HomeCuriosità"Kiricocho!" Ecco cosa ha detto Chiellini durante i rigori di Italia Inghilterra

“Kiricocho!” Ecco cosa ha detto Chiellini durante i rigori di Italia Inghilterra

“Kiricocho!”: è la parola pronunciata da Chiellini durante i rigori della finale di EURO 2020 tra Italia e Inghilterra. Ai più non potrà dire nulla, ma nasconde una curiosa leggenda

LEGGI ANCHE: Bukayo Saka, una freccia per la Roma: chi è la promessa inglese

È il momento del quinto rigore dell’Inghilterra, che può mandare la lotteria avanti a oltranza: tira Bukayo Saka, ma Donnarumma para, e l’Italia è campione d’Europa. La storia nascosta dietro quel rigore riguarda il capitano azzurro Giorgio Chiellini, che al momento del tiro del giocatore dell’Arsenal scandisce una parola: “Kiricocho!”.

Un particolare che in pochi hanno notato, e che anche detto così non farà suonare molti campanelli, almeno a chi non è un fan sfegatato del cacio sudamericano. Già, perché c’è una curiosa leggenda dietro questa parola.

Cosa ha detto Chiellini

LEGGI ANCHE: L’Italia è pazza di Chiesa

Uno dei primi a notare il dettaglio è stato il giornalista spagnolo Manu Heredia, e rapidamente sui social si è iniziato a parlare di quanto pronunciato da Chiellini durante il rigore di Saka, soprattutto tra gli utenti che scrivono in lingua spagnola.

La storia è arrivata sotto gli occhi di Christian Martin, popolare giornalista argentino di ESPN, che stava seguendo l’Italia agli Europei e conosce personalmente diversi giocatori azzurri, tra cui anche Chiellini. Così, è stato lo stesso capitano dell’Italia a confermare a Martin di aver pronunciato effettivamente la parola “Kiricocho”.

“Kiricocho”: che cosa significa

LEGGI ANCHE: Donnarumma miglior portiere del torneo: ora il PSG e lo stipendio da top player

Non è chiaro quale sia il signifiato letterale del termine “kiricocho”, ma la leggenda vuole fosse il soprannome di un tifoso dell’Estudiantes, una delle più note squadre argentine, famoso per essere un grande portasfortuna. Ogni volta che assisteva agli allenamenti della squadra, qualcuno si infortunava; se la seguiva dal vivo, perdeva.

La storia risale ai primi anni Ottanta, quando Carlos Bilardo (futuro allenatore dell’Argentina campione del mondo nel 1986) allenava l’Estudiantes: fu sua l’idea di spedire Kiricocho a seguire per un anno solo le squadre avversarie, e proprio in quella stagione l’Estudiantes conquistò il campionato Metropolitano. La leggenda dice che il club perse una sola partita, contro il Boca Juniors, l’unica squadra che il tifoso iettatore non aveva visitato; purtroppo, però, i dati riportano che l’Estudiantes ne perse ben tre.

LEGGI ANCHE: La fulminea avventura di Maradona al Siviglia

Ma da allora in Argentina si è diffusa la credenza che pronunciare la parola “kiricocho” porti sfortuna, in particolare se fatto prima di un calcio di rigore. Anche in quetso caso, però, tra leggenda e realtà c’è qualche differenza: nel 2019, infatti, Paulo Dybala usò la parola prima di un rigore di Arturo Vidal nella finale per il terzo posto in Copa America, ma il cileno segnò ugualmente.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti