HomeCalciomercatoCome Junior Messias ha convinto il Milan ad acquistarlo

Come Junior Messias ha convinto il Milan ad acquistarlo

Junior Messias statistiche: ecco i numeri dell’attaccante brasiliano del Crotone, neo-acquisto a sorpresa del Milan nel finale di calciomercato.

Leggi anche | Tutti gli acquisti del Milan della stagione 2021/22

Nella notte è stato raggiunto l’accordo ufficiale che legherà Junior Messias al Milan per la prossima stagione: il brasiliano arriva dal Crotone tramite un prestito oneroso (3 milioni di euro) e il diritto di riscatto fissato a 5-6 milioni.

Una pedina in più per l’attacco di Pioli, ma che ha suscitato alcune perplessità, visto che il giocatore non è più giovanissimo e non ha mai giocato ad alti livelli, anzi, il suo primo vero exploit è arrivato solo nella scorsa stagione al Crotone, all’esordio in Serie A.

Messias statistiche: il profilo dell’attaccante brasiliano

Leggi anche | A che punto siamo col rinnovo di Kessié?

Nato il 13 maggio 1991 a Belo Horizonte, in Brasile, Junior Messias ha vissuto una sorta di favola sportiva: cresciuto nel Cruzeiro ma senza mai riuscire a sfondare, nel 2011 raggiunse il fratello in Piemonte e iniziò a lavorare come fattorino, giocando a calcio a livello amatoriale; quattro anni dopo venne notato dal tecnico del Casale Ezio Rossi e portato a giocare in Eccellenza. Da lì ha rapidamente scalato le gerarchie del calcio italiano, fino a conquistare la Serie A col Crotone nell’estate del 2000.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da walter messias junior (@messias_w_jr30)

Alto 174 centimetri per 70 chili, Messias è un giocatore molto tecnico e dinamico, capace di rivestire praticamente qualsiasi ruolo in attacco: ufficialmente è una seconda punta, ma ha rivestito vari ruoli offensivi, come la mezzala, il trequartista e l’esterno sinistro. La rapidità e il dribbling sono le sue armi preferite, ma in queste stagioni si è rivelato anche un ottimo realizzatore.

Messias statistiche: i numeri della punta del Milan

Leggi anche | Stipendi Milan, quanto vale il monte ingaggi rossonero

Nella sua prima stagione vera e propria, al Casale nel 2015/2016, Junior Messias ha fatto registrare 21 reti in 32 incontri, guadagnandosi il trasferimento in Serie D al Chieri. Qui le sue cifre sono calate, complice sia il livello più alto sia l’allontanamento dalla porta: parliamo comunque di 15 gol e 1 assist in 34 partite tra campionato e coppa.

Sempre in D, l’anno successivo col Gozzano, ha segnato 5 gol in 22 partite, portando il club alla storica promozione in Serie C, dove si è mantenuto su questi numeri: 5 gol e 1 assist in 35 partite all’esordio tra i professionisti, risultati nella chiamata da parte del Crotone, in Serie B. Nel campionato cadetto ha quindi messo a segno 6 gol e 7 assist in 36 partite complessive, centrando la seconda promozione con un proprio club.

Messias statistiche: la stagione in Serie A col Crotone

Leggi anche | Il Crotone sta retrocedendo, ma con dignità

La fama di Junior Messias è ovviamente legata alla stagione 2020/2021, la sua prima in Serie A in assoluto, durante la quale non è riuscito a salvare il Crotone, ma ha brillato realizzando 9 gol e 5 assist in 37 partite, tra campionato e Coppa Italia.

È partito titolare in tutti i match disputati, saltandone appena due: uno per un virus intestinale e un altro per squalifica dovuta a somma di ammonizioni. La sua irruenza nei contrasti è infatti un altro fattore significativo nel giocatore brasiliano: sebbene non sia mai stato espulso in carriera, ha subito diverse ammonizioni; vale a dire 6 nella scorsa stagione e 7 in quella precedente in Serie B. In tutta la carriera, Messias è attualmente a 20 cartellini gialli totali.

Leggi anche | Finalmente la tanto attesa Champions: come giocherà quest’anno il MIlan?

Le sue statistiche più importanti, però, riguardano l’ampio contributo al gioco che riesce a dare. I suoi 9 gol dell’ultimo anno sono arrivati grazie a 98 tiri, di cui 31 nello specchio della porta: significa che ha inquadrato lo spazio tra i pali in quasi un terzo (32%) dei tentativi. In aggiunta a questo, ha fatto registrare una percentuale di passaggi riusciti pari al 78,5% e di cross riusciti del 19,5% (non male, per un giocatore che predilige il passaggio basso e corto), con ben 32 passaggio chiave messi a referto.

La già citata irruenza nei contrasti si traduce anche in un valido apporto difensivo. Nella scorsa stagione, Messias ha completato 60 tackle, con 35 palloni intercettati, 166 recuperati, 292 contrasti vinti e solo 260 persi, senza aver mai commesso alcun errore che ha poi condotto al gol da parte degli avversari. Interessante anche la sua statistica sui dribbling, vero marchio di fabbrica: quelli riusciti rappresentano il 64% di quelli tentati.

Leggi anche | Girone Milan in Champions League: avversarie e calendari

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti