HomeCalcio EsteroChi è Ben White, dal Brighton a sostituito di Alexander-Arnold agli Europei

Chi è Ben White, dal Brighton a sostituito di Alexander-Arnold agli Europei

Ben Whiteè stato la grande sorpresa della stagione del Brighton, al punto di essere convocato in Nazionale per sostituire Trent Alexander-Arnold per gli Europei

Un percorso iniziato nel 2014 con l’Under-18 del Brighton arrivato al proprio compimento il 14 settembre 2020, con l’esordio in Premier League a 23 anni ancora da compiere: Ben White è figlio della working class del calcio inglese capace di prendersi il palcoscenico grazie a una stagione ad alti livelli. E adesso si giocherà gli Europei.

Già, perché a causa dell’infortunio dell’ultimo minuto di Trent Alexander-Arnold, il ct inglese Gareth Southgate ha deciso di aggiungere alla lista dei suoi convocati il difensore originario del Dorset. Che nel frattempo è finito sul taccuino delle big inglesi, così come della Roma di José Mourinho.

Leggi anche: Mourinho alla Roma come esperienza religiosa

Ben White: caratteristiche tecniche e ruolo

Ciò che ci interessa è però capire come questo ragazzo abituato ai bassifondi del calcio inglese sia riuscito in meno di dodici mesi a conquistarsi la ribalta del campionato più competitivo del mondo.

Confermato dal Brighton in estate dopo una stagione di apprendistato al Leeds di Bielsa in Championship, Ben White è giunto alla corte di Potter con alle spalle 49 presenze, 1 gol e 2 assist nella stagione della promozione del Loco dalla Championship alla Premier League.

Con Bielsa ha imparato a prendersi sulle spalle anche l’onere della costruzione difensiva, sviluppando una discreta visione di gioco associata ad una spiccata velocità. 

Leggi anche: Robert Sanchez, il portiere del Brighton che sogna l’Europeo

Caratteristiche queste che non hanno però sostituito il background operaio del centrale di Poole: abituato ai ruvidi campi della League Two e League One, Ben White ha mantenuto tutte le proprie caratteristiche di difensore atto ai contrasti, al contatto fisico e allo scontro atletico con l’avversario.

É un centrale di assalto – se così possiamo definirlo – alto un metro e ottantanove e capace di tenere testa ad attaccanti come Harry Kane. In questa stagione, nel corso della quale il Brighton si è salvato con tre giornate d’anticipo posizionandosi a +10 punti dal Fulham diciottesimo, è diventato una certezza del campionato, al punto da arrivare a costare 45 milioni di sterline.

Leggi anche: C’è una statistica sul Brighton che merita di essere sottolineata

La storia: da Poole alla Premier League

Nato e cresciuto nell’Academy del Southampton, Ben White si sposta nell’Academy del Brighton nel 2014, quando ha ancora 17 anni. Dopo due stagioni passate tra il campo e la panchina nelle serie minori, viene girato in prestito al Newport County, dove nella stagione 2017-18 collezione 51 presenze con 1 gol e 5 assist. 

Tornato a Brighton nell’estate successiva, trova poco spazio nella prima parte di stagione, trasferendosi al Peterborough in prestito da gennaio 2019 alla fine della stagione, dove colleziona 16 presenze e un gol. 

Rientrato per l’ennesima volta alla base, il Brighton sceglie di prestarlo al Leeds di Bielsa in Championship, dove collezionerà 49 presenze conquistandosi sul campo la Premier League.

Leggi anche: I tifosi dello United boicottano il merchandising

Al termine della stagione del miracolo del Loco, il centrale torna a Brighton questa volta per restare, per evitare di lasciare ad una concorrente per la salvezza un prodotto di così alto livello del proprio vivaio. 

Ben White Brighton

Nella stagione in corso ha collezionato fino a questo momento 33 presenze in Premier League (36 totali) giocando il 93% dei minuti disponibili, di cui il 94% da titolare. 

I quasi 3000 minuti giocati ad assoluto livello in Premier hanno dunque convinto le grandi a guardare dalla parte di Brighton per aggiudicarsi il futuro centrale della nazionale inglese. 

Interessamenti di mercato: c’è anche la Roma

Come anticipato, la Roma pare essersi infilata in quel timido spiraglio di possibilità di ingaggiarlo al termine della stagione grazie all’arrivo di Mourinho. Come riportato dal The Sun, non solo i giallorossi hanno scelto Ben White come possibile obbiettivo, ma anche Manchester United e Arsenal sarebbero sulle tracce del difensore. 

Un tabloid di Londra ha poi associato il nome del centrale a quello del Liverpool di Klopp – sempre alla ricerca di una soluzione per evitare di ripetere le disavventure di questa stagione – e del Chelsea finalista di Champions, che in estate qualcosa potrebbe decidere di fare in difesa, sopratutto in caso di partenza di Thiago Silva. 

Il Brighton ha fatto il suo prezzo: 45 milioni di sterline. Una cifra abnorme, che testimonia però la bontà del progetto tecnico sul ragazzo che dalla working class del calcio inglese è ora uno dei difensori più corteggiati di tutta la Premier League. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

33aeecd594d2eeb9bd0035f81f7dddd7?s=90&d=mm&r=g
Simone Mannarino
Classe '94 e laureato in Storia all'Università Statale di Milano, ama il calcio in ogni sua forma ed espressione. Alla costante ricerca di storie da raccontare che permettano di andare oltre ciò che vediamo tutte le domeniche.

Articoli recenti