La Juventus dovrebbe rinnovare De Sciglio?

De Sciglio va in scadenza a giugno, e in questi anni è stato spesso criticaro dai tifosi bianconeri, che ora non sembrano felici del suo imminente rinnovo di contratto.

Sembra sia solo questione di dettagli per la firma del prolungamento di contratto tra Mattia De Sciglio e la Juventus: arrivato ormai a pochi mesi dalla scadenza, il terzino classe 1992 dovrebbe rinnovare fino al 2025, secondo le fonti di Sky Sport.

Una decisione che, però, non sta ricevendo reazioni molto positive sui social da parte della tifoseria, che da tempo accusa l’ex-milanista di non essere un giocatore adatto al club bianconero. Tuttavia, il difensore è un pupillo di Allegri, e bisogna riconoscere che in questa stagione si è rivelato più che utile alla causa juventina.

LEGGI ANCHE: De Sciglio, così è rinato con Allegri

I dubbi sul rinnovo di De Sciglio

Contro il terzino della Juve remano prestazioni non proprio eccellenti, per quello che al momento del suo arrivo, nel 2017, era considerato un giocatore da Nazionale. Ad aggravare la sua situazione agli occhi dei tifosi c’è ovviamente anche la questione ingaggio, dato che il giocatore percepisce 5,5 milioni lordi all’anno: quanto Chiellini e Locatelli, e più di McKennie, Kean, Danilo e Zakaria.

I fan bianconeri credevano che ormai De Sciglio fosse sul punto di lasciare il club, dopo il prestito della scorsa stagione all’Olympique Lione, ma le ottime prestazioni in Francia e il ritorno di Massimiliano Allegri in panchina hanno ribaltato il suo status nel club. Soprattutto in un momento in cui la Juventus si è ritrovata con problemi di budget e il bisogno di fare necessità virtù (come dimostra anche la riconferma di Rugani in difesa).

Non si può dire, però, che il difensore ex-Milan non abbia fatto di tutto per meritarsi il reintegro: 16 partite con 1 gol e 2 assist, ma soprattutto con 1 sola ammonizione rimediata fin qui. De Sciglio si è rivelato un giocatore piuttosto affidabile, anche per via della sua adattabilità a entrambe le fasce, in una difesa in cui Alex Sandro ormai non sembra più in grado di garantire la qualità di un tempo.

Il pupillo di Allegri sta disputando, secondo molti, la sua miglior stagione da quando è in bianconero, dimostrando una solidità difensiva che compensa la minore incisività a livello avanzato dei più classici terzini moderni. Inoltre, la disponibilità a rinnovare alla stessa cifra che prende al momento lo rende economicamente utile a un club che sta investendo molto per rinnovare rapidamente la propria rosa.

In definitiva, De Sciglio non potrà mai essere un titolare fisso di questa Juventus, ma un valido rincalzo. Nonostante i 30 anni che compirà a ottobre, inoltre, è attualmente il quarto giocatore più giovane del reparto arretrato bianconero, dietro a De Ligt, Pellegrini e Rugani: anche questo non è un fattore da sottovalutare, nel graduale percorso di svecchiamento della Juve.

LEGGI ANCHE: Alex Sandro la Juve dice basta: ecco chi lo sostituirà

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI