HomeCalciomercatoDamsgaard, Ferrero fissa il prezzo: 30 milioni, a meno che non segni...

Damsgaard, Ferrero fissa il prezzo: 30 milioni, a meno che non segni ancora

Damsgaard si sta rivelando una pedina fondamentale nella Danimarca agli Europei, e adesso l’interesse per lui sta crescendo, soprattutto in casa Milan

LEGGI ANCHE: Europei 2021, Damsgaard da record: primo gol di un classe 2000

La clamorosa qualificazione della Danimarca agli ottavi di EURO 2020 non poteva non portare in dote l’ascesa di Mikkel Damsgaard ai vertici del calciomercato: il suo ruolo all’interno della selezione scandinava è divenuto sempre più decisivo, dopo un’ottima stagione alla Sampdoria, e adesso il suo nome intriga vari club italiani.

Milan in testa, secondo quanto riportato praticamente da tutta la stampa specializzata, ma secondo Calciomercato.com sul doriano ci sarebbero ancora Juventus e Inter, che lo avevano seguito nei mesi scorsi e che, viste le sue prestazioni all’Europeo, sarebbero tornare a pensare a lui.

L’esplosione europea di Damsgaard

LEGGI ANCHE: Alla Samp ecco Damsgaard, il nuovo talento della Danimarca

Il gol che ha aperto le marcature contro la Russia, nel match decisivo per il passaggio del turno della sua Danimarca, è solo la punta dell’iceberg: la partita di Damsgaard è stata eccezionale sotto tutti i punti di vista, ma l’attaccante aveva già ampiamente convinto nel suo esordio contro il Belgio, nonostante il risultato finale.

Quanto successo a Eriksen ha chiaramente complicato i piani tattici del ct Kasper Hjulmand, che dal secondo match dei gironi ha deciso di recuperare tecnica e imprevedibilità aggiungendo la promessa della Sampdoria all’attacco, utilizzandolo come una sorta di jolly offensivo: falso 9, come al fischio d’inizio contro il Belgio, ma all’occorrenza trequartista puro o ala mancina, quello che dovrebbe essere il suo ruolo naturale.

LEGGI ANCHE: La Danimarca sta vivendo un momento d’oro

Con lui la Danimarca è cambiata, ma già nella scorsa stagione Claudio Ranieri si era accorto come, inserendolo in campo, la produzione offensiva della Sampdoria aumentava sensibilmente. Damsgaard compirà 21 anni tra pochi giorni, ma è già uno dei giocatori più seguiti degli Europei, e la crescita dell’interesse attorno a lui è una logica conseguenza delle sue prestazioni.

Una trattativa possibile, ma costosa

Ferrero non è mai stato famoso per trattenere giocatori con tante richieste; il problema per gli acquirenti, semmai, è il prezzo: la Sampdoria, l’estate scorsa, ha pagato 6,7 milioni di euro per acquistarlo dal Nordsjaelland, e ora vuole farci una cospicua plusvalenza. Al Secolo XIX, il presidente blucerchiato ha detto che per il ragazzo servono “oggi almeno 30 milioni, ma se segna un altro gol arriverà a 40“.

LEGGI ANCHE: L’Europeo può essere la svolta per Patrick Schick?

Cifre non semplici in tempi di pandemia, ma d’altronde in questi anni la Sampdoria ha dimostrato di sapere il fatto suo, in termini di cessioni eccellenti: Skriniar fu acquistato per 5 milioni e rivenduto per 34, Andersen per 2 e rivenduto per 24, Torreira per 3 e ceduto per 28, Schick acquistato a 4 e partito per 42.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mikkeldamsgaard (@mikkeldamsgaard00)

Il Milan sta decidendo se fare un’offerta reale alla Sampdoria” ha chiarito Gianluca Di Marzio. Il problema principale dei rossoneri è che come ala sinistra ci sono già diversi nomi a disposizione di Pioli (Rebic, Hauge), e ci sarebbe maggiore interesse a trovare un giocatore di fascia destra. Damsgaard ha fin qui dimostrato di essere molto duttile e di potersi adattare anche in altre posizioni, ma bisogna vedere se questo basterà a convincere i rossoneri.

LEGGI ANCHE: Da dove è uscito Rafael Leão

Anche perché, per permettere il suo acquisto, almeno una cessione davanti sarà necessaria. Al momento, fari puntati su Rafael Leão, di cui ancora si attende la piena consacrazione e che nel frattempo è seguito da Marsiglia, Everton e, ovviamente, dal Wolverhampton (il suo procuratore è Jorge Mendes). Ma in attacco il Milan valuta anche le possibili partenze di altri eventuali rivali di Damsgaard, come Hauge (Wolfsburg) e Castillejo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram