Home Serie A Tommaso Milanese, esordio con assist in Europa con la Roma

Tommaso Milanese, esordio con assist in Europa con la Roma

Tommaso Milanese
Fonte: Instagram: @officialasroma

Il centrocampista classe 2002 Tommaso Milanese ha esordito con la Roma nella sfida contro il Cluj, risultando subito decisivo con un assist a Pedro

Come sfruttare al meglio la prima chances nel calcio dei grandi: per informazioni chiedere a Tommaso Milanese. Il centrocampista classe 2002, autentico trascinatore della Primavera della Roma, è stato convocato per la sfida di Europa League contro il Cluj. Oltre alla soddisfazione di essere stato chiamato dai grandi, è entrato anche in campo e ha servito l’assist per il 5-0 di Pedro. Un debutto davvero con fiocchi, che mette in mostra l’ennesimo fiore sbocciato nel vivaio romanista.

GRANDE GUIDA AI GIOVANI DEL CAMPIONATO

L’escalation nelle giovanili della Roma

Nato a Galatina il 31 luglio 2002, Milanese muove i primi passi nella società dilettantistica “Fabrizio Miccoli”, in cui si mette in mostra come uno dei talenti più splendenti. Con la formazione dei Giovanissimi Regionali vince il campionato di categoria, mostrando le sue qualità a tal punto da attirare l’interesse della Roma.

YAZICI: IL GIUSTIZIERE DEL MILAN È FINALMENTE ESPLOSO

La sua scalata nelle giovanili giallorosse è rapida e impetuosa. Nella stagione 2018/19, è il punto di riferimento della formazione Under 17. Con 12 gol e 7 assist in 20 presenze, trascina i giallorossi al 1^ posto nella regular season. Il sogno scudetto prosegue nelle fasi finali, ma s’infrange proprio sul più bello perdendo per 3-1 l’ultimo atto contro l’Inter.

LE PARTITE DI OGGI IN TV: A CHE ORA E DOVE VEDERLE

L’anno successivo Milanese passa all’Under 18, dimostrandosi un giocatore di categoria superiore e totalizzando le sue prime 4 presenze con la Primavera. Il tecnico Alberto De Rossi crede nelle sue qualità, tanto da farne un punto fermo della sua Primavera all’inizio di questa stagione. Un avvio da sogno per la Roma, con 6 vittorie in altrettante gare in cui Milanese risulta decisivo con 2 gol e 2 assist.

DA ALLEGRI A POCHETTINO: LA TOP 10 DI ALLENATORI SVINCOLATI

Debutto da sogno in Europa con la prima squadra

Con prestazioni del genere, è fisiologico l’interessamento da parte del tecnico della prima squadra Paulo Fonseca. La prima convocazione avviene in Europa League, in vista del match contro il CSKA Sofia. Milanese resta in panchina, ma il debutto nel calcio dei grandi è solo rimandato di qualche giorno. Una settimana dopo, infatti, Fonseca inserisce nuovamente il classe 2002 nella lista dei convocati per l’Europa League.

FASCE GOL FANTACALCIO: I VALORI E COME CALCOLARLI

L’avversario questa volta è Cluj, battuto con un sonoro 5-0. A 16 minuti dalla fine, con la Roma già aventi di 3 gol, Fonseca decide di gettare nella mischia il suo giovane talento. Il palcoscenico europeo potrebbe spaventare Milanese, che invece entra in campo con la sicurezza di un veterano e risulta anche decisivo per arrotondare il punteggio. Suo, infatti, l’assist per il 5-0 di Pedro. Un debutto da sogno, di quelli che ogni bambino innamorato del pallone sogna prima di addormentarsi.

Tommaso Milanese, ruolo e caratteristiche

Milanese è un centrocampista dotato di grande tecnica, dribbling ubriacante e ottima visione di gioco. Doti che gli permettono di poter occupare più posizioni in mediana. Il suo ruolo naturale è quello di mezzala, ma può destreggiarsi al meglio sia sulla trequarti – dove sta giocando con continuità in Primavera – che come centrocampista centrale. Oltre a qualità tecniche non comuni, possiede anche una struttura fisica che gli consente di reggere al meglio i contrasti con i centrocampisti avversari. Ha maggiori margini di miglioramento, invece, sul piano della velocità.

Nel 3-4-2-1 solitamente adottato da Fonseca, può ricoprire il ruolo di centrocampista centrale con il compito di avviare le azioni offensive romaniste. Manovre in cui può fare la differenza anche agendo da trequartista, fornendo il passaggio vincente all’attaccante di turno – come avvenuto con Pedro in Europa League – oppure provando il tiro dalla distanza.

COSA PUÒ FARE GASPERINI PER CAMBIARE L’ATALANTA?

Per restare sempre aggiornati, seguiteci su Instagram e Facebook