atletico madrid
Fonte: Instagram @gelsondany77

Il Futebol Benfica, piccolo club di Lisbona, potrebbe denunciare l’Atletico Madrid a causa di un contributo di solidarietà non pagato sul trasferimento di Gelson Martins

Ve lo ricordate Gelson Martins all’Atletico Madrid? Beh, se la risposta è no, non preoccupatevi: il passaggio dell’esterno portoghese dalle parti del Wanda Metropolitano è stato tanto fugace quanto tranquillamente bypassabile, a tal punto che perfino i sostenitori della squadra allenata da Simeone lo hanno votato come uno dei peggiori acquisti di sempre.

LE PARTITE DI OGGI IN TV E STREAMING: A CHE ORA E DOVE VEDERLE

Arrivato a Madrid nel luglio del 2018 per 22 milioni di euro, Gelson Martins ha passato sei mesi da turista nella capitale spagnola prima di trasferirsi al Monaco, in Francia. Con i monegaschi, in una città nella quale è stato veicolato dalle sapienti mani di Jorge Mendes, ha trovato più spazio e il presidente Rybolovlev, un anno fa, ha deciso di riscattarlo per 30 milioni di euro. Insomma, per quelle che erano le premesse, all’Atletico Madrid sarebbe potuta andare molto peggio.

DA ALLEGRI A POCHETTINO, LA TOP 10 DEGLI ALLENATORI SVINCOLATI

Atletico Madrid, una scelta sbagliata che costa

Gelson Martins è così finito nel dimenticatoio. Almeno per ora, però, perché un piccolo club portoghese è partito alla carica sollecitando un premio di valorizzazione che l’Atletico Madrid, visti i patti pregressi, avrebbe dovuto pagare. La vicenda, come racconta il quotidiano portoghese A Bola, potrebbe presto finire in tribunale, soprattutto qualora la proprietà colchonera decidesse di negare il succitato pagamento al Futebol Benfica.

FASCE GOL FANTACALCIO: VALORI E COME CALCOLARLI

Fondata nel 1895, questa piccola realtà rappresenta un serbatoio importante per le due big di Lisbona. Sia Sporting che Benfica, infatti, da decenni attingono a piene mani dal settore giovanile della società, la cui prima squadra milita attualmente nelle categorie basse del calcio lusitano. Nel modesto club di Lisbona, conosciuto anche come ‘Fofó’ o ‘Benfica Original’, hanno tirato i primi calcio a un pallone anche Duda, Bruno Martins, Dady e Ruben Semedo.

GIGI RIVA, IL BOMBER DEL POPOLO

Il ruolo poco chiaro dello Sporting

Da una parte c’è il Futebol Benfica che chiede i soldi, dall’altra l’Atletico Madrid che si (e li) nega. In mezzo, come al solito, la figura poco chiara dello Sporting Lisbona, il club che sulla carta avrebbe venduto Gelson Martins ai Colchoneros. Condizionale d’obbligo, perché sulla vicenda si sta ancora indagando. L’Atletico Madrid, che nel 2018 doveva fare i conti con ingenti problemi economici, aveva trovato un escamotage per poter acquistare Gelson Martins.

LE TRAVERSE CONSECUTIVE DI RONALDINHO: STORIA DEL VIDEO DIVENTATO VIRALE

Sporting e Atletico Madrid si accordarono ufficialmente per un passaggio a costo zero, con gli spagnoli che solo in seguito – sotto forma di ‘altre voci’ – hanno versato i 22 milioni ai Leoni dell’Alvalade. Un cavillo, insomma, che ha fatto infuriare la matricola portoghese: “Abbiamo presentato reclamo alla FIFA contestando il mancato pagamento del contributo di solidarietà – ha detto Domingos Estanislau, presidente del Futebol Benfica – poi andremo al TAS e, alla fine, ci daranno ragione”.

RODRYGO STA SCONFIGGENDO GLI EXPECTED GOAL

 

Visualizza questo post su Instagram

 

➕3️⃣💪🏽💪🏽 @asmonaco

Un post condiviso da Gelson Martins (@gelsondany77) in data:

Le cifre in ballo

Ma di quanti soldi si parla? Secondo A Bola, il club di Lisbona chiede all’Atletico Madrid un contributo minimo di 100mila euro, ma la FIFA stabilisce che, per casistiche come questa, la società che ha formato il calciatore in questione ha diritto al 5% della somma della cessione. Che, nel caso di Gelson Martins, ammonta a circa 1,1 milioni di euro. I Colchoneros dicono di no, perché in mezzo c’è stata una rescissione che quindi annulla il contributo.

IACHINI HA SPIEGATO PERCHÉ KOUAMÉ È DIVENTATO UNA RISERVA

“Per fortuna il Monaco ha già pagato la prima parte – ha concluso Estanislau – e con la proprietà abbiamo già l’accordo per la seconda e il saldo finale”. Soldi importanti, che servono al Futebol Benfica per continuare la propria attività di base. L’impressione è che la vicenda non sia affatto ai titoli di coda: “Daremo battaglia”, fanno sapere da Lisbona. E l’Atletico Madrid, che negli ultimi anni ha dovuto affrontare cause e processi di ogni tipo, si prepara all’ennesimo scontro legale.

HOLLY E BENJI, TUTTO SUL CARTONE ANIMATO DI CALCIO PIÙ FAMOSO DI SEMPRE

Per restare sempre aggiornati, seguiteci su Instagram e Facebook