Castellanos, l’asso argentino made in City che sta sconvolgendo la MLS

Castellanos è l’uomo del momento nel campionato statunitense, dopo il titolo con il New York City FC, e per lui potrebbe arrivare presto un passaggio in Europa.

Al pubblico europeo non è molto noto, anche se qualcuno potrebbe averlo scoperto nella finale della MLS andata in onda su Dazn, ma Valentin Taty Castellanos è una delle stelle del calcio statunitense, e anche l’Argentina si sta accorgendo di lui.

Leggi anche | Studia da Fernandinho, lo manda De Bruyne: Romeo Lavia è il futuro del City

23 gol e 9 assist nelle 36 partite di questa stagione nel calcio nordamericano, Castellanos si è rivelato in questa stagione come un attaccante assolutamente dominante in una lega che non sarà di promissimo livello, ma che negli ultimi anni ha regalato alcuni interessanti giocatori (come Miguel Almiron, ex-Atlanta e oggi al Newcastle).

Un talento scuola City Football Group

Valentin Mariano José Castellanos è nato nel 1998 a Mendoza, in Argentina, ma la sua carriera da calciatore è stata molto atipica. Infatti non ha iniziato a giocare in patria, ma bensì nel vicino Cile, con l’Univesidad, debuttando addirittura 19enne in Copa Sudamericana contro il Corinthians.

taty castellanos
Fonte: tatycastellanos11 (Instagram)

Talento cristallino sfuggito alle maglie delle big argentine, Castellanos è stato notato dagli osservatori del City Football Group, la multinazionale del pallone che possiede diversi club in giro per il mondo, a partire dal Manchester City. Così, nel luglio 2017 è stato acquistato per 150.000 euro dal Torque, la succursale uruguayana, dove con 2 gol in 11 presenza ha condotto il club di Montevideo alla prima storica promozione nella massima serie.

Leggi anche | MLS, annunciata una nuova Lega: quando inizia, chi partecipa e obiettivi

Ben presto si è capito che il suo talento meritava un palcoscenico più grande, e così è stato trasferito per 425.000 euro nella filiale statunitense, il New York City FC, già nel luglio 2018. Qui si è subito ritrovato a giocare agli ordini di Patrick Vieira e accanto a un veterano cme David Villa e a potenziali fenomeni come Yangel Herrera e Maxi Moralez.

La sua crescita è stata rapidissima, ma è solo in questa stagione che è esploso come un attaccante totale, ed estremamente prolifico sotto porta, superando tutti i record delle passate stagioni. Merito soprattutto del nuovo allenatore Ronny Deila, che ai tempi del Celtic aveva lanciato un’altra promettente punta di proprietà del City, John Guidetti.

Taty Castellanos, come gioca

È stato Ronny Deila a fargli fare il salto di qualità come realizzatore. In possesso di un innato senso del gol, ma anche di una tecnica tipicamente sudamericana, Valentin Castellanos veniva tradizionalmente utilizzato da trequartista o da punta esterna; invece, il tecnico norvegese lo ha definitivamente trasformato in una punta centrale, degno erede di David Villa nel club newyorkese.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

I numeri di questa stagione non fanno che confermare il successo impressionante del nuovo ruolo e la maturazione del giocatore, che oggi punta chiaramente a fare un ulteriore passo in avanti nella sua carriera. Nei suoi piani figurano l’Europa e l’Argentina.

Pronto al grande salto

Da qualche tempo si parla di un suo possibile trasferimento in Europa, specialmente da quando alcuni club del Vecchio Continente hanno iniziato a mandare osservatori alle sue partite. Hanno iniziato il Feyenoord, l’Olympique Marsiglia, l’Anderlecht e il West Ham, ma nel scorsi mesi si era parlato pure di un interesse del Cagliari, e più di recente è emerso il nome del Krsnodar.

Oltre a questo, Castellanos punta anche a trovare un posto nella Nazionale argentina, dopo le 6 presenze già collezionate a livello giovanile: Scaloni ha dimostrato di essere un tecnico di ampie vedute e capace di scommettere su giocatori non di primissimo piano, come ha confermato la convocazione di Soulé, per cui anche l’asso del New York City potrebbe avere la sua chance.

Leggi anche | Chi sono i giovani sconosciuti degli Stati Uniti vincitori della Gold Cup

Intanto, sul fronte del mercato, si valutano tutte le sue possibilità. La cifrà fissata per lui dal club statunitense sarebbe di 10 milioni di euro, mentre a livello di ingaggio ci sarà un po’ da lavorare al rialzo, ma la base di partenza non è esagerata: attualmente negli Stati Uniti percepisce 267.000 euro all’anno più bonus.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Valentin Castellanos (@tatycastellanos11)

A febbraio, salvo un trasferimento nella finestra invernale, sarà di scena a livello internazionale nella CONCACAF Champions League, con gli ottavi di finale contro i costaricani del Santos de Guapiles.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI