Eriksen pronto all’addio all’Inter: si decide la settimana prossima

Eriksen è ormai pronto a salutare l’Inter: il problema cardiaco che lo ha colpito durante gli Europei non gli permette di continuare a giocare in Italia.

È tornato ad allenarsi ieri in Danimarca, Christian Eriksen ma purtroppo questa non è rappresenta necessariamente una buona notizia per l’Inter. La situazione del centrocampista danese resta infatti molto complessa e di difficile risoluzione.

Leggi anche | Eriksen non tornerà a giocare, il professor Thiene ci spiega perché

Il club nerazzurro dovrà valutare nei prossimi giorni il da farsi, ragionando assieme al giocatore, ma tutto sembra puntare nella direzione di una separazione tra le due parti, al fine di poter garantire il prosieguo della carriera dell’ex-Tottenham.

La situazione con Eriksen

Come molti ricordano, Eriksen ha avuto un collasso in campo il 12 giugno scorso, durante la sfida tra Danimarca e Finlandia degli Europei, e si è temuto per la sua vita. Le visiste mediche hanno evidenziato un problema cardiaco che finora non era mai emerso nel corso della carriera, che lo ha costretto all’impianto di un defibrillatore.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

eriksen
Fonte immagine: @Daily_Hotspur (Twitter)

Questo strumento, fondamentale per monitorare le sue funzioni cardiache ed evitargli un altro collasso, non garantisce però di poter essere ritenuti idoneti all’attività agonistica in tutti i paesi. In Italia, ad esempio, le regole sono poco compatibili con la situazione di Eriksen: a decidere la sua idoneità sarà quindi una visita medica, che si terrà la prossima settimana.

Leggi anche | Eriksen avrà un defibrillatore cardiaco, ma il suo futuro in Italia si complica

Verrà così deciso il futuro del centrocampista nerazzurro, tra i protagonisti dello scudetto dell’anno scorso, anche se molto probabilmente non sarà possibile ottenere l’idoneità in Italia. Eriksen, quindi, è già pronto a rescindere il contratto con l’Inter, liberandosi prima della fine del 2021 e lasciando di conseguenza il nostro paese per trovare un ingaggio altrove.

Cosa succede ora?

Infatti ogni paese ha leggi diverse in merito, e se l’Italia non permette a un giocatore con un impianto ICD di praticare sport a livello agonistico, la stessa cosa è permessa in paesi come Regno Unito e Olanda, dove ha giocato e gioca tutt’ora un altro calciatore nella stessa situazione del danese, ovvero Daley Blind.

Il contratto di Eriksen con l’Inter dura fino al 2024, ma con una rescissione nei prossimi giorni il giocatore sarà libero di discutere un nuovo accordo con qualsiasi altro club. Dal canto suo, l’Inter non dovrà andare avanti a pagare il suo ingaggio da 10 milioni di euro l’anno, che comunque nell’ultimo periodo era stato in gran parte coperto dall’assicurazione della FIFA.
inter
Fonte: @inter (Instagram)

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI