HomeIntervisteAscacibar, l'agente svela: 'Cagliari? Fake news, chi lo voleva era il Verona!'...

Ascacibar, l’agente svela: ‘Cagliari? Fake news, chi lo voleva era il Verona!’ (ESCLUSIVA)

Santiago Ascacibar è il “volante” argentino per eccellenza e negli ultimi giorni di mercato pare sia stato vicino al Cagliari. Sarà vero? Lo abbiamo chiesto al suo agente Facundo Fraga.

Esperto procuratore argentino, Facundo Fraga è l’agente tra gli altri di Santiago Ascacibar, piccolo grande mediano (appena un metro e 68 centimetri di altezza) dell’Hertha Berlino che vanta anche 4 presenze con l’albiceleste. Lo abbiamo interpellato, in esclusiva per minutidirecupero.it, per avere qualche chiarimento sulle tante voci che negli ultimi giorni del mercato di gennaio avrebbero voluto un trasferimento in Sardegna del suo assistito principe per vestire la maglia del Cagliari.

Nuova Champions League per il 2024: UEFA ed Eca concordano sul format

Ascacibar, la fake news e l’interesse del Verona

Hola Facundo!
“Ciao, come state?”

Parli italiano?
“Si, ho vissuto 5 anni in Italia, precisamente a Napoli. Ho anche giocato lì”

Il tuo socio Luciano Galletti ha giocato nel Napoli, ma non ci risulta un Facundo Fraga…
“No, infatti giocavo a Pozzuoli, nella Puteolana”

Ti piace il mare quindi… anche quello della Sardegna?
“Chiariamo subito: per questa storia di Ascacibar al Cagliari mi hanno chiamato 100 giornalisti. Non esagero, 100 giornalisti, e nemmeno una persona del Cagliari“.

Quindi è una bufala?
“Assolutamente, non ho mai sentito nessuno del Cagliari, non so come sia venuta fuori. E non credo ci siano stati nemmeno contatti tra il Cagliari e l’Hertha, altrimenti lo avrei sicuramente saputo”.

Capita spesso però che il nome di Ascacibar venga accostato alle squadre italiane.
“Si, e secondo me il campionato italiano è perfetto per il suo gioco. La Serie A è il contesto in cui secondo me può rendere al meglio”.

E i club italiani lo sanno?
“Direi proprio di sì. Ogni anno parlo di lui con diverse squadre italiane, anche se finora non affondano il colpo. L’ultima è stata il Verona: ecco, vi do una notizia, chi ha fatto un sondaggio concreto per Ascacibar a gennaio è stato l’Hellas Verona, non il Cagliari. Poi, alla fine ho visto che in quel ruolo hanno preso Gunter dal Genoa. La verità è che non è facile per una squadra di Serie A acquistare dalla Bundesliga, i giocatori lì hanno stipendi ottimi. Abbiamo avuto dei sondaggi anche dalla Spagna, ma Santiago fino all’ultimo week-end non aveva praticamente mai giocato quest’anno a causa degli infortuni, e quindi anche per questo era difficile puntare su di lui a gennaio”.

Hellas Verona, Lasagna è il rinforzo per l’attacco

Il futuro di Ascacibar

Un’annata maledetta…
“Stasera però giocano contro il Bayern, e Ascacibar sarà titolare. L’allenatore precedente (Bruno Labbadia, ndr) non lo vedeva molto, anche se in realtà non l’ha mai avuto veramente a disposizione. Dopo il lockdown Santiago si è rotto il quinto metatarso, è stato fuori 3 mesi e al rientro si è fatto male alla caviglia. In seguito, una serie di problemi muscolari. Quando è rientrato è finito in panchina, poi con l’allenatore nuovo (Pál Dárdai, ndr) ha giocato subito titolare e come vi dicevo credo che partirà dal primo minuto anche stasera”.

Cosa c’è nel futuro di Ascacibar?
“Innanzitutto deve imporsi all’Hertha. Santiago è arrivato a Berlino a gennaio 2020 ma tra il lockdown e gli infortuni avrà giocato al massimo 8-10 partite. Poi si vedrà, ribadisco che è un giocatore perfetto per la Serie A. Il suo valore non si discute: sono convinto, non solo perché sono il suo procuratore, che questo ragazzo sia un giocatore da nazionale argentina”.

In passato è stato accostato anche alle big: Napoli, Roma, Inter…
“Vedremo. Santiago deve fare il suo percorso, per me può giocare in qualsiasi club italiano, ma adesso è prematuro pensare a quale squadra possa ambire. Parliamo comunque di un ragazzo ancora molto giovane. Seppure giochi in Europa già da tanti anni non bisogna dimenticare che è pur sempre un ’97”.

Chi è oggi secondo Facundo Fraga il maggior talento del calcio argentino?
“Beh, se lo chiedi a me non posso che risponderti Dario Sarmiento, dell’Estudiantes (ride, è un suo giocatore, ndr). Ma se non mi credete perché pensate che lo dica solo perché sia di parte, vi invito a vedere un suo video, poi ne riparleremo…”.

Andrea Falco

Articoli recenti