Italia Galles: 1-0 | Statistiche, migliore in campo e le parole di Mancini

Italia Galles regala il primo posto agli azzurri nel Girone A della prima fase dell’Europeo. La vittoria degli azzurri, arrivata grazie al primo gol azzurro di Matteo Pessina, certifica il grande stato di forma dei ragazzi di Mancini. 

Dopo le vittorie contro Svizzera e Turchia, Mancini presenta la formazione titolare con otto cambi rispetto alla partita precedenti: secondo i dati di Opta, mai gli azzurri avevano rivoluzionato così tanto la formazione titolare in uno dei maggiori tornei internazionali. 

L’ennesima conferma di come gli azzurri abbiano a disposizione una rosa lunga in cui tutti i giocatori sono coinvolti nel progetto europeo. 

Leggi anche | Locatelli brilla con l’Italia: quale sarà il suo futuro?

Italia Galles: 1-0 | Statistiche e curiosità

Con il gol di Matteo Pessina nel primo tempo di Italia Galles l’Italia mette a segno il settimo gol della sua campagna europea di quest’anno, stesso risultato ottenuto ai mondiali del 1998, in cui le reti furono proprio sette al termine delle prime tre gare della competizione. 

Italia Galles si giocò l’ultima volta nel 2003, nel corso di una qualificazione agli Europei di Portogallo vinti poi dalla Grecia di Charisteas. In quell’occasione Filippo Inzaghi segnò la sua prima e unica tripletta con la maglia azzurra, in un match terminato 4-0 con la rete finale di Del Piero su rigore. 

Matteo Pessina si conferma inoltre uomo dalle prima volte speciali: a 17 anni va a segno all’esordio in C (Monza-Pro Patria). Nel corso della scorsa stagione – la prima in Serie A col Verona – realizza il gol-vittoria contro il Lecce. Con la rete in Italia Galles segna anche all’esordio da titolare ad Euro 2020.

Con la vittoria contro il Galles, la nazionale di Mancini raggiunge la storica squadra di Vittorio Pozzo con 30 partite di fila chiuse da imbattuta. La precedente striscia aveva compreso gli anni dal 1935 al 1939. 

Inoltre, la nazionale azzurra è arrivata a quota 1.055 minuti senza subire gol, l’ultima volta in cui gli azzurri hanno subito un gol era il 14 novembre 2020, nel corso del match di Nations League contro l’Olanda, terminato poi 1-1. 

Con la vittoria contro il Galles l’Italia ha vinto tre partite su tre in una singola fase a gironi tra Europei e Mondiali per la quarta volta (2000, 1990 e 1978 le altre).

Leggi anche | L’importanza di Jorginho nella nazionale di Mancini 

Italia Galles: 1-0 | Migliore in campo 

Sebbene Matteo Pessina sia stato il match winner di Italia Galles, la palma del migliore in campo è da assegnare a Marco Verratti. 

Il centrocampista del Paris Saint Germain è tornato titolare dopo mesi di assenza dalla formazione tipo di Mancini a causa di diversi infortuni che ne hanno rallentato l’avvicinamento all’Europeo. 

Alla vigilia del match il tecnico degli azzurri si è così espresso nei confronti del centrocampista: 

“Verratti ha bisogno di giocare. Dopo tanti giorni che si allena, sta bene. Se entrerà in campo com’è probabile che sia, vedremo come starà dopo la fine del primo tempo, le sue sensazioni. Valuteremo lì”

Leggi anche | Italia – Svizzera: 3-0 | Statistiche, migliore in campo e le parole di Mancini

Visto l’esito della partita e i novanta minuti giocati da Verratti nel corso di Italia Galles, Mancini potrà stare tranquillo in vista degli ottavi di sabato riguardo al reparto di centrocampo: con Locatelli, Jorginho e Barella sugli scudi, il rientro di Verratti a pieno regime costituisce un recupero importante per la fase finale della competizione. 

Italia Galles: 1-0 | Le dichiarazioni di Mancini 

A margine di Italia Galles, match vinto per uno a zero con gli avversari in dieci dopo l’espulsione di Ampadu, il tecnico della nazionale Mancini ha parlato: 

“Fa piacere aver eguagliato Pozzo che è un mito, ma lui ha trofei molto più importanti delle 30 partite. Siamo molto felici perché tutti i ragazzi che hanno giocato sono stati molto bravi, non era una partita scontata. Abbiamo meritato e i ragazzi sono stati straordinari.”

“Avrei cambiato gli esterni anche se la partita fosse stata decisiva, avevamo bisogno di forze nuove e di far giocare tutti. Per me era un problema anche prima quando erano infortunati, sono giocatori che hanno recuperato bene e che sono abituati a giocare grandi partite. Sarà un dispiacere lasciar fuori qualcuno, ma è meglio poter contare su tutti.”

“Riguardo Chiesa sicuramente Federico giocherà a destra e si è sempre espresso al massimo. A volte tendiamo a cambiare per mettere in difficoltà gli avversari ma nulla di più.”

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!