Risultati Champions League, cosa è successo negli ottavi di andata

Gli ottavi di finale di Champions League proseguono con la seconda giornata di grandi partite in Europa. É il turno di Salisburgo – Bayern Monaco e di Inter – Liverpool. 

Una coppia di partite in cui l’attenzione massima è prestata ovviamente alla gara di San Siro, in cui i nerazzurri affrontano il Liverpool primatista nel girone del Milan. Dall’altra parte una gara sulla carta sbilanciata, che però ha riservato diverse sorprese. 

Champions League: Salisburgo – Bayern Monaco 

La sorpresa di giornata è certamente il risultato della gara della Red Bull Arena di Salisburgo in cui i padroni di casa hanno ribaltato il pronostico per novanta minuti, subendo alla fine la beffa del pareggio. 

La squadra di Nagelsmann era reduce da una brutta sconfitta in campionato – 4 a 2 contro il Bochum – la quinta della stagione, e l’approccio alla gara di Champions League non è stato dei migliori. 

Nonostante l’asfissiante possesso palla e la continua ricerca della porta avversaria, i bavaresi si sono dovuti arrendere alla caparbietà degli austriaci, che hanno trovato nel subentrante Adamu il marcatore capace di tenere in scacco gli avversari fino allo scadere. 

Nel corso della gara Nagelsmann ha anche cercato di cambiare le carte in tavola inserendo Sabitzer e Choupo Moting al posto di Tolisso e Gnabry, riuscendo a pareggiare solamente al novantesimo grazie al solito Coman. 

La gara di ritorno è in programma per il prossimo otto marzo, momento in cui il Bayern vorrà dar seguito alla reazione avuta nel secondo tempo della Red Bull Arena per conquistare il passaggio ai quarti di Champions League. 

Champions League: Inter – Liverpool 

Non si può dire che l’Inter non ci abbia provato. Forse una delle migliori partite della stagione per la squadra di Inzaghi si è conclusa con una sconfitta certificata dal talento di Roberto Firmino e Momo Salah, due delle punte di diamante di un Liverpool stremato fisicamente in questo momento della stagione. 

L’Inter nel corso della gara ha decisamente premuto sull’acceleratore, riuscendo a mettere in difficoltà i campioni inglesi con una traversa colpita da Calhanoglu nel primo tempo e con una serie di azioni avvolgenti che però non hanno mai trovato la porta di Alisson. 

In panchina, Klopp ha cambiato inerzia della gara con i tre cambi all’ora di gioco: dentro Luis Diaz, Keita ed Henderson, fuori Elliott, Mané e Fabinho con un netto aumento della velocità del gioco offensivo dei Reds. 

Il momento decisivo dell’ottavo di Champions League arriva però al minuto 75: Roberto Firmino, entrato al posto di Diogo Jota alla fine del primo tempo, segna di testa su cross di Arnold dalla destra infilando Handanovic alle spalle. 

Da quel momento, l’Inter si spegne e il Liverpool raddoppia con Salah, che di sinistro trova la deviazione sfortunata di Skriniar prima di vedere la palla rotolare alle spalle di Handanovic. 

Il ritorno è previsto in coppia con la gara del Bayern Monaco il prossimo otto marzo, quando l’Inter farà visita al Liverpool ad Anfield. 

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI