Come giocherà il nuovo Newcastle di Unai Emery

Il nuovo Newcastle degli sauditi si appresta ad annunciare Unai Emery come nuovo manager: come giocheranno i Magpies?

“Per ora c’è soltanto un interesse: se arrivasse un’offerta ne parlerò con il presidente”. Con queste parole Unai Emery ha parlato del suo possibile passaggio a breve al Newcastle, che di recente è passato di proprietà al fondo Pif e studia per diventare una big d’Inghilterra.

C’è un’altra statistica pazzesca che dovreste conoscere su Lewandowski

I soldi sul piatto sono tanti e, secondo indiscrezioni, l’ufficialità arriverà a giorni perché è nell’aria. Nonostante i tanti sondaggi – due su tutti, quello per Antonio Conte e il piano B Paulo Fonseca -, pare infatti che i Magpies siano orientati proprio sul tecnico del Villarreal.

unai emery villarreal
Fonte: @unaiemery_ (Instagram)

Chi è Unai Emery

Classe 1971, Unai Emery non è stato un calciatore dalla carriera folgorante, arrivando a toccare la vetta con una manciata di apparizioni in Liga con la maglia della Real Sociedad. Molto più interessante e produttivo è stato invece il suo percorso da allenatore.

Dopo aver cominciato guidando il piccolo Lorca è passato prima all’Almeria e poi al Valencia, dove si è fatto conoscere definitivamente al grande pubblico. Il suo capolavoro però rimangono le 3 Europa League vinte con il Siviglia tra il 2013 e il 2016.

Una competizione che Emery ha sempre onorato fino in fondo, arrivando a vincerla anche lo scorso anno con il Villarreal. In mezzo a questi successi si sono incastrate anche le due esperienze all’estero, prima al PSG (sette titoli in totale) e poi all’Arsenal, con la quale ha perso una finale di Europa League.

Il quadro tattico

Nella precedente esperienza con l’Arsenal, Unai Emery ha sperimentato più abiti tattici cercando quello più adatto alla rosa dei Gunners, passando da sistemi con la difesa a tre al suo 4-2-3-1 a trazione anteriore.

Girone Juventus in Champions League: avversarie e calendario

Il modulo più utilizzato in carriera rimane però il 4-3-3, per quanto – come certifica il suo storico – lo spagnolo sia un manager abbastanza elastico e intelligente, soprattutto nel capire quali siano le tattiche più efficaci appiccicate a certe caratteristiche dei singoli.

Girone Atalanta in Champions League: avversarie e calendario

Ipotizzando quindi di ragionare sull’attuale rosa del Newcastle, verrebbe da pensare che la difesa a quattro rappresenti uno dei capisaldi. Il che potrebbe far virare Unai Emery verso un 4-4-2, confermando il lavoro di Steve Bruce, o alternare il 4-2-3-1 al 4-3-3.

Come giocherà il Newcastle di Emery

Il portiere del Newcastle, almeno fino a fine stagione, sarà sicuramente l’affidabile Dubravka, in attesa di capire se davvero ci sarà la possibilità di mettere le mani su Onana. In difesa, aspettando almeno un paio di rinforzi, Krafth e Ritchie saranno i due terzini con Lascelles e Schar centrali.

Newcastle, inizia la rivoluzione: esonerato l’allenatore, la lista dei sostituti

In mezzo c’è qualche soluzione in più. In caso di mediana a due, i prescelti potrebbero essere Hayden e Longstaff con il talentuoso Willock come primo cambio. A sinistra occhio a Fraser, che può giocare da esterno di centrocampo o in zona più offensiva, mentre a destra si muove Saint-Maximin.

Non solo Newcastle: gli altri club di proprietà saudita in Europa

Se la punta titolare di solito è Joelinton, anche se è facile pensare che il Newcastle farà qualcosa al più presto, va considerata la variabile Almiron: il paraguayano ha colpi importanti, può giocare trequartista, in appoggio alla punta oppure partire più largo. Unai Emery ama questo tipo di calciatori: ergo, ci si aspetta in primis di vederlo finalmente maturare.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI