HomeCalcio EsteroUn 2003 che è già una stella del Barcellona: alla scoperta di...

Un 2003 che è già una stella del Barcellona: alla scoperta di Ilaix Moriba

Ilaix Moriba è il nuovo baby-fenomeno della Masia del Barcellona, che con Ansu Fati e Pedri forma un terzetto di 18enni destinato a scoplire il futuro del club. Scopriamo qualcosa di più su di lui

LEGGI ANCHE: In tempi di crisi, la Masia sta salvando il Barcellona

Sembra quasi parte di una sceneggiatura: nel weekend che sancisce il ritorno di Joan Laporta sul seggio presidenziale del Barcellona, un tassello del futuro del club blaugrana va al suo posto con il primo gol in Liga di Ilaix Moriba, il nuovo talento della Masia.

È diventato maggiorenne il 19 gennaio scorso, ma è dall’inizio della stagione che Ronald Koeman lo sta tenendo d’occhio, decidendo infine di dargli un po’ di spazio in prima squadra. Il 9 gennaio, il tecnico olandese lo ha convocato per la prima volta in un match di Liga, contro il Granada, e il 21 è arrivato l’esordio in Copa del Rey contro il Cornellà.

L’ascesa di Moriba nel 2021

LEGGI ANCHE: Perché è stato arrestato Bartomeu, ex-presidente del Barcellona

Brucia le tappe in fretta, Ilaix Moriba, che il 13 febbraio gioca la sua prima partita in Liga, servendo un comodo assist per l’1-0 di Trincão all’Alaves. Due settimane dopo, subentra a venti dalla fine contro il Siviglia, sostituendo Pedri, duetta con Messi e manda l’argentino in porta per il 2-0. Alla sua terza presenza in campionato, tutto ciò che gli restava da fare era il gol: all’83° Messi lo vede e restituisce il favore, Moriba finta il tiro, rientra sul sinistro, e dal limite dell’area scocca il tiro che gli vale la prima rete tra i professionisti.

Non è un ragazzo dei record come Ansu Fati, più vecchio di lui di circa tre mesi, ma quante squadre nel mondo possono vantare due 18enni così (tre, se ci mettiamo anche Pedri)? Ilaix Moriba è comunque il primo 2003 a giocare titolare nel Barcellona, un piccolo primato che pone sulle spalle un certo peso, quello del futuro del club, oggi più che mai in un momento di ricostruzione.

LEGGI ANCHE: Questa sembra proprio la stagione di Pedri

Dalla Guinea a Barcellona

Centocampista centrale dagli imponenti mezzi fisici, Ilaix Moriba è già stato più volte paragonato a Paul Pogba, e con le sue qualità potrebbe presto diventare un elemento molto importante nella prima squadra del Barça, a cui un giocatore come lui farebbe già adesso molto comodo.

Moriba Kourouma Kourouma, questo il suo nome all’anagrafe, è di origine guineana proprio come Ansu Fati, solo che se quest’ultimo proviene dalla Guinea-Bissau Moriba è originario della confinante Guinea-Conakry (più spesso nota semplicemente come Guinea). Allo stesso tempo, per via paterna, è anche uno dei figli della diaspora liberiana, proprio come il canadese del Bayern Monaco Alphonso Davies.

LEGGI ANCHE: Il Barcellona riparte da Oscar Mingueza

Quand’era ancora bambino, la sua famiglia si è trasferita in Catalogna, giocando prima con l’Espanyol e, dal 2010, con il Barcellona. Così ha potuto prendere la cittadinanza spagnola, che gli ha permesso di esordire nell’U17 nel 2019. In quell’anno, il suo nome è iniziato a circolare con insistenza tra gli addetti ai lavori, suscitando l’interesse di noti club europei come Manchester City e Juventus.

Un talento blindato dal Barcellona

Il Barça non è una società che si lascia sfilare facilmente le sue promesse. Non appena le avversarie hanno iniziato a volteggiare attorno a Moriba, il club blaugrana ha fatto firmare al ragazzo, all’epoca appena 16enne, un contratto professionistico da 500.000 euro stagionali più bonus, da cui spicca una clausola rescissoria da 100 milioni.

LEGGI ANCHE: Nel Barcellona si sta consolidando Ronald Araujo

Merito anche del suo agente, la potentissima Stellar Football, un colosso del settore, ben inserito nel calcio inglese e spagnolo: sotto contratto, oltre al giovane fenomeno Ilaix Moriba, ci sono Gareth Bale, Eduardo Camavinga, Saul Ñiguez, Jack Grealish, Mason Mount, Unai Simon, Luke Shaw e Sergiño Dest.

L’attuale contratto del 2003 del Barcellona scadrà solo nel giugno 2022, e prima di allora è facile che vedremo altri gol e un nuovo ricco accordo, su cui la società appena tornata nelle mani di Laporta intende costruire il proprio futuro.

LEGGI ANCHE: Unai Simon, il ragazzo dell’Athletic che sta conquistando la Spagna

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti