Hazard è in un “momento triste”, secondo il ct del Belgio

Hazard non sta vivendo il miglior periodo della sua vita, ed è da molto che si attende di tornare a vederlo ai suoi soliti livelli. Anche il ct del Belgio se n’è accorto.

Leggi anche | Belgio, perché la Generazione d’Oro non vince mai

Martedì ha lasciato il ritiro della Nazionale prima della sfida con il Galles, e anche se ormai la qualificazione era al sicuro lo stato di forma di Eden Hazard ha convinto il suo allenatore Roberto Martinez a lasciarlo riposare a Madrid.

Le condizioni della stella del Belgio sono abbastanza deludenti da ormai quasi due anni, da quando ha lasciato il Chelsea, e molti tifosi si chiedono quando tornerà al meglio. Il ct dei Diavoli Rossi, però, non ha una risposta.

Il “momento triste” di Hazard

Leggi anche | Chi è Roberto Martinez, il ct del Belgio che ha già battuto Mancini

Si trova in un momento triste, a livello calcistico – ha spiegato Roberto Martinez al programma tv spagnolo El Partidazo de COPE – È un leader, ha guidato tanti progetti vincenti inquesti anni, ma al momento non ha il ritmo partita”.

roberto martinez belgio
Fonte: Insidefoto

Parole che confermano che il trequartista belga soffre ancora dei postumi dei numerosi infortuni delle sue ultime stagioni, che gli hanno impedito di dimostrare appieno il suo valore dopo il trasferimento al Real Madrid. Nell’estate 2019 Hazard ha infatti lasciato il Chelsea per i Blancos dietro il pagamento di 115 milioni di euro.

Leggi anche | Belgio, De Bruyne analizza le ragioni del fallimento

Uno degli acquisti più onerosi della storia della Liga, ma che finora si è rivelato abbastanza un buco nell’acqua per Florentino Perez: al Real ha giocato complessamente appena 2.856 minuti, realizzando 5 gol e 9 assist. Molto più numerosi, invece, i giorni persi per infortunio: si registrano infatti ben 14 diversi problemi fisici, che gli sono costati 419 giorni in infermeria e 58 partite saltate.

Chiaramente, Roberto Martinez spera di poter tornare presto ad averlo a disposizione, dato che Hazard è uno dei leader tecnici e carismatici del Belgio, anche più determinante di De Bruyne. Senza di lui a piena forma, il Belgio è stato abbastanza inefficace contro l’Italia ai quarti degli scorsi Europei, e i Mondiali del 2022 rappresentano ora l’ultima occasione per non lasciare questa generazione a pancia vuota.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

I  numeri della stagione di Hazard

Leggi anche | La classifica degli infortuni più costosi: dominano Hazard e il Real Madrid

Per adesso, però, nulla lascia sperare in una positiva svolta imminente nella stagione di Eden Hazard. Anche questa annata è partita male, con l’infortunio alla coscia a fine giugno che gli ha fatto saltare tutta la preparazione col Real Madrid.

stipendi real madrid
Fonte immagine: @MadridXtra (Twtter)

Ancelotti lo ha schierato in 11 partite stagionali, ma senza mai riuscire a restare in campo per tutti i 90 minuti. Addirittura, l’ultima volta che il belga ha giocato per almeno mezz’ora con le Merengues risale al 28 settembre con lo Sheriff Tiraspol. Nel frattempo, l’esplosione di Vinicius Jr. sembra averlo ormai relegato a seconda linea del Real.

Leggi anche | Vinicius Jr, una giocata speciale: l’app per aiutare i bambini poveri

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI