HomeCalciomercatoXhaka all'Inter è un affare su misura per Conte

Xhaka all’Inter è un affare su misura per Conte

Granit Xhaka è il nuovo obiettivo per il centrocampo dell’Inter: 28 anni, fuori dalle gerarchie dell’Arsenal, può arrivare all’interno dell’affare Eriksen

“Lui sì che potrebbe fare al caso di Conte. È un mancino tosto, a volte anche troppo, ma con Antonio sarebbe perfetto”. Quel “lui” è Granit Xhaka, gioca nell’Arsenal e, secondo le ultime voci di mercato, sarebbe finito nel mirino dell’Inter per gennaio. A pronunciare l’endorsement è invece Paolo Di Canio, interpellato sul possibile affare che vedrebbe lo svizzero vestirsi di nerazzurro.

Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Il centrocampista del Gunners vuole lasciare Londra e l’Inter ci pensa. Il rapporto rotto ormai quasi totalmente con Arteta lo ha portato a riflettere sul proprio futuro e, proprio perché Conte lo osserva da tempo, i contatti tra società potrebbero infittirsi nei prossimi giorni. Anche perché, l’Arsenal ha un giocatore che al manager spagnolo piace tanto, ovvero Cristian Eriksen.

Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

xhaka
Fonte immagine: @matmosciatti11 (Twitter)

Xhaka per Eriksen: perché sì

Eriksen è nelle stesse condizioni di Xhaka e avrebbe intenzione di mettersi in gioco da un’altra parte, almeno fino a quando Conte resterà a Milano. Pagato 20 milioni di euro solo un anno fa, il danese è stato scippato alla concorrenza che lo seguiva per l’estate, quando si sarebbe liberato a parametro zero. L’Inter non lo ha mai veramente implementato nel proprio sistema, dove invece Xhaka ci starebbe bene.

Fra Tottenham e Arsenal sono cambiate le gerarchie

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Granit Xhaka (@granitxhaka)

Infatti, lo svizzero ha caratteristiche tecniche e temperamentali adatte per esprimersi al massimo in una squadra allenata da Conte, che ai suoi chiede prima di tutto disciplina tattica e una certa dose di ruvidità presente, in effetti, in quasi tutti gli elementi attualmente presenti nella mediana nerazzurra. Inoltre, Xhaka non viene considerato il play giusto per il 4-2-3-1 di Arteta.

Nicolas Pépé, il flop dell’Arsenal pagato 80 milioni

A Xhaka non è poi stata perdonata l’espulsione contro il Burnley, causata da una rissa scoppiata con gli avversari. Invece, nel ruolo di mezzala sinistra, lo svizzero diventerebbe una pedina interessante nello scacchiere nerazzurro. Sia chiaro, in giro probabilmente c’è di meglio, ma il suo status e il contratto in scadenza nel 2023 ne fanno un profilo che l’Inter ha quasi l’obbligo di seguire.

Manchester United Arsenal: sfida tra nobili decadute

xhaka
Fonte immagine: @Manu83449580 (Twitter)

Chi è Granit Xhaka: caratteristiche e ruolo

Granit Xhaka è esploso giovanissimo nel Basilea e, nel 2012, è volato in Germania per giocare con il Borussia Monchengladbach. Nel 2016 Arsene Wenger lo volle fortissimamente per il suo Arsenal, trasformando lo svizzero in uno dei suoi ultimi acquisti come manager dei Gunners. Con i quali, oggi, Xhaka ha giocato poco meno di 200 partite, una cifra impressionante se contestualizzata al campionato più competitivo al mondo.

Arsenal-Fiorentina: quando Batistuta illuminò Wembley

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Granit Xhaka (@granitxhaka)

Mancino naturale, si disimpegna da centrocampista centrale di contenimento o da mezzala, ruolo nel quale ogni tanto lo si vede spingersi avanti per tentare il tiro da fuori area. Dispone di una buona corsa e di un temperamento fumantino, come dimostrano i vari episodi che in carriera gli sono costati parecchi cartellini.

La rivoluzione dell’Arsenal di Arteta

L’idea dell’Arsenal sarebbe quella di offrire il suo cartellino in parziale contropartita per arrivare a Eriksen. L’Inter ci pensa, consapevole che Xhaka arriverebbe a Milano come upgrade di Gagliardini. Di certo non si può parlare di un centrocampista di qualità, anzi, e per di più l’età è quella che è. A 28 anni, però, lo svizzero è senz’altro pronto per mettersi alla prova altrove. I nerazzurri osservano interessati.

Ozil tagliato dall’Arsenal: le motivazioni dietro la clamorosa decisione dei Gunners

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram