Le rivelazioni di Romain Molina che fanno tremare il calcio

Romain Molina, giornalista investigativo francese, ha rivelato su Twitter alcune anticipazioni del suo nuovo lavoro, che mettono in allarme il mondo del calcio francese.

Un nuovo scandalo nel calcio? Sembra proprio di sì, o almeno nel calcio francese: giovedì sera il giornalista investigativo francese Romain Molina ha iniziato a rivelare nel suo Space di Twitter alcuni dettagli della sua inchiesta, che uscirà a marzo 2022.

Leggi anche | Abidal coinvolto nel caso Hamraoui: cosa c’entra l’ex Barcellona

La parte più discussa è ovviamente la denuncia di un giro di abusi sessuali all’interno del calcio giovanile francese, che coinvolge anche alcuni calciatori piuttosto noti della Ligue 1. Molina ha anche aggiunto dettagli extra, non relativi a questo caso, ma che tirano in ballo Ferland Mendy del Real Madrid, la calciatrice Megan Rapinoe e anche lo Spezia.

Attenzione: è importante ricordare che quanto segue è ripreso dalle dichiarazioni fatte sui social da un giornalista investigativo che, per quanto stimato, non ha ancora diffuso alcuna prova di quanto dice. Inoltre, tutte queste cose fanno parte di un’inchiesta più ampia che non è stata ancora rivelata nella sue interezza. Ogni fatto deve ancora essere verificato.

Romain Molina e gli abusi sessuali nel calcio francese

L’inchiesta del giornalista, che in passato ha pubblicato sul New York Times e il Guardian (in parte è anche sua l’inchietsa che ha svelato gli abusi sessuali nel calcio femminile ad Haiti), si concentra su oltre 400 casi di calciatori violentati nei centri di formazione in Francia, circa vent’anni fa.

Un caso più recente riguarda Elye Wahi, 18enne punta del Montpellier, che nel 2018 fu cacciato dalle giovanili del Caen per aver aggredito un dirigente. Secondo Molina, Wahi sarebbe invece stato cacciato per aver abusato di un altro ragazzo, costringendolo a spogliarsi e a masturbarsi davanti a lui negli spogliatoi del club.

Leggi anche | Lo scambio di persona che ha fatto arrabbiare Edouard e Ferland Mendy

Romain Molina ha parlato anche di diversi casi di pedofilia, in particolare nella Repubblica Democratica del Congo, ma anche in Francia: un club di Ligue 1 avrebbe coperto uno scandalo che coinvolgeva un giocatore del suo settore giovanile. Anche il capo degli arbitri colombiano sarebbe un pedofilo.

Su Ferland Mendy

Ferland Mendy, terzino del Real Madrid, nei giorni scorsi si è lamentato con alcuni media che hanno usato per errore la sua foto negli articoli sulle accuse di stupro a Benjamin Mendy del Manchester City. Molina però aggiunge che anche il giocatore dei Blancora è responsabile di una violenza su delle donne.

Il giornalista accusa il gicoatore di aver aggredito una donna gettandola a terra e tirandole calci in testa, per poi mostrarle i genitali. Avrebbe poi aggredito anche un’altra donna. Il suo club dell’epoca (il Le Havre o il Lione) avrebbe coperto tutto per poi venderlo.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Sul PSG

La situazione interna alla società del Paris Saint-Germain sarebbe molto tesa: il direttore sportivo Leonardo, in particolare, sarebbe “detestato da tutti“, e la sua decisione di acquistare Mauro Icardi, nel 2019, non sarebbe stata accolta bene.

Leggi anche | Da Mbappè alla Superlega: scontro fra Real Madrid e Psg

Inoltre, il comportamento professionale del brasiliano sarebbe talmente frustrante che solo nell’ultimo anno almeno un centinaio di dipendenti si sarebbero licenziati per esaurimento nervoso.

Su Lemina

L’ex-giocatore della Juventus Mario Lemina, oggi al Nizza, nel 2015 sarebbe stato convinto a rappresentare il Gabon (dopo aver giocato 7 partite nelle giovanili della Francia) dietro pagamento di una grossa somma di denaro. La stessa cosa, secondo Romain Molina, sarebbe successa con altri calciatori africani.

Su Megan Rapinoe

Come detto in precedenza, Molina ha lavorato all’inchiesta sugli abusi sessuali sulle calciatrici ad Haiti, che ha condotto alle dimissione dell’ex-presidente della federcalcio Yves Jean-Bart. Il giornalista ha rivelato che la nota calciatrice e attivista Megan Rapinoe non era particolarmente interessata alla cosa, e che preferisce “fare soldi” piuttosto che “difendere queste ragazzine”.

rapinoe
Fonte Immagine: @olfemenino (Instagram)

Sugli scandali del calcio asiatico

Molina ha parlato anche di alcuni scandali nel calcio asiatico. Quello sugli abusi sessuali sulle calciatrici in Mongolia è già piuttosto noto e confermato da più fonti. Ma nel calcio maschile la Mongolia avrebbe subito una sconfitta contro Timor Est a causa di un gruppo di calciatori brasiliani pagati per rappresentare l’altra squadra in quel match.

Leggi anche | C’è uno scontro tra pro-vax e no-vax nel Bayern Monaco

Inoltre, diverse partite internazionali in Asia sarebbero combinate, e questo avrebbe persuaso molti giocatori a smettere di rispondere alle chiamate della propria Nazionale.

Sull’alcol e la droga tra i calciatori

Diverse rivelazioni anche sull’uso di alcol e droga tra i giocatori. Secondo Romain Molina, l’80% dei calciatori fumerebbe shisha (cioè, narghilè); tra di essi ci sarebbe anche l’ex-juventino Blaise Matuidi. All’Amiens, club attualmente in Ligue 2, i giocatori farebbero abitualmente uso di alcol.

Un ex-giocatore della Nazionale francese sarebbe stato coinvolto stato coinvolto in un traffico di droga internazionale, e sarebbe stato coperto da presidente del suo club. All’Arsenal, invece, sarebbe comune inalare ossido di diazoto (noto anche come il gas esilarante) come analgesico.

gabriele volpi
(fonte immagine: SampNews24)

Sullo Spezia

Romain Molina riporta che un ex-calciatore dello Spezia risulterebbe al momento scomparso: era stato coinvolto in un traffico di esseri umani tra il club ligure e un’accademia di calcio in Nigeria, ai tempi della proprietà di Gabriele Volpi. La vicenda, per quanto preoccupante, non sorprende: i traffici di Volpi sono da tempo oggetto di indagini della magistratura e della FIFA.

Leggi anche | Un altro Volpi in Serie A: chi è il presidente dello Spezia

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI