“Nguyen passa a Nguyen”: 6 giocatori con lo stesso cognome nel Vietnam

Il Vietnam è sceso in campo contro il Giappone con sei giocatori con lo stesso cognome. Ed è andata bene, perché in panchina ne aveva altri 4!

Leggi anche | PIF, niente Inter e Milan: “Colpa della Serie A”

Ha probabilmente infranto un record, la nazionale di calcio del Vietnam, che giovedì sera ha affrontato il Giappone in un match di qualificazione ai Mondiali. Purtroppo, però, nulla che possa concretamente aiutare la squadra allenata dal sudcoreano Park Hang-seo a raggiungere Qatar 2022.

La formazione asiatica è infatti riuscita a schierare in campo contemporaneamente sei giocatori con lo stesso cognome, Nguyen, mentre in panchina ne aveva altri quattro (due di questi sono anche subentrati, ma tre degli Nguyen titolari sono nel frattempo tornati in panchina).

Il non così curioso caso del Vietnam

Leggi anche | Qualificazioni Mondiali 2022 AFC: la situazione delle squadre asiatiche

In verità, per chi conosce bene il paese asiatico la notizia non suonerà affatto così strana: Nguyen è di gran lunga il cognome più diffuso in Vietnam, con il 38% di diffusione. La sua fama si è estesa, tramite l’emigrazione, anche all’estero, al punto da essere addirittura il settimo cognome più diffuso in Australia. È anche il nome un personaggio di origine vietnamita della popolare serie tv statunitense BoJack Horseman, Diana Nguyen.

La sera dell’11 novembre, il tecnico della Nazionale è arrivato a schierare in campo assieme fin dal primo minuti ben sei Nguyen: i centrocampisti Nguyen Tuan Ahn, Nguyen Hoang Duc e Nguyen Phong Hong Duy, e tutto il tridente d’attacco, composto da Nguyen Quang Hai, Nguyen Tien Linh e Nguyen Cong Phuong.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Quest’ultimo è anche l’unico ad avere avuto vere esperienze all’estero (Nguyen Tuan Ahn è stato tesserato per il Yokohama FC, ma senza mai scendere in campo): in passato ha infatti giocato in Giappone con il Mito HollyHock, poi in Corea del Sud con l’Incheon United, e addirittura in Belgio, disputando una partita con il Sint-Truiden nel 2019. Con 8 reti in 36 partite, è anche uno dei migliori realizzatori del Vietnam tra i giocatori ancora in attività.

Il percorso del Vietnam verso Qatar 2022

Purtroppo non ci sono buone notizie, per quanto riguarda il percorso di qualificazione ai prossimi Mondiali, per il Vietnam: la squadra ha perso 1-0 contro il Giappone, giovedì sera, e nonostante il risultato tutto sommato non troppo deludente, i ragazzi di Park Hang-seo si trovano ultimi nel proprio girone con 0 punti conquistati, 4 gol fatti e 11 subiti.

Leggi anche | Dal Giappone al Celtic, Kyogo Furuhashi conquista la Scozia (su mandato di Iniesta)

Il Vietnam non si può certo considerare una delle squadre più competitive in Asia, d’altronde. La Nazionale non è ovviamente mai riuscita a qualificarsi ai Mondiali, ma è anche apparsa solo due volte in Coppa d’Asia (2007 e 2019), arrivando però entrambe le volte ai quarti di finale. Anche due anni fa furono fermati per 1-0 dal Giappone, dopo aver avuto a sorpresa la meglio sulla Giordania ai calci di rigore.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI