HomeCalciomercatoJuventus, non solo Locatelli: per il centrocampo piace Bakayoko

Juventus, non solo Locatelli: per il centrocampo piace Bakayoko

Tiemoué Bakayoko è il nome nuovo sul taccuino della Juventus: fuori dai piani del Chelsea, il francese può rivelarsi un buon piano B per la mediana

La Juventus lavora per rinforzare il proprio reparto di centrocampo e cerca un profilo che possa essere sia un’alternativa che complementare a Manuel Locatelli. Mentre per il centrale del Sassuolo si continua a trattare, infatti, Federico Cherubini proverà a piazzare Ramsey per prendere uno switch più affidabile.

I nomi in lista sono due: il primo è quello di Denis Zakaria, svizzero del Borussia Moenchengladbach in passato vicino al Torino. Il secondo è una new entry: si tratta di Tiemoué Bakayoko, mediano d’ebano che conosce molto bene l’Italia e la Serie A.

bakayoko
Fonte immagine: profilo Ig @Bakayoko

Bakayoko alla Juventus: affare o rischio?

Infatti, Bakayoko ha già avuto modo di mettersi in mostra con la maglia del Milan e quella del Napoli, in entrambe le circostanze chiesto espressamente da Gennaro Gattuso che, dopo averlo allenato in rossonero, lo chiese a De Laurentiis anche durante la sua avventura campana.

Il cartellino del classe 1994 francese è ancora del Chelsea, che ormai da anni non lo ritiene più parte integrante del progetto sportivo. Così sta cercando di piazzarlo, ma farlo non è facile vista la valutazione altissima che i Blues attribuiscono al calciatore.

Oggi però le cose sono cambiate: infatti, l’ex Milan e Napoli è entrato nell’ultimo anno di contratto con il Chelsea e il suo costo residuo a bilancio è ormai ridotto. Qualora la Juventus, o chi per lei, decidesse di affondare il colpo potrebbe portarselo a casa permettendo agli inglesi di fare un po’ di plusvalenza.

bakayoko
Fonte immagine: profilo Ig @Bakayoko

Fisico ed esperienza

Parigino di nascita, Bakayoko è cresciuto nell’hinterland della capitale per poi passare al Rennes e, a 20 anni, il Monaco intuisce l’affare strappandolo ai bretoni in cambio di 8 milioni di euro. Una cifra alta ma bassa, per quello che poi il calciatore dimostrerà, diventando il perno della mediana della squadra di Jardim che poi vincerà la Ligue 1.

Così il Chelsea decide di investirci su 40 milioni di euro nell’estate 2017, ma a Bakayoko basta una sola stagione a Stamford Bridge per uscire dal giro. Finisce in prestito al Milan, poi va a rilanciarsi al Monaco e, infine, passa al Napoli, dove lo scorso anno ha giocato complessivamente 44 partite.

Il suo innesto permetterebbe alla Juventus di trovare un profilo straripante dal punto di vista fisico, abile in fase di non possesso a fare filtro davanti alla difesa e capace di adattarsi a qualsiasi modulo che prevede un centrocampo a due.

Bakayoko, rientrato a Londra da pochi giorni, aspetta novità: con il suo mentore Gattuso fuori dai giochi, l’agente sta cercando una sistemazione che, questa volta, possa essere a titolo definitivo. Magari in Italia, in una squadra che, proprio come lui, ha esigenza di rilanciarsi.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti