Gabriel Napoli

Da Lilla a Napoli, con un biglietto di sola andata. Secondo le ultime indiscrezioni, il club di De Laurentiis sarebbe vicinissimo al colpo Gabriel Magalhães, ventiduenne centrale brasiliano. Un’operazione che, se dovesse andare in porto, potrebbe far presagire un addio di Koulibaly a fine stagione.

Euforia senza limiti. E non potrebbe essere altrimenti in casa Napoli. Perché gli uomini di Gennaro Gattuso hanno conquistato la sesta Coppa Italia nella storia del club azzurro, superando ai rigori la Juventus di Sarri e Higuain, vecchi idoli un tempo amati. Ora, con un importante trofeo in bacheca, i partenopei si apprestano a riprendere il proprio cammino verso un piazzamento Champions. Ma in attesa del ritorno in campo (martedì sera, nella difficile trasferta di Verona), il club campano rimane molto attivo sul mercato, alla ricerca di nuove pedine per migliorare la rosa del tecnico ex Milan in vista della prossima stagione.

RONALDO – IMMOBILE, LA SFIDA DEL GOL: NEL MIRINO IL RECORD DELLA SERIE A

Numerosi rumors di mercato vedrebbero infatti Gabriel Magalhães, centrale brasiliano del Lille, vicino alla firma su un contratto quinquennale da 2 milioni di euro netti a stagione, con il Napoli pronto a versare nelle casse del club francese i 22 più bonus richiesti. Un investimento importante per De Laurentiis, fortemente deciso a superare la concorrenza del Paris Saint-Germain e dell’Everton di Carlo Ancelotti per regalare al suo tecnico un prospetto interessante.

CHI È ROGER IBAÑEZ, IL NUOVO PLAY NELLA DIFESA DELLA ROMA

Aspettare

Approdato al Lille nel 2016 dopo un’ottima annata tra le fila dell’Avaì, club in cui è calcisticamente cresciuto, l’allora giovanissimo Gabriel è stato poi ceduto in prestito al Troyes prima e alla Dinamo Zagabria poi nel corso della stagione 2017-2018. Esperienze poco felici, queste ultime. Alla fine dell’anno, le sue statistiche riporteranno infatti soltanto il segno 1 sul numero di presenze con la prima squadra dei croati.

Quattro, invece, i gettoni collezionati con i francesi. “È troppo acerbo. Non si adatterà mai al calcio europeo”, il parere di molti tifosi e addetti ai lavori nei confronti di un giocatore che, probabilmente, ha risentito parecchio del grande salto dalla Serie B brasiliana al vecchio continente. Eppure, il Lille ha deciso di aspettarlo.

View this post on Instagram

miss you Football. 😣⚽️

A post shared by Gabriel Magalhães (@_gabrielmagalhaes) on

CHI È RAZVAN MARIN, CARATTERISTICHE DEL NUOVO TALENTO DEL CAGLIARI

Sicurezza per Galtier

Diciassette presenze tra Ligue 1, Coupe de France e Coupe de la Ligue nell’anno del suo ritorno nel nord della Francia. Il 14 aprile del 2019, poi, la gioia per il primo gol in maglia Lille, nella manita casalinga contro il Paris Saint-Germain. Segnali evidenti di crescita e maturazione. Quest’anno, infine, la definitiva esplosione. Il centrale brasiliano ha letteralmente scalato le gerarchie all’interno della rosa di Christophe Galtier, trasformandosi in una pedina imprescindibile nel suo undici titolare. Il classe ’97 brasiliano ha collezionato 34 presenze e messo a segno una rete nel corso di questa stagione, attirando così le attenzioni di numerosi club.

VINCENZO GRIFO, L’ITALIANO CHE HA QUASI PORTATO IL FRIBURGO IN EUROPA

Gabriel, caratteristiche tecniche

L’eventuale sbarco di Gabriel ai piedi del Vesuvio potrebbe far scorrere definitivamente i titoli di coda sull’esperienza di Kalidou Koulibaly in maglia azzurra. Il senegalese, da tempo sui taccuini delle principali potenze calcistiche europee, verrebbe così sostituito da un difensore che, per caratteristiche fisiche, pare non discostarsi troppo da quest’ultimo. Con i suoi 190 cm per 87 kg, Gabriel è un difensore roccioso che fa dell’uno contro uno la sua arma migliore.

MANCHESTER CITY, SANE’ POTEVA ESSERE MA NON E’ STATO (O QUASI)

Provvisto di una buona visione di gioco, il gioiello del Lille abbina un buon senso della posizione a una grande pulizia e precisione negli interventi. Una prova? I soli 6 cartellini gialli rimediati quest’anno. Il talento di San Paolo è inoltre provvisto di una buona tecnica individuale, fattore che gli permette di impostare con autorevolezza e far ripartire con i tempi giusti l’azione dalla linea difensiva.

Con il Napoli pronto ad assicurarsi il suo sì, Gabriel è ora pronto al grande, definitivo salto. La Serie A lo aspetta.

Per restare sempre aggiornati, seguici su Instagram e Facebook