Laporta parla di Koeman: “Merita fiducia”

Joan Laporta conferma Ronald Koeman. É questo quello che emerge a poche ore dalla gara contro l’Atletico Madrid.

Che il Barcellona sia decisamente in caduta libera è sotto gli occhi di chi ha almeno guardato una partita dei blaugrana in questa stagione. Ronald Koeman è stato più volte sulla graticola e, nonostante l’alibi di aver perso Lionel Messi, si è parlato ripetutamente del suo sostituito. 

Nella giornata di oggi, con in programma la sfida all’Atletico Madrid, si è pronunciato Laporta in merito alla questione allenatore. 

Leggi anche | Suarez in lacrime, la colpa è di Koeman 

Laporta su Koeman: merita fiducia

“Andiamo avanti con Ronald perché è uno di noi. Non dimentico che ha accettato questa panchina in un momento di difficoltà del club. Ci sta di passare dei periodi complicati. Ora recupererà diversi infortunati e potrà far meglio.”

Un’iniezione di fiducia in un momento molto negativo per il Barcellona: due sconfitte consecutive in Champions League contro Bayern Monaco e Benfica, e quattro pareggi in Liga hanno di certo rallentato l’inizio di stagione al Camp Nou. 

ansu fati barcellona
Fonte: @ansufati (Instagram)

Leggi anche | Messi via dal Barcellona per soldi? La rivelazione di Guerra

La squadra ha però mostrato evidenti limiti di gioco e di personalità – normali in un ricambio generazionale – che Koeman non è stato in grado fin qui di risolvere. 

“Koeman continuerà a essere l’allenatore del Barcellona, indipendentemente dal risultato con l’Atletico. Merita ancora un po’ di fiducia. Abbiamo parlato, non c’è un rapporto freddo ma buono e sincero. E’ una brava persona e lui pensa lo stesso di me e stiamo cercando tutti di cambiare la situazione.”

Laporta ha chiosato così riguardo la questione come a dire: tiriamo avanti e vediamo che succede, non sappiamo bene come risolvere la situazione. 

Le dichiarazioni di Koeman 

A inizio settembre Koeman si era seduto al tavolo delle trattative con Laporta in vista di un rinnovo, ma ciò che ne è venuto fuori è stata solo una gran confusione: 

“Sono venute fuori cose che mi hanno infastidito, non hanno mostrato supporto per l’allenatore. Due settimane fa abbiamo avuto una conversazione su un nuovo contratto. Nulla di quella conversazione è uscito sulla stampa fino a quando il presidente non ha commentato con alcuni giornalisti la scorsa settimana la situazione che stava attraversando il club, le finanze e altro ancora.”

Dichiarazioni che hanno infiammato il settembre del Barcellona e di Ronald Koeman, portando il tecnico olandese sull’orlo dell’esonero con vari nomi alternati alla candidatura di sostituiti. 

Leggi anche | Chi è Flavio Bianchi, il nuovo centravanti del Genoa

Andrea Pirlo, Xavi Hernandez, Roberto Martinez e finanche Jurgen Klopp (il preferito di Laporta) hanno occupato le pagine di tutti i quotidiani catalani e spagnoli per circa un mese, senza però trovare una soluzione a questo complicato rompicapo. 

Laporta è quindi intervenuto per cercare di tamponare una situazione emorragica che, dopo le casse del club in rosso per 480 milioni, si sta espandendo al campo. 

ISCRIVITI al nostro CANALE YOUTUBE 

La sfida all’Ateltico Madrid di questa sera sarà decisiva per Koeman? Secondo Laporta no, ma in caso di pesante sconfitta, le cose potrebbero cambiare.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI