Dumfries vs Theo: è il Derby dei terzini

Si avvicina il Derby di Milanotra Inter e Milan, e la sfida nella sfida è quella tra i due terzini, Dumfries da una parte e Theo Hernandez dall’altra.

È di nuovo tempo di Inter Milan, un derby di alta classifica a Milano tra la prima e la seconda della Serie A, ma anche una sfida tra due dei terzini più determinanti del nostro campionato. L’anno scorso, la sfida mise davanti Hakimi e Theo Hernandez, mentre oggi lo spagnolo dovrà vedersela con Denzel Dumfries.

I due si affronteranno per la prima volta, uno contro l’altro nella stessa fascia di competenza (quella destra, per l’olandese; quella mancina, per l’iberico), dopo che nel match di andata dello scorso 7 novembre Theo Hernandez era stato assente per squalifica, mentre Dumfries era sceso in campo nel quarto d’ora finale.

LEGGI ANCHE: Alexander Isak, chi è l’erede di Ibra che piace al Milan

Dumfries contro Theo Hernandez: i numeri del Derby

Lo status dei due giocatori nei propri club non è chiaramente lo stesso: Theo è, dalla scorsa stagione, un giocatore fondamentale per il Milan, al punto da essere quasi un regista esterno nella squadra di Pioli. La sua influenza sul gioco dei rossoneri è ben rappresentata dai suoi numeri: 4 gol e 5 assist in 19 partite, miglior assistman e quinto principale realizzatore del club.

Dumfries, invece, è alla prima esperienza fuori dall’Olanda ed è stato investito dell’ingrato compito di sostituire Hakimi, ma dopo un inizio un po’ incerto si è conquistato un ruolo di primo piano nei movimenti della squadra di Simone Inzaghi. Per lui, “solo” 3 gol e 3 assist in 19 partite, ma con meno minuti a disposizione rispetto al rivale milanista: 1.543 minuti in campo in Serie A per Theo, contro 938 per Dumfries.

Il confronto, da questo punto di vista, arride all’olandese dal punto di vista delle reti (un gol e un assist ogni 313 minuti, contro i 386 di Hernandez), mentre è il terzino del Milan a prevalere negli assist (uno ogni 309 minuti).

Ma c’è un’altra statistica in cui è il terzino olandese ad avere la meglio, cioè quella della pericolosità offensiva media: Dumfries risulta infatti più pericoloso in attacco rispetto al rivale, con una media di 0,27 xG e di 0,22 xA (expected assist) a partita, mentre Theo Hernandez si ferma rispettivamente a 0,24 e 0,17.

Il giocatore del Milan non sarà forse temibile in fase offensiva quando quello dell’Inter (pur avendo migliorato i suoi numeri rispetto alla scorsa stagione), ma è sicuramente più presente in campo, coprendo una media di 9,4 chilometri a partita. Quasi uno in più di Dumfries, che in questa speciale classifica fa segnare una media di 8,6 chilometri per match.

LEGGI ANCHE: Inter, niente Correa contro Milan, Roma, Napoli e Liverpool

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI