HomeCuriositàJosé Mourinho è la persona che dovete seguire su Instagram

José Mourinho è la persona che dovete seguire su Instagram

José Mourinho si è riscoperto fenomeno dei social, grazie al suo profilo Instagram, in cui alterna momenti della sua vita da allenatore di calcio a meme originali in cui è, ovviamente, protagonista.

LEGGI ANCHE: Com’era José Mourinho da calciatore

Mourinho riesce a essere Special One anche sui social: da sempre , il tecnico portoghese fa della comunicazione uno dei suoi grandi punti di forza, elemento fondamentale del proprio charachter building. Lo scorso 6 febbraio, Mourinho ha finalmente debuttato su Instagram con un post abbastanza esemplificativo: il proprio logo, che è quasi una dichiarazione d’intenti su ciò che l’allenatore è oggi, un marchio al pari di Cristiano Ronaldo o di Ralph Lauren.

Tutto ciò che potete trovare sul suo profilo da allora a oggi conferma una strategia comunicativa precisa, costruita sull’immagine dell’allenatore dall’ironia tagliente e senza peli sulla lingua. Il 25 novembre, un utente ha commentato il primo post del profilo dicendo: “L’inizio della più grande pagina di meme che il mondo abbia mai visto”.

IL NUOVO TOTTENHAM DI MOURINHO CON BALE E REGUILON

Mourinho e i meme su Instagram

Ovviamente, è lui stesso a definirsi esperto di social, con una mossa da vero influencer che mescola ironia e culto della personalità: qualche settimana fa, il Tottenham è arrivato addirittura a realizzare un video ufficiale con i sette consigli di Mourinho per migliorare il tuo profilo Instagram, che al momento ha raggiunto 74.000 visualizzazioni su Youtube.

EUROPA CONFERENCE LEAGUE: COS’È, COME FUNZIONA E REGOLAMENTO

Inizialmente, i primi post dello Special One erano per lo più di tipo pubblicitario, sponsorizzando orologi o automobili, o senza commento. Solo successivamente il profilo Instagram è diventato via via più personale e, dall’inizio di questa stagione, si è evoluto nella sua forma attuale, quello di una sorta di pagina meme collegata ufficialmente a un vip. Il 20 settembre, infatti, Mourinho pubblicava una sua foto mentre calciava un pallone, inserendo una didascalia secondo il modello dei meme “When You…”.

Probabilmente l’allenatore del Tottenham ha fatto ricorso a un social media manager esperto (lo si nota nel momento in cui si passa da video girati in prima persona ad altri più recenti opera di un soggetto terzo), ma il fatto che Mourinho abbia scelto di riaprire un profilo social, dopo la cancellazione di quelli precedenti avvenuta nel 2016, dimostra quanto il portoghese voglia evolvere la sua immagine. Un desiderio di rinnovarsi che passa anche da una nuova fase della sua carriera, iniziata nel novembre 2019 con la firma col Tottenham, dopo quasi un anno disoccupato: il più lungo periodo senza panchina da quando esordì come allenatore del Benfica nel 2000.

Un allenatore al passo coi tempi

DOVE E COME STANNO TORNANDO I TIFOSI ALLO STADIO?

Il Tottenham è, per lui, un nuovo capitolo della storia dal allenatore, in cui lo Special One sta dimostrando, al momento, di saper condurre ai vertici una squadra abituata ai piazzamenti. È dai tempi del Porto che non ha a che fare con una scommessa del genere, ormai abituato a club ultra-ricchi e dalle bacheche piene. Fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile vederlo allenare un club che ha vinto appena quattro titoli negli ultimi trent’anni, tra cui nessun campionato o trofeo internazionale.

Così non è tanto la sua immagine a dover cambiare, ma il modo di comunicarla: Mourinho vuole dimostrare di essere ancora al passo con il mondo. “Noi allenatori abbiamo a che fare con differenti generazioni di giocatori, nella nostra carriera; una delle nostre qualità è di adattarsi a loro e adattarsi ai tempiha spiegato sulla BBC.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jose Mourinho (@josemourinho)

CAVANI RISCHIA UNA SQUALIFICA PER COLPA DI INSTAGRAM

Sulla stampa internazionale si è parlato molto del suo profilo Instagram soprattutto per il post del 26 ottobre, in cui Mourinho guardava perpleso – con espressività da commediante consumato – i suoi giocatori, che stavano con gli occhi fissi sul telefono invece di prestargli attenzione. Una gag staudiata, parte di una collezione di meme che popolano la pagina, andando da Mourinho che mangia degli snack a Mourinho che si pulisce le scarpe e poi improvvisa un balletto.

Instagram come nuovo palcoscenico mourinhano

DALL’OTTAVA SERIE ALLA FA CUP CONTRO MOURINHO: LA STORIA DEL MARINE AFC

È stato spesso definito antipatico, eppure a vedere i suoi post pare tutt’altro. Mourinho, semmai, è una persona “diversamente simpatica”, che comunica attraverso un’ironia graffiante e un’attitudine flemmatica, che fa ridere solo se sei dalla parte giusta della barricata: è più un attore satirico che un comico nazionalpopolare, più Crozza che De Sica. Il suo discusso post sarcastico sulla UEFA e la pausa delle nazionali, postato il 16 novembre, ci riporta a certe perle d’epoca interista – quella di maggior splendore artistico dello Special One – come la battuta sul dirigente catanese Lo Monaco.

La sua è sempre stata una comicità caustica, fatta spesso di frasi brevi e di scontro tra ciò che dice e l’espressione seria del suo volto. Insomma, un tipo di ironia che si sposa alla perfezione che gli stilemi dei meme che oggi vanno per la maggiore sui social network. Come l’ultima immagine postata: la didascalia recita soltanto “Allenamento domani ma alle 12.00”, e la foto è di lui perplesso in mezzo al campo completamente innevato.

Forse c’è anche dell’altro, nell’avvicinamento di Mourinho al mondo di Instagram, ed è dovuto alla situazione della pandemia che tutti stiamo vivendo. Lo stile del profilo è cambiato proprio in questi ultimi mesi, come abbiamo visto, e sembra riflettere il bisogno di recuperare un tipo di comunicazione che lo Special One aveva perduto: oggi, le conferenze stampa sono limitate, le distanze maggiori, è tutto diventato più asettico. Attraverso Instagram, Mourinho sta ricostruendo quel rapporto diretto e sarcastico con il pubblico e coi media, che le circostanze hanno reso impossibile – o perlomeno fuoriluogo – nelle vecchie forme.

IL BOOM DELL’INTER MEDIA HOUSE: UN SUCCESSO SOCIAL, NON SOLO NEI NUMERI

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jose Mourinho (@josemourinho)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

98316bfe462d28c8979063b5c072b9cf?s=90&d=mm&r=g
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti