La Juventus su José Gaya: come gioca e quanto può costare il terzino del Valencia?

José Gaya, terzino del Valencia classe 1995, è uno degli obiettivi dell’estate della Juventus. Chi è e quanto potrebbe costare lo spagnolo?

LEGGI ANCHE: Cosa c’è da sapere sulla finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus

Aria di rifondazione in casa Juventus, e con la probabile partenza di Alex Sandro i bianconeri stanno pensando a un sostituto all’altezza, che potrebbe arrivare dalla Spagna: l’ultima indiscrezione di calciomercato vede infatti Paratici sulle tracce di José Gaya del Valencia.

Classe 1995, Gaya è cresciuto nei Blanquinegres e ne è oggi il capitano, nonché uno dei giocatori più rappresentativi. Però, le varie difficoltà tecniche e societarie del club potrebbero presto spingerlo a cambiare aria.

José Gaya, chi è il terzino del Valencia

LEGGI ANCHE: Valencia, i tifosi ingaggiano mariachi contro Peter Lim

Nativo di Pedreguer, nella Comunità Valenciana, Gaya è emerso nella seconda squadra del Valencia nella stagione 2012/2013 sotto la guida di Paco Lopez, attuale tecnico del Levante. Con il passaggio in prima squadra di Juan Bernat, Gaya divenne titolare nel Valencia Mestalla, giocando una stagione molto convincente ed entrando nel giro della formazione maggiore.

In quella stagione, Ernesto Valverde lo fece debuttare in Coppa del Re, e nella successiva Miroslav Djukic gli concesse la prima presenza in Champions League, mentre Juan Antonio Pizzi, chiamato in corsa a sostituire il serbo, lo schierò per la prima volta in Liga.

LEGGI ANCHE: Il razzismo in Cadiz-Valencia è solo l’ennesima occasione persa

Nel 2014, con le partenze di Jeremy Mathieu verso il Barcellona e Bernat verso il Bayern Monaco, Gaya è divenuto titolare fisso del Valencia grazie a Nuno Espirito Santo. Le sue annate migliori, però sono state quelle dal 2017 al 2019, quando in panchina sedeva Marcelino e il club si è piazzato due volte al quarto posto in Liga, ha fatto una semifinale di Europa League e vinto una Coppa del Re.

José Gaya, come gioca

Terzino sinistro di spinta, rapido e prestante fisicamente, José Gaya è un giocatore completo sotto diversi punti di vista, anche se particolarmente portato per il gioco offensivo. La sua abilità nel dribbling lo rende un estremamente utile in fase di possesso palla, ma ancora di più nelle sue incursioni verso l’area avversaria: in carriera da professionista ha segnato solo 10 reti, ma in compensi ha servito 28 assist, di cui 5 solo in questa stagione.

LEGGI ANCHE: “Mr. Wolf” Marcelino sta risolvendo anche i guai dell’Athletic Bilbao

Come ruolo e capacità tecnico-tattiche sarebbe quindi il sostituto ideale di Alex Sandro, e sarebbe anche in grado di ricoprire diversi ruoli in campo: non solo il terzino mancino classico in una difesa a quattro, ma anche l’esterno di centrocampo nel 3-5-2, opzione da tenere in considerazione nel caso Allegri dovesse tornare alla Juventus.

Il punto sulle trattative

La stagione del Valencia è stata, per l’ennesima volta, catastrofica, e l’esonero dell’allenatore Javi Gracia a quattro giornate dalla fine dopo la sconfitta interna col Barcellona conferma una situazione societaria sempre più instabile. In questo contesto, non è difficile immaginare che un giocatore del livello di Gaya possa volersi trasferire in un club di più alto livello.

LEGGI ANCHE: Cosa succede a Gonçalo Guedes?

Il suo contratto col Valencia scade nel 2023, quindi chiunque voglia acquistarlo dovrà ascoltare le richieste del club. La Juventus ci prova, e con la cessione di Alex Sandro (che piace al Chelsea) potrebbe trovare senza difficoltà il denaro necessario per l’operazione. Secondo il Mundo Deportivo, però, su di lui ci sarebbero pure Barcellona e Atletico Madrid.

Sul fronte salariale, José Gaya guadagna a Valencia 3,3 milioni di euro all’anno, ma vista anche l’età e le prospettive di carriera, si aspetterà un’offerta considerevolmente migliore.

LEGGI ANCHE: Quali sono i migliori terzini al mondo?

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!