HomeCalcio EsteroDaryl Dike, l'americano che fa girare la testa alla Premier

Daryl Dike, l’americano che fa girare la testa alla Premier

Al Barnsley brilla Daryl Dike, il 20enne centravanti statunitense che, arrivato a febbraio, ha fatto ingranare la marcia al piccolo club inglese, ora in lotta per la promozione

LEGGI ANCHE: La rinascita di Lingard al West Ham attira anche l’Inter

A molti il nome di Daryl Dike dirà poco o niente, ma è giusto sapere che non ci sono molti attaccanti decisivi quanto lui in Europa, in questo 2021. Ha solo 20 anni, e fino a febbraio – quando è arrivato al Barnsley, nella Championship inglese – era praticamente sconosciuto nel nostro continente.

In poco più di due mesi ha messo l’acceleratore ai Tykes, che ora lottano per una inattesa promozione, e ha iniziato a segnare con una continuità impressionante. Ha realizzato finora 8 reti in 14 partite, alcune delle quali giocate solo per piccole porzioni, soprattutto agli inizi della sua esperienza inglese. E ora il suo cartellino è schizzato alle stelle.

Un talento uscito dal nulla

LEGGI ANCHE: La nuova generazione del calcio USA promette parecchio

Chi sta seguendo un po’ il nuovo corso del calcio statunitense non resterà del tutto stupito dall’esplosione di Daryl Dike. Nato nel 2000 a Edmond in Oklahoma in una famiglia di immigrati nigeriani, proviene da una famiglia di calciatori: suo fratello maggiore Bright aveva già calcato i campi europei per qualche mese nel 2016 con i russi dell’Amkar Perm; ma più noto è il cugino Emmanuel Emenike, ex-nazionale nigeriano passato per Spartak Mosca, Fenerbhçe e West Ham.

A 18 anni giocava già tra i professionisti nell’OKC Energy, cosa abbastanza insolita negli sport americani, ma è stata la scorsa estate che si è messo in mostra, dopo essere stato scelto al Draft da Orlando City, con le 8 reti segnate nel torneo MLS is Back. A inizio 2021, il ct Berhalter lo ha fatto esordire in Nazionale, e un paio di settimane dopo Dike è stato prestato al Barnsley.

L’impatto devastante con l’Inghilterra

LEGGI ANCHE: Giovani, poco budget ma tante idee: come il Barnsley sta stupendo la Championship

Una scommessa, per un club che al momento del suo arrivo si trovava in dodicesima posizione in Championship, che già era ritenuta un capolavoro dai tifosi. Il Barnsley è un piccolo club con pochi soldi ma che da anni ha messo in piedi un serio progetto di scouting e selezione degli acquisti in base a studi statistici. In Inghilterra è noto soprattutto per la sua dirigenza, composta dall’imprenditore sino-americano Chien Lee e il noto manager di baseball Billy Beane, a cui è ispirato il film Moneyball con Brad Pitt.

Daryl Dike ci ha messo appena quattro partite per convincere il suo allenatore Valerien Ismael a dargli fiducia: il 24 febbraio contro lo Stoke City è subentrato nella mezzora finale giocando da punta centrale, e ha trovato la rete che ha chiuso i conti. Da allora, l’americano è divenuto un punto fermo dei Tykes, costringendo il bomber Cauley Woodrow a spostarsi sulle corsie esterne.

LEGGI ANCHE: Il Messico Under 23 promette bene

Dallo Stoke in avanti, Daryl Dike ha fatto registrare una media di quasi un gol a partita. Dal suo arrivo in squadra, il Barnsley ha conquistato 35 punti su 42 (11 vittorie, 2 pareggi, una sola sconfitta) e ha spiccato il volo fino a raggiungere la quinta posizione. Una stagione iniziata con la speranza di evitare la retrocessione si è ora trasformata in una corsa alla Premier League, dove i Tykes tornerebbero per la prima volta dal 1998.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bleacher Report Football (@brfootball)

Daryl Dike nuovo uomo mercato

Dalle parti del Barnsley qualcuno si sta già mordendo le mani: a febbraio, per non voler rischiare troppi soldi sullo statunitense, si è preferito optare per un comodo e poco vincolante prestito, mentre ora la cifra per assicurarsi le prestazioni di Daryl Dike è già fuori dalla portata del club inglese.

LEGGI ANCHE: Chi è John Herdman, l’allenatore che vuole cambiare la storia del Canada

Orlando City ha rivelato nelle scorse settimane di aver già rifiutato offerte da 10 milioni di euro da parte di “sei top club” della Premier League. Negli ultimi anni, l’acquisto più oneroso del Barnsley è stato quello del centrocampista Herbie Kane, arrivato lo scorso ottobre dal Liverpool U23 per 1,4 milioni: solo questo basta a rendere l’idea dell’infattibilità di una sua permanenza nel South Yorkshire.

Anche perché a luglio si terrà la Gold Cup, il torneo continentale del Nord e Centro America, ed è facile immaginare che Daryl Dike farà parte della rosa degli Stati Uniti. Al momento, Gregg Berhalter ha un dubbio che riguarda proprio il centravanti, e se la punta di Edmond dovesse riuscire a scalzare Sargent e Gioacchini dalle graduatorie del ct e brillare nel torneo, il suo prezzo potrebbe salire ulteriormente.

LEGGI ANCHE: DaznGate: cosa sta succedendo tra Dazn, Comcast e la Serie A

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti