HomeSerie ADa pedina di scambio a uomo mercato: sirene inglesi per Romero

Da pedina di scambio a uomo mercato: sirene inglesi per Romero

Cristian Romero ha vissuto una stagione estremamente positiva: dopo aver vinto il premio di mvp della Serie A, ha esordito in nazionale. E l’Atalanta se lo gode

Nella partita tra Argentina e Cile valevole per le qualificazioni a Qatar 2022, il commissario tecnico dell’Albiceleste Lionel Scaloni ha dato una maglia da titolare a Cristian Romero, difensore centrale dell’Atalanta che, proprio contro la Roja, ha fatto il suo esordio assoluto con la nazionale.

LEGGI ANCHE: Rigoristi Europei 2021: gli specialisti di ogni Nazionale

La prestazione non è passata inosservata, visto che Romero ha chiuso con numeri di tutto rispetto e i complimenti della critica argentina. “Imbattibile” ha titolato TycSport nel suo notiziario, riferendosi a Cuti, capace di annullare gli avanti cileni mettendosi in mostra sia per la sua proverbiale aggressività che per come ha difeso in maniera pulita ed efficace lontano dalla porta.

Romero, l’mvp della Serie A

L’ottima partita giocata da Romero con l’Argentina arriva a pochi giorni dalla vittoria del premio come miglior difensore della scorsa Serie A. Premio generoso? Forse, perché i contender erano validi, ma non del tutto immeritato se consideriamo le condizioni di partenza e il percorso fatto per arrivare a tale riconoscimento.

LEGGI ANCHE: Convocati Italia Europei 2021: i 26 scelti da Roberto Mancini

Arrivato a Bergamo la scorsa estate con l’etichetta di difensore ancora tutto da scoprire, Romero ha scalato man mano le gerarchie di squadra fino a diventare una pedina fondamentale per l’Atalanta. Inutile dire che, sulla crescita del ragazzo, ha influito la mano di Gasperini, capace di limare alcuni di quei suoi atavici difetti che avevano portato la Juventus a sacrificarlo all’altare delle plusvalenze.

La Premier League nel futuro

Ovviamente il nome di Cristian Romero comincia a essere chiacchierato anche in chiave mercato. Per esempio, pare che il Manchester United possa arrivare a offrire fino a 45 milioni di euro per il centrale argentino che l’Atalanta riscatterà a sua volta dalla Juventus.

LEGGI ANCHE: Tutti i convocati delle nazionali di Euro 2021

Infatti, a oggi il cartellino di Romero appartiene ancora formalmente alla Juventus, ma i bergamaschi non solo lo hanno ancora in prestito per una stagione, ma al momento – tra prestito iniziale e bonus già scattati da pagare – hanno sborsato solo 2 milioni di euro. I restanti 16 finiranno nelle casse bianconere la prossima estate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cristian Romero (@cutiromero2)

Affare o rimpianto?

La Juventus, di conseguenza, dovrà riflettere sul fatto che forse Romero sarebbe dovuto essere valutato diversamente e non sacrificato subito. Ai tempi in cui venne acquistato dal Genoa, peraltro, la sua valutazione fece scalpore perché era chiaro come fosse preponderante il discorso legato alla plusvalenza incrociata col club ligure.

LEGGI ANCHE: Stadi Europei 2021: tutti gli impianti del torneo

Messo a bilancio per 26 milioni di euro, oggi Romero ne vale quasi il doppio ma nel frattempo ha dimostrato di poter essere più di un comprimario. L’Atalanta, quindi, ha sparato l’ennesimo colpo di grande spessore, sempre ammesso che poi l’argentino dovesse confermarsi come centrale completo, capace di dare il proprio apporto in entrambe le fasi come confermano i suoi 3 gol e 5 assist.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

75387536bf8277a4a0c328b6d3d9d91b?s=90&d=mm&r=g
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti

Romero, esordio perfetto con l’Argentina Come giocherà il Napoli di Spalletti?