Come sta giocando Keita alla Sampdoria

Keita è stato uno dei migliori colpi del mercato estivo della Sampdoria: ecco com’è andata la sua prima parte di stagione in blucerchiato

Keita Baldé e l’Italia: atto terzo. Dopo l’importante parentesi alla Lazio tra giovanili e prima squadra e la fugace parentesi all’Inter, in estate l’attaccante senegalese è tornato per la terza volta a giocare in Serie A  firmando per la Sampdoria. Un colpo che si sta rivelando positivo per la formazione blucerchiata, come conferma il gol con cui l’attaccante ha contribuito al successo sull’Inter. Un exploit dopo mesi di alti e bassi, come da prassi per un giocatore che non ha mai fatto della continuità la sua arma migliore.

Keita alla Samp: colpo ad effetto dell’estate

Per analizzare in modo approfondito l’esperienza di Keita alla Sampdoria, è opportuno riavvolgere il nastro e tornare alla scorsa estate. Siamo ai primi di agosto, il campionato è appena terminato a causa della pandemia di Coronavirus e la Sampdoria ha chiuso l’annata al 15^ posto. Una salvezza ottenuta con qualche giornata d’anticipo, ma dopo mesi di estrema sofferenza e grazie soprattutto all’arrivo in panchina di Claudio Ranieri.

Per centrare la permanenza in A anche nella stagione 2020/21, c’è bisogno di migliorare la squadra sul piano numerico e soprattutto qualitativo. Il mercato blucerchiato è statico fino agli ultimi giorni, quando il patron Massimo Ferrero porta a termine un paio di botti di chiusura. Oltre ad Antonio Candreva dall’Inter, viene preso Keita dal Monaco con la formula del prestito. Un colpo inatteso, che rinforza non poco il reparto offensivo del Doria.

Come giocherà il Parma di D’Aversa

Buon inizio, poi lungo stop per infortunio

Essendo arrivato negli ultimi giorni di mercato, Keita comincia la sua avventura blucerchiata a campionato iniziato. Il suo debutto coincide con la sfida casalinga contro la Lazio, quando entra nel finale di un match vinto dalla Samp con un netto 3-0. L’attaccante senegalese appare in ritardo di condizione e il tecnico Ranieri per il momento lo impiega nel finale delle partite. Un subentrato di lusso, che sa essere decisivo pur avendo pochi minuti a disposizione.

Keita conferma questa peculiarità nella gara di Bergamo contro l’Atalanta. Entrato in campo al 66’ al posto di Quagliarella, il senegalese serve a Jankto l’assist per il definitivo 1-3. Contro il Genoa viene impiegato a gara in corso e dà ancora una volta il suo contributo. L’esperienza di Keita a Genova sembra essere in fase di decollo, ma un brutto infortunio spezza subito i sogni dei tifosi sampdoriani.

Alla Samp ecco Damsgaard, il nuovo talento della Danimarca

Gol a Sassuolo e Inter: Keita si sta prendendo la Samp

Nel corso di un allenamento in programma i primi di novembre, Keita si procura una lesione al bicipite femorale destro. Il senegalese deve rimanere lontano dai campi per un mese e mezzo, durante il quale la Sampdoria patisce l’assenza del suo gioiello offensivo. Con l’ex Monaco out, i doriani conquistano appena 4 punti in 6 partite.

Dopo il ritorno in panchina in occasione della sfida contro il Crotone, Keita torna a calcare i campi da gioco nell’incontro successivo con il Sassuolo. Una partita di luci e ombre per il senegalese, capace nel giro di pochi minuti di segnare il suo primo gol in blucerchiato e di rimediare un rosso diretto per una brutta entrata da dietro su Traorè. Una sorta di sintesi della carriera del senegalese, fatta di un’altalena continua in cui non ha mai trovato un equilibrio.

Scontata la squalifica, Keita viene schierato per la prima volta dall’inizio nella partita casalinga contro l’Inter. Il confronto con la sua ex squadra e la fiducia di Ranieri nonostante l’ultima leggerezza caricano il ragazzo, che gioca una grande gara. La sua prestazione è impreziosita dal diagonale su assist di Damsgaard, con cui porta la Samp sul momentaneo 2-0. Un gol importante per Keita, voglioso di diventare un protagonista blucerchiato dopo mesi difficili tra infortuni e interventi sopra le righe.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!