HomeCalcio EsteroTre talenti da tenere d’occhio dell’Inghilterra che verrà

Tre talenti da tenere d’occhio dell’Inghilterra che verrà

L’Inghilterra Under 21 non sta andando benissimo agli Europei, ma ha comunque una rosa molto talentuosa. Ecco le nostre tre scelte principali per il futuro dei Tre Leoni

LEGGI ANCHE: La guida all’Europeo Under 21: le squadre, i gironi, date e dove vederlo

Dopo un inizio di Europeo da dimenticare, l’Inghilterra Under 21 ha una flebile possibilità di passare il girone come seconda in classifica battendo la Croazia (e sperando nella vittoria del Portogallo). Dopo la doppia sconfitta con Portogallo e Svizzera e il tabellino delle reti ancora immacolato, la valutazione della rosa britannica è negativa, ampiamente negativa.

Nonostante questo, la squadra dei tre leoni ha una buona dose di talento ma ancora troppo discontinuo per risplendere come stanno facendo i pari età lusitani (Trincao su tutti). Ma andiamo a scoprire i principali nomi dei futuri giocatori inglesi.

inghilterra u21
Fonte immagine: InsideFoto

Un Hudson-Odoi nuovo di zecca dopo la cura Tuchel

LEGGI ANCHE: Come Thomas Tuchel ha rivoluzionato il Chelsea

Il talento classe 2000 del Chelsea è uno dei migliori profili dell’Inghilterra Under 21. Ala sinistra duttile (ricopre tutti i ruoli della trequarti) e dinamica, è riuscito a imporsi nella squadra londinese grazie a grandi prestazioni, anche in Champions League. È un prodotto delle giovanili dei Blues e per questo motivo non ha subito il salto di categoria e aveva trovato in Lampard un grande mentore.

Ora, però, con l’avvento di Tuchel il ragazzo di origine ghanese sta imparando a inserirsi in uno scacchiere tattico più complesso. In stagione ha segnato 2 reti in 19 partite di Premier League, lo stesso numero messo a segno in 7 presenze nella massima competizione europea. Il suo valore di mercato è di 35 milioni, ma il Chelsea non lo lascerà partire per meno di 50. Toccherà a lui, dopo la deludente prestazione con la Svizzera, guidare l’Inghilterra Under 21 verso l’impresa.

inghilterra u21
Fonte: @curtisjr (Instagram)

Inghilterra Under 21: Curtis Jones, la sorpresa di Klopp

LEGGI ANCHE: Curtis Jones e non solo: brillano i giovani del Liverpool

Un anno in meno del suo compagno di squadra Hudson-Odoi, ma già uno dei pilastri del Liverpool del futuro. Jurgen Klopp lo considera un uomo fondamentale per la rimonta dei Reds in campionato. Con 20 partite in Premier League e 5 in Champions League, il ragazzo cresciuto nelle giovanili del Liverpool era uno dei giocatori più interessanti della compagine inglese.

In Nazionale finora ha deluso, ma le sue caratteristiche da mezz’ala di qualità non sono passate inosservate. Oltre alla tecnica, però, Curtis unisce una discreta fisicità (1.85 m) e un’innata intelligenza calcistica. Mister Boothroyd, dopo averlo usato da subentrante nelle prime due partite, dovrà fare affidamento su di lui per la sfida contro la Croazia.

inghilterra u21
Fonte: @bengodfreyy (Instagram)

Benjamin Godfrey, il pilastro difensivo di Ancelotti

LEGGI ANCHE: Un anno di Carlo Ancelotti alla guida dell’Everton

Uno dei “senatori” dello spogliatoio dell’Inghilterra Under 21, nonché colonna della difesa dell’Everton, Benjamin Godfrey è il giocatore più importante della difesa dei Tre Leoni. Fisicità, qualità e capacità di lettura sono valse al giocatore nativo di York, una valutazione di 25 milioni di euro.

In Premier League ha totalizzato 21 presenze, ottenendo svariate volte i complimenti del proprio allenatore, Carlo Ancelotti. Nel corso della stagione ha dimostrato di avere una grande personalità e di saper reggere al meglio la pressione. In questo Europeo ha giocato sia centrale di difesa che terzo della sperimentale difesa a tre della sfida contro la Svizzera. Cambiano i moduli ma Ben è un punto fermo di questa Nazionale.

LEGGI ANCHE: Dieci talenti non italiani da seguire all’Europeo Under 21

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Matteo Spaggiari
Matteo Spaggiari
Classe ’97, nato in provincia di Reggio Emilia e collaboratore da anni nelle redazioni reggiane. Allenatore Uefa C e con diversi attestati come Match Analyst, Data Analyst e diplomato all’Inter Youth Master. Nella vita mi occupo di calcio, oppure il contrario, questo è il mio dilemma più grande

Articoli recenti