Prima volta all’Old Trafford per il Manchester United Women

Con il Manchester United Women si compie un altro storico passo per il calcio femminile: il 27 marzo, la squadra giocherà per la prima volta all’Old Trafford

LEGGI ANCHE: Quali sono i nomi dei ruoli nel calcio femminile?

Un “momento speciale” per la storia della squadra, come lo ha definito l’allenatrice Casey Stoney, “Una fantastica opportunità per mostrare l’enorme crescita che il calcio femminile ha vissuto in questi anni”.

Il prossimo 27 marzo, infatti, il Manchester United Women disputerà la prima partita della sua storia all’Old Trafford, il mitico stadio della formazione maschile, inaugurato nel 1910 e ristrutturato l’ultima volta nel 2006.

La storia del Manchester United Women

LEGGI ANCHE: Pietro Santapaola, escluso dal Cosenza per i legami mafiosi del padre

Un progetto partito da lontano, per una squadra che è nata di fatto alla fine degli anni Settanta anche se in maniera non ufficiale, e che nel 2005, subito dopo il passaggio dei Red Devils nella mani dell’imprenditore statunitense Malcolm Glazer, fu sciolta. Nel 2018, il cambio di rotta, con la costituzione di una squadra femminile ufficiale, affidata a Casey Stoney, ex-leggenda dell’Inghilterra appena ritiratasi dal calcio giocato con la maglia del Liverpool.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Casey Stoney MBE (@caseystoney)

Alla sua prima stagione, il Manchester United Women ha conquistato il titolo della Championship e la promozione nella Super League, corrispettivo femminile della Premier League, e in questi anni si è affermata come una delle società più solide d’Inghilterra.

LEGGI ANCHE: Il Manchester United può vincere l’Europa League?

Sebbene non abbia ancora conquistato alcun titolo, si trova attualmente terza in campionato a 6 punti dalla vetta, occupata dal Chelsea. In rosa figurano alcune note calciatrici internazionali, come la leader difensiva norvegese Maria Thorisdottir, la capitana Katie Zalem (ex-Juventus), promesse come la brasiliana Ivana Fuso e la spagnola Ona Batlle, la centrocampista olandese Jackie Groenen e le stella statunitensi Christen Press e Tobin Heath.

L’approdo a Old Trafford

Finora, il Manchester United Women ha giocato sul campo del Leigh Sports Village, un rinomato impianto polifunzionale alle periferia est di Manchester, dove giocano anche le giovanili dei Red Devils. Ma il progetto del club prevede di trasferire presto la squadra femminile al nuovo The Cliff, in fase di ristrutturazione, sito a Broughton, poco a nord della città.

LEGGI ANCHE: Il calcio femminile e il rapporto con i media

Tuttavia, l’idea di far cimentare le donne in una cornice eccezionale come quella dell’Old Trafford, seppure in via del tutto eccezionale, ha preso presto piede, ed è stata sostenuta pubblicamente anche da Marcus Rashford, stella della squadra maschile.

Così, sabato 27 marzo alle ore 11.30 il Manchester United Women approfitterà della pausa per gli incontri delle nazionali per debuttare nel mitico stadio dei Red Devils nella sfida di campionato contro il West Ham ultimo in classifica.

LEGGI ANCHE: Stadi di proprietà: quali squadre ne hanno uno?

“Siamo eccitati all’idea di ospitare la squadra femminile all’Old Trafford. Avremmo voluto che anche i tifosi potessero essere testimoni di questo momento, ma verrà il tempo anche per questo” ha spiegato Colette Roche, chief operating officer dello United.

I club femminili negli stadi delle squadre maschili

Non solo il Manchester United Women: nella stessa giornata di campionato, anche il Tottenham giocherà nello stadio che regolarmente ospita i colleghi maschi, ricevendo la visita dell’Arsenal. Le due squadre si erano già affrontate al Tottenham Hotspur Stadium nella scorsa stagione davanti a oltre 38mila spettatori.

LEGGI ANCHE: Serie A Femminile 2020/2021: risultati e classifica

E lo stesso Manchester United Women aveva già giocato in uno stadio dei maschi, quando nel settembre 2019 aveva disputato il derby all’Etihad, casa del Manchester City. In Italia, solo qualche giorno fa la Fiorentina ha ospitato proprio il City al Franchi in Champions League, e in passato, mentre circa due anni fa le Viola avevano affrontato la Juventus all’Allianz Stadium. Lo scorso ottobre è toccato anche a San Siro, dove si è svolta la sfida tra Milan e Juventus.

manchester united women
Fonte: @manutdwomen (Instagram)

Ad aprire la strada, però, era stato il calcio spagnolo, quando il 17 marzo 2019 l’Atletico Madrid ricevette il Barcellona al Wanda Metropolitano, riempito da una folla record di oltre 60mila tifosi e tifose.

LEGGI ANCHE: Alla scoperta di Shola Shoretire, la nuova promessa del Manchester United

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!