Giuseppe Iachini alla Sampdoria: come giocheranno i blucerchiati

Il binomio Iachini Sampdoria è vicino a concretizzarsi: ecco come giocherebbero i doriani nella prossima stagione con il nuovo tecnico.

La panchina della Sampdoria presto avrà un padrone che, a meno di colpi di scena clamorosi, dovrebbe essere Giuseppe Iachini. Saltato Dionisi (molto vicino al Sassuolo) e accantonate ipotesi sorprendenti (come Patrick Vieira o il tecnico della Primavera Felice Tufano), Iachini è il profilo che convince maggiormente la dirigenza blucerchiata. Le parti stanno limando gli ultimi dettagli, con l’annuncio ufficiale che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Iachini Sampdoria
Fonte: Instagram (@beppe_iachini)

Iachini atto secondo, dopo la promozione in A del 2012

Il binomio Iachini Sampdoria è già andato in scena, dato che il tecnico ha allenato questo club anche nella stagione 2011/12. I doriani erano in Serie B e, dopo una partenza stentata con Gianluca Atzori in panchina, il 14 novembre 2011 arrivò il cambio di guida tecnica con l’ingaggio di Iachini. Il nuovo tecnico riuscì a raddrizzare la stagione, chiudendo al sesto posto con annessa qualificazione ai playoff.

Leggi anche: Il VAR agli Europei: come funziona e cosa è successo

Al primo turno degli spareggi promozione la Samp incontrò il Sassuolo, superato con una vittoria all’andata e con un pareggio in Emilia. La finale fu con il Varese, sconfitto sia all’andata che al ritorno. Un exploit che consente alla Sampdoria ancora oggi di essere l’unica squadra salita in Serie A dopo aver chiuso la regular season al sesto posto.

Leggi anche | Vaccini Copa America 2021: cosa sta succedendo?

Nonostante l’importante traguardo raggiunto, Iachini non venne confermato per la stagione successiva (ad allenare la Samp andò Ciro Ferrara). Adesso ha la possibilità di guidare finalmente i blucerchiati anche in massima serie.

Iachini Sampdoria: 3-5-2, difesa d’acciaio e ripartenze

L’aspetto più importante che dovrebbe caratterizzare il passaggio di consegne tra Claudio Ranieri e Giuseppe Iachini sarà il cambio di modulo. Ranieri infatti adoperava prevalentemente il 4-4-2 e il 4-4-1-1, mentre Iachini propone sempre il 3-5-2 come schema privilegiato.

LEGGI ANCHE: Alessio Dionisi al Sassuolo: come giocheranno gli emiliani

La differenza tra la nuova Sampdoria e quella della scorsa stagione dovrebbe però essere più nella forma che nella sostanza, visto che i due tecnici prediligono un calcio fatto di una fase difensiva d’acciaio e di ripartenze fulminee. La Samp di Ranieri era anche molto aggressiva sul piano del pressing: un pregio che probabilmente Iachini proverà a conservare.

Dal punto di vista degli uomini da mettere in campo, non mancano i giocatori funzionali al 3-5-2 di Iachini. Su tutti Antonio Candreva, splendido interprete di questo sistema di gioco soprattutto nella Nazionale di Antonio Conte. La palla passa al campo, con Iachini chiamato a dare continuità a quanto di buono ha fatto Ranieri nelle ultime due stagioni.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!