HomeCalcio EsteroLewandowski avrebbe meritato il Pallone d’Oro 2020?

Lewandowski avrebbe meritato il Pallone d’Oro 2020?

Dopo la conquista della Champions League con il Bayern Monaco Lewandowski sta completando un 2020 da urlo, che poteva essere impreziosito dal Pallone d’Oro se l’edizione del 2020 non fosse stata abolita a causa del Covid

Il cannibale polacco continua a fare un sol boccone delle difese avversarie. Robert Lewandowski è decisamente uno dei giocatori copertina del 2020. Con il suo killer instinct da rapace d’area di rigore, unito alla capacità di giocare con e per la squadra, ha inanellato una serie infinita di reti che hanno portato a soddisfazioni sia individuali che di squadra. È mancata tuttavia la ciliegina sulla torta rappresentata dal Pallone d’Oro, non assegnato al 2020 e che secondo molti addetti ai lavori doveva andare al cannoniere polacco. Un’unanimità di pensiero spiegata chiaramente dai numeri mostruosi dell’ex Dortmund.

Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

2020 da urlo: gol a raffica e trofei in sere con il Bayern

Il 2020 di Lewandowski parte a razzo, con 6 gol in altrettante gare di campionato. Solo il lockdown ferma la puntualità sotto rete del polacco, che riprende a segnare quando ricomincia la Bundesliga e trascina il Bayern all’ennesimo titolo. L’attaccante conquista anche il trono dei cannonieri con 34 gol (terzo titolo consecutivo, quinto per lui negli ultimi 7 anni).

Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

Lewandowski
Fonte: @lewy_official (Twitter)

La stagione super di Lewandowski riguarda anche le altre competizioni. In Coppa di Germania contribuisce alla vittoria del Bayern con 6 gol, di cui 1 in semifinale contro il Francoforte e 2 nell’ultimo atto contro il Bayer Leverkusen. L’en plein bavarese è completato dalla Champions League, altro regno governato da Lewandowski dal trono dei cannonieri. Il polacco è l’assoluto mattatore del doppio confronto con il Chelsea (3 gol e 4 assist) e veste i panni del cannoniere e del suggeritore anche contro Barcellona e Lione. Una completezza tecnica determinante per riportare la coppa delle grandi orecchie in Baviera.

Lazio-Bayern Monaco: come gioca l’avversaria di Champions League?

Lewandowski Pallone d’Oro? Polacco battuto…dal Covid

Dopo il tris di trofei, a cui si aggiunge la Supercoppa Europea vinta contro il Siviglia, il Bayern e il suo bomber non hanno assolutamente la pancia piena. Lewandowski ricomincia infatti da dove aveva terminato, ovvero segnando a ritmi vertiginosi sia in ambito nazionale che europeo. Con la doppietta rifilata al Wolfsburg il 16 dicembre, sfora quota 250 gol in Bundesliga (è il terzo cannoniere all time del massimo campionato tedesco dietro a Gerd Muller e Klaus Fischer, rispettivamente a quota 365 e 258 gol).

Il Bayern Monaco di Flick è il migliore dell’ultimo decennio?

Numeri e prestazioni che non hanno bisogno di ulteriori spiegazioni, proiettando Lewandowski verso il primo Pallone d’Oro della sua carriera. Peccato che la rivista France Football decida di non assegnare il trofeo per l’edizione 2020, per via di una stagione troppo condizionata dalla pandemia di Coronavirus. Una delusione mitigata dai tanti attestati di stima e da un Pallone d’Oro fatto di lego regalato alla stella del Bayern dal rapper polacco Quebonafide.

Le migliori sfide ad eliminazione diretta di Champions ed Europa League

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Robert Lewandowski (@_rl9)


La decisione di France Football ha suscitato pareri discordanti visto che, nonostante la particolarità del calcio post Covid, gran parte delle competizioni sono state portate a termine. Ci sono pochi dubbi, invece, su chi avrebbe meritato di vincere il più prestigioso premio calcistico a livello individuale. Nessuno in Europa come Lewandowski nel 2020, per exploit personali e conquiste di squadra. Una mancanza nel palmarès del polacco, che però può essere benissimo colmata nel 2021.

I 5 vincitori del Pallone d’Oro più discussi di sempre

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti