HomeCalciomercatoFinisce l'avventura di Castillejo al Milan: ripartirà dal Getafe

Finisce l’avventura di Castillejo al Milan: ripartirà dal Getafe

Castillejo lascia infine il Milan dopo tre stagioni tra alti e bassi: si unirà al nuovo progetto del Getafe, in cerca di una nuova identità (sia il club che il giocatore)

Leggi anche | Castillejo via dal Milan: le possibili destinazioni

È il quotidiano sportivo spagnolo As a lanciare l’indiscrezione: Samu Castillejo è pronto a lasciare il Milan, e la sua nuova destinazione sarà il Getafe. Il giocatore si sarebbe già accordato con il club madrileno, che a sua volta avrebbe ottenuto il consenso del Milan ad avviare l’operazione, anche se non sono ancora noti i dettagli economici.

Per l’esterno andaluso si tratta dell’addio al club rossonero dopo tre stagioni intere, nelle quali non ha certo brillato per continuità di rendimento e non è mai riuscito a giustificare del tutto l’investimento fatto per lui. La sua esperienza al Milan si chiude quindi dopo 10 gol e 13 assist in 108 presenze.

Alti e bassi in rossonero

Leggi anche | Chi è Yacine Adli, il giovane francese che piace al Milan

Castillejo era arrivato a Milano nell’estate del 2018 con grandi aspettative, pagato ben 21,3 milioni di euro. In panchina era appena stato confermato Gattuso, che aveva qualificato i rossoneri all’Europa League, e il mercato aveva visto arrivi importanti, come Caldara in cambio del ritorno in bianconero di Bonucci, e poi Higuain, Bakayoko, Reina, Halilovic e Laxalt.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @samucastillejo (@samucastillejo)

Tre anni dopo, è abbastanza chiaro come nessuno di questi è poi riuscito a dare quanto ci si attendeva, anche se Castillejo è stato quello durato di più al Milan. All’epoca era una giovane ala reduce da una buonissima stagione al Villarreal, e le sue qualità atletiche, unite a un’ottima adattabilità su entrambe le fasce, ne facevano una risorsa preziosa per i rossoneri.

Leggi anche | Come giocherà Alessandro Florenzi al Milan

Alla fine, invece, Castillejo è divenuto suo malgrado una delle migliori rappresentazioni delle debolezze del Milan di questi anni: bello ma solo a corrente alternata, promettente al via ma poco concreto quando serve. Pioli gli ha dato anche discreto spazio, ma nell’ultima stagione in particolare ha faticato a lasciare il segno, proprio quando la squadra ha incominciato a crescere. Oggi il suo valore di mercato è crollato, e sebbene il suo contratto duri ancora fino al 2023, una cessione sembra tutto sommato la cosa migliore sia per lui che per il Milan.

Castillejo Getafe, l’occasione di rinascita

Il Getafe, sulla carta, sembra un po’ un passo indietro, per il 26enne spagnolo: negli ultimi anni, Castillejo ha giocato in Europa League e l’ultima stagione è stato a lungo in testa alla Serie A col Milan, mentre ora si ritrova in un club che si è salvato per soli 4 punti nell’ultima Liga.

Leggi anche | Come giocherà Dzeko all’Inter

Il Getafe, però, ha molto in comune con l’ormai ex-milanista: sono entrambi due soggetti in cerca di un rilancio e di una nuova identità. Negli ultimi anni, il club madrileno ha conquistato una certa fama grazie a un gioco molto pragmatico e poco “spagnolo”, ma oggi il suo fautore José Bordalas è passato sulla panchina del Valencia. Lo ha rimpiazzato Michel, tecnico dalla diversa mentalità e artefice, nel 2009/2010 del sesto posto in Liga, miglior piazzamento della storia del Getafe fino al quinto raggiunto da Bordalas due anni fa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Getafe C.F. (@getafecf)

Il nuovo progetto ha visto il via con alcune interessanti novità di mercato: la punta dello Huesca Sandro Ramirez, l’esperto difensore dello Strasburgo Stefan Mitrovic, ma soprattutto un terzetto di giocatori offensivi di alto livello, con la promettente punta messicana José Macias, l’ex-ala dell’Atletico Madrid Vitolo e il regista ex-giovanili del Barcellona Carles Aleñá. Castillejo, sarebbe l’ultima aggiunta a una squadra che offensivamente promette grande spettacolo.

Leggi anche | Liga 2021/22 al via: date, orari e dove vedere in tv e streaming

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti