HomeCalciomercatoNiente agenti, il calciomercato viene deciso dai calciatori

Niente agenti, il calciomercato viene deciso dai calciatori

Non solo gli agenti, ora anche i calciatori studiano a dovere le mosse ideali per ottenere ciò che vogliono e trasferirsi senza costi ulteriori

Nell’epoca in cui il calcio è sempre più ostaggio dei procuratori, anche i giocatori che non dispongono di agenti senza scrupoli si stanno dimostrando piuttosto attenti a calcolare le proprie mosse dal punto di vista contrattuale. I casi di Lorenzo Insigne, Raphael Varane e Kylian Mbappé sono solo alcuni tra i più indicativi di un trend sempre più attuale. Parliamo di tre simboli delle loro squadre di club che dopo anni di servizio stanno paventando un addio.

LEGGI ANCHE: Lorenzo Insigne, statistiche e stipendio: quanto guadagna l’esterno del Napoli

insigne
Lorenzo Insigne of SSC Napoli reacts during the Serie A football match between SSC Napoli and Hellas Verona at Diego Armando Maradona stadium in Napoli (Italy), May 23rd, 2021.
Photo Cesare Purini / Insidefoto

Insigne e Varane, una fragile fascia di capitano

Le situazioni di Insigne e Varane sono quelle più simili tra di loro. Parliamo, infatti, di due uomini simbolo di Napoli e Real Madrid. Primo capitano azzurro e secondo capitano merengue, i due cercano il loro ultimo grande contratto della carriera, qualcosa di plausibile per un trentenne e un ventottenne. La loro scadenza tra meno di un anno li rende padroni del loro destino, nonostante si tratti di due casi scindibili dal punto di vista affettivo. Se, infatti, Insigne è legato anima e corpo al Napoli, squadra per la quale fa il tifo da quando ha memoria, l’identificazione di Varane con la casaca blanca del Real è relativa.

LEGGI ANCHE: Real Madrid, via Sergio Ramos e Varane: Alaba e non solo, come cambia la difesa

Non a caso le ultime indiscrezioni vorrebbero il difensore francese già d’accordo con il Manchester United per una cifra intorno ai 45 milioni di euro, qualcosa di congruo vista la scadenza tra 11 mesi e soprattutto a causa dell’abbassamento netto dei prezzi globali a causa del covid. Mentre per il numero 24 azzurro si prospetta un lungo periodo di tentennamenti, ai quali dovrà far fronte anche la società partenopea, per il difensore di origini martinicane sembra essersi chiuso un ciclo di 10 anni al Santiago Bernabeu. E proprio la sua cessione potrebbe sbloccare un affare a lungo contemplato da Florentino Perez

stipendio mbappé
Kylian Mbappe (PSG)
Paris 10/03/2021
Paris Saint Germain PSG – Barcelona
Champions League 2020/2021
Photo JB Autissier / Panoramic / Insidefoto
Italy Only

Mbappé, promesso sposo blanco

Vestirsi di blanco è sempre stato il sogno di un Mbappé dapprima fan di Cristiano Ronaldo e poi sempre attirato dall’onnipotenza del club spagnolo. Il funambolo di Bondy, un classe 1998 che ha davanti a sé almeno dieci anni ad altissimi livelli, non ha mai nascosto le sue simpatie per il Real e, soprattutto, ha manifestato spesso l’idea di abbandonare la Ligue 1 nel tentativo di svezzarsi da un campionato dove ha imparato molto ma nel quale si sente in parte limitato.

Sebbene il club madrileno non possa permettersi in questo momento spese folli, risulterebbe plausibile accordarsi a gennaio con Mbappé per ingaggiarlo a costo zero nel giugno 2022, utilizzando così i soldi intascati dalla cessione di Varane per far fronte a le esigenze del giovane attaccante, il quale vorrà sicuramente guadagnare più dei 18 milioni netti annuali che percepisce a Parigi.

LEGGI ANCHE: Perché Mino Raiola è il miglior agente che un calciatore possa desiderare

La nuova legge del calciomercato

In sostanza, nonostante nessuno di questi tre calciatori sia assistito da un gruppo di procuratori che tendono tendenzialmente al profitto, come nei noti casi di Mino Raiola, Jorge Mendes o Kia Joorabchian, le loro vicende di mercato fotografano alla perfezione il momento attuale del calciomercato.

Al giorno d’oggi il parere del giocatore è dominante e, specialmente in un periodo storico in cui il covid ha ridotto notevolmente le entrate, poter permettere di essere ingaggiati senza costi dà ai diretti interessati la possibilità di guadagnare sull’ingaggio futuro. Dopo Varane e probabilmente Mbappé, resterà da vedere quale sarà la scelta di un Insigne ancora ovattato dopo la vittoria dell’Euro 2020.

LEGGI ANCHE: Stipendio Mbappé: quanto guadagna al PSG?

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Antonio Moschella
Antonio Moschella
Lavora viaggiando e viaggia lavorando. Giornalista dal 2010, attualmente collabora con Tuttosport e Fanpage. Ha scritto per El País, France Football, La Nación ed El Gráfico.

Articoli recenti