HomeCuriositàMansour Al Nahyan, chi è il proprietario del Manchester City e qual...

Mansour Al Nahyan, chi è il proprietario del Manchester City e qual è il suo patrimonio

Mansour Al Nahyan è lo sceicco che possiede il Manchester City, finalista di Champions League. Ma chi è veramente, e a quanto ammonta il suo patrimonio?

LEGGI ANCHE: I successi del Manchester City sono dovuti solo ai soldi?

È rispauto che dal 2008 il Manchester City è una delle società di calcio più ricche al mondo, grazie ai suoi padroni arabi, che quest’anno puntano a vincere la prima Champions League di una proprietà asiatica.

Al vertice del club c’è l’imprenditore Khaldun Al Mubarak, presidente del City fin dalla sua acquisizione da parte degli emiratini, ma il vero potere è nelle mani del direttore sportivo e di fatto proprietario del club, Mansour bin Zayed Al Nahyan, comunemente noto come “lo sceicco Mansour”.

Chi è Mansour Al Nahyan

LEGGI ANCHE: Chi è Zhang Jindong, il proprietario dell’Inter

Nato nel 1970 ad Abu Dhabi, il più ricco e famoso degli Emirati Arabi Uniti, Mansour Al Nahyan è figlio dello sceicco vero e proprio, Zayed Al Nahyan, morto nel 2004, e fratello sia dell’attuale sceicco Mohamed Al Nahyan sia dell’attuale presidente degli Emirati Khalifa Al Nahyan.

Fin da giovane è stato mandato a studiare in California, prima di rientrare in patria per frequentare l’università ed entrare, dal 1997, nella vita politica del paese. Da allora ha rivestito diversi importanti ruoli ministeriali e di consulenza alle spalle dei due fratelli maggiori, ma è in particolar modo nel ramo degli affari che ha mosso i passi più importanti, qualificandosi come la vera mente economica della dinastia di Abu Dhabi.

LEGGI ANCHE: Stipendi Manchester City, quanto vale il monte ingaggi dei Citizens

Nel 2005 è entrato nel consiglio d’amministrazione dell’Abu Dhabi Investment Authority, il fondo sovrano dell’emirato; un anno dopo è stato messo a capo First Gulf Bank, la banca più importante dello stato emiratino, e nel 2007 è divenuto presidente anche dell’Emirates Investment Authority, il fondo sovrano comune a tutti gli Emirati Arabi Uniti.

Nel 2008 ha così fondato l’Abu Dhabi United Group, una società privata d’investimento, che però è di fatto di proprietà statale. Attraverso essa ha acquistato il Manchester City nello stesso anno, dando poi vita alla società Football City Group, pensata appositamente per gli investimenti nel calcio.

A quanto ammonta il patrimonio di Mansour Al Nahyan?

LEGGI ANCHE: Qual è il palmarès del Manchester City

Il patrimonio di Mansour Al Nahyan è stimato in circa 19 miliardi di euro. Quantificare le sue proprietà e i suoi investimenti non è facile, visto quanto sono diffusi: il Sun ha scritto che, oltre al Manchester City, si occupa anche di corse di cavalli e possiede numerose auto di lusso, e addirittura uno yacht da 450 milioni di euro: una nave da 150 metri di lunghezza che ospita al suo interno 3 piscine, una palestra e un cinema.

Poi ci sono le proprietà immobiliari e gli hotel sparsi in tutto il mondo, tra cui spicca il celeberrimo The Emirate Palace di Abu Dhabi, l’unico hotel a 7 stelle al mondo, costato 3 milioni di euro e dotato di centinaia di camere più delle suite rivestite d’oro e marmo.

LEGGI ANCHE: Dan Friedkin: quanto è ricco il proprietario della Roma?

Ma alle spalle di Mansour Al Nahyan c’è ovviamente la sua ancora più ricca e potente famiglia: il fondo sovrano di Abu Dhabi, gestito in prima persona da suo fratello Khalifa, amministra un patrimonio complessivo pari a circa 690 miliardi di euro.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

98316bfe462d28c8979063b5c072b9cf?s=90&d=mm&r=g
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti