: gli affari più discussi

Plusvalenze Inter: anche i nerazzurri sono tra i club maggiormente interessanti allo scandalo che sta colpendo il calcio italiano.

Il caso plusvalenze sta facendo tremare tutto il mondo del calcio italiano. Se la Juventus sembra il club maggiormente colpito, non è l’unico sotto la lente di ingrandimento della giustizia, sia quella ordinaria che quella sportiva.

Leggi anche | Caso plusvalenze, non solo la Juve: tutti gli altri club coinvolti

Nel primo pomeriggio di martedì 21 dicembre, infatti, la Guardia di Finanza è intervenuta negli uffici dell’Inter per “acquisire documentazione relativa alle cessioni da parte della predetta società”, relativamente alle stagioni 2017/2018 e 2018/2019. L’ipotesi di reato, secondo quanto scritto nella nota della Procura di Milan, è di false comunicazioni sociali, attualmente a carico di ignoti.

radu
Fonte: @aandreiradu (Instagram)

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Già a fine novembre, però, quando le perquisizioni erano avvenute a Torino nei confronti della Juventus, La Repubblica aveva suggerito la presenza di altri club al centro dell’indagine. L’Inter inizialmente non ritenuta coinvolta, ma oggi le cose sono improvvisamente cambiate. Quali sono però le plusvalenze dell’Inter finite nel mirino dei pm?

Le plusvalenze dell’Inter

Secondo quanto riportato a suo tempo da Repubblica, le operazioni interiste che hanno attirato le attenzione della magistratura sono state eseguite in gran parte con il Genoa, per un totale di 78 milioni di euro (di cui soltanto 5 si sono realmente mossi), divisi in sei trasferimenti, tre da una parte e tre dall’altra.

Leggi anche | Tutte le plusvalenze della Juventus nel mirino della Procura

In particolare, le indagini si concentrerebbero sui passaggi di tre calciatori avvenuti dal 2018 ad oggi: Radu, Pinamonti e Vanhausden. Tutto inizia proprio con il portiere rumeno, che viene mandato in prestito al Genoa, che decide di riscattarlo a fine stagione per circa 8 milioni di euro (cifre di Transfermark.it), per poi cederlo nuovamente ai nerazzurri pochi giorni dopo per 10, pur facendolo restare ancora a titolo temporaneo ai rossoblù.

Infortunio Pinamonti
fonte immagine: profilo Ig @andreapinamonti

Nel 2019 tocca, invece, a Pinamonti. L’attaccante classe ’99 si trasferisce a Genova per 19 milioni di euro (acquisto più oneroso della storia del club) e, nonostante un anno non proprio positivo, i nerazzurri decidono di riportarlo ad Appiano Gentile per 21 milioni, senza praticamente mai impiegarlo durante tutta la passata stagione. Situazione simile per Vanheusden. Dopo averlo ceduto allo Standard Liegi, l’Inter decide di riportarlo in Italia, salvo poi mandare anche lui in prestito in Liguria.

Al momento, non si può dire quale sia l’effettivo coinvolgimento dell’Inter nell’inchiesta sulle plsvalenze nel calcio italiano, né quali elementi abbia la Procura di Milano contro i nerazzurri. L’inchiesta ordinaria è probabilmente appena agli inizi, e solo in un secondo momento sarà possibile capire in che modo questa coinvoglerà la giustizia sportiva e con quali possibili conseguenze.

Leggi anche | Agnelli, Nedved e Paratici indagati: cosa succede e cosa rischia la Juventus

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI