MLS, annunciata una nuova Lega: quando inizia, chi partecipa e obiettivi

L’MLS si amplia e, come da tradizione americana, lo fa in grande stile. Un comunicato ufficiale sul sito della lega annuncia la creazione di una nuova Lega dal 2022 a cui parteciperanno 20 squadre.

Un fulmine a ciel ben coperto – se così possiamo dire – perché che l’MLS volesse accrescere la propria fan base e che il calcio americano avesse intenzione di mettere radici più profonde fra i tifosi dispersi in tutto il continente nord americano era chiaro già da tempo. 

Al momento della candidatura per i mondiali 2026 si avvertivano già dei sommovimenti nel calcio americano, con l’MLS in prima fila per rendere il “Soccer” sempre più diffuso in un paese da sempre diffidente verso i calciatori – più che verso le calciatrici.

Leggi anche | Milan: l’asse con il Chelsea non passa solo da Giroud

MLS: una nuova lega per il futuro 

L’annuncio, a cui hanno fatto seguito comunicati social relativi, ha fatto il giro del mondo per diversi motivi: innanzitutto la prossima lega inizierà nel marzo 2022 e avrà ai nastri di partenza ben 20 squadre tra nuove franchigie e seconde squadre di team di MLS. 

In secondo luogo si parla di un miglioramento del percorso professionale dei giovani calciatori, che in questo modo avranno la possibilità di confrontarsi con realtà professionistiche per prepararsi all’approdo in MLS.

Leggi anche | La classifica marcatori degli Europei 2021

Infine, cosa che dall’esperienza pregressa della potenza di fuoco a livello economico del publico statunitense, Mark Abbott – presidente dell’MLS – e tutto il movimento si augurano di coinvolgere sempre più persone all’interno del progetto calcio americano, in vista dei mondiali del 2026.

MLS e Mondiali 2026

“Abbiamo deciso di inaugurare la nova lega nell’anno dei mondiali (in Qatar ndr) proprio per riavvicinare il pubblico americano ad uno degli sport più seguiti al mondo. A quattro anni di distanza dal mondiale che ospiteremo insieme al Messico, allargare la fan base di tifosi che oggi si ritrovano senza una squadra della propria città è la nostra priorità.”

Una dichiarazione di intenti vera e propria che testimonia quanto sia alta l’ambizione dell’MLS riguardo all’ampliamento della platea di appassionati di calcio negli Stati Uniti. 

“Siamo entusiasti di lanciare una nuova lega per completare il percorso professionale tra le nostre academy e le prime squadre della MLS. Inoltre sarà possibile vedere la creazione di nuove carriere lavorative sotto il punto di vista tecnico, con allenatori, arbitri, tecnici e addetti ad una nuova lega che formerà professionisti in ogni settore.”

In pieno stile americano dunque e a meno di un anno di distanza, la nuova lega americana per il “Soccer” dall’altra parte dell’Atlantico sta prendendo forma. 

Leggi anche | Tabellone ottavi di finale Europei 2021

MLS: gli annunci nel corso dell’anno

La nuova lega avrà inizio a marzo 2022 e durerà fino all’autunno successivo, quando inizieranno i playoff. Alla fine dell’anno, esattamente nel mese di dicembre, si terranno le finali in modo da permettere ai club e ai giocatori di usufruire di due mesi di preparazione prima dell’inizio della nuova stagione. 

Tra le altre dichiarazioni di intenti pubblicate sul sito dell’MLS, anche l’idea di aumentare progressivamente l’hype intorno alla nuova lega: 

“Nel corso dell’anno verranno svelati il logo, il nome, le partecipanti alla nuova lega, e altri dettagli importanti.”

Local fan 

Un ultimo appunto non può che essere fatto riguardo l’intenzione di regalare ai fan sparsi per tutti gli Stati Uniti squadre e franchigie di nuova creazione che vadano a coprire quelle falle evidenti nel sistema MLS. 

Leggi anche | Il Cile copra il simbolo della Nike: cosa sta succedendo? 

Phoenix, Detroit e Cleveland – ad esempio – non hanno una squadra militante in MLS ed è proprio in quest’ottica che va la creazione di una nuova lega che faccia da ponte tra le Academy e l’MLS vera e propria. 

Nuove franchigie, nuovi stadi, nuovi tifosi e nuovi profitti generati dall’ondata di “Football passion” che si svilupperà negli Stati Uniti ogni giorno di più dalla fine dei mondiali in Qatar, sopratutto se la nazionale dovesse riuscire a fare bene quanto promette. 

Un movimento che da diverse decadi sta cercando di diffondersi capillarmente all’interno egli Stati Uniti, e che – forse – con la seconda lega dell’MLS potrebbe riuscire ad avvicinarsi al traguardo scelto. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!