Xavi ha già deciso chi può rilanciare il Barcellona

Tra i primi calciatori che Xavi intende recuperare per il suo Barcellona c’è anche Ousmane Dembele, sul quale però pesano diverse problematiche fisiche

Presentato al Camp Nou in pompa magna davanti a migliaia di persone, il nuovo allenatore del Barcellona Xavi sta già pensando a come plasmare i suoi blaugrana in vista del prossimo futuro. Rilanciare la squadra non sarà facile, ma dalla sua esperienza in Qatar il catalano porterà idee nuove e moderne.

Ousmane Dembélé, cronistoria di un calvario interminabile

Punterà molto sui giovani, per esempio: nella sua conferenza stampa di presentazione ha speso parole importanti per Araujo e Mingueza, ma anche per gli altri talenti sbocciati recentemente che, dopo l’oggettivo ottimo lavoro di Koeman in tal senso, faranno molto comodo anche a lui.

Xavi su Dembele: “Ha grandi potenzialità”

Molto interessante anche il passaggio su Ousmane Dembele, che per Xavi dovrà diventare una delle colonne del Barcellona del futuro.

“Io credo che attualmente Dembele, nella sua posizione, possa con il duro lavoro tornare quello che era qualche tempo fa, prima degli infortuni. Credo abbia le potenzialità per diventare il migliore al mondo – ha detto il catalano – e per questo motivo il suo rinnovo è una priorità”.

Xavi al Barcellona: come giocherà, modulo e formazione

Il contratto del francese è infatti in scadenza nel prossimo mese di giugno e, nelle settimane scorse, si era parlato di un importante interessamento del Newcastle in vista del mercato di gennaio. Ma a Barcellona adesso c’è qualcuno che non la pensa più così.

dembele
Fonte immagine: @ActuFoot_ (Twitter)

Il problema infortuni

Quando si parla di Dembele, però, c’è da considerare purtroppo sempre una questione legata agli infortuni, un particolare non di poco conto visto che la sua cartella clinica parla da sola.

Nella partita vinta contro la Dynamo Kiev in Champions League ha avuto infatti l’ennesima ricaduta muscolare, che ha allungato la striscia degli infortuni a 13 da quando, nel 2017, il Barcellona aveva speso 130 milioni di euro per acquistarlo dal Borussia Dortmund.

Le cosce, in particolare, non gli hanno lasciato scampo facendogli perdere in pratica le ultime due stagioni quasi per intero. Se le sue qualità sono indiscutibili, quindi, delle riflessioni andranno fatte sull’affidabilità, dentro e fuori dal campo, di un ragazzo potenzialmente devastante ma estremamente fragile.

Xavi si è assunto la responsabilità in prima persona dicendosi sicuro di poterlo recuperare. Se poi ce la farà, sarà solo il tempo a dircelo.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI