Rinvio serie A: il Covid ferma il campionato?

L’ondata di contagi dovuta alla variante Omicron di Covid-19 continua a colpire pesantemente la Serie A, tanto che da più parti si spinge perché la giornata dell’epifania venga rinviata.

Ormai è uno stillicidio, non c’è squadra tranne la Lazio e l’Udinese che non abbia tra le sue fila almeno un contagiato da Covid-19, oppure uno che abbia avuto un contatto con un positivo e debba essere costretto ad aspettare in isolamento il risultato del tampone. In più si è aggiunta nelle ultime ore la notizia di un giocatore della Roma, rimasto comunque anonimo, che non si è vaccinato contro il Covid e che quindi in base alle ultime norme governative destinato a non giocare a prescindere.

Ha fatto discutere anche l’uscita del bolognese Sansone contro l’obbligo del vaccino anti-Covid. Insomma, la situazione è abbastanza incandescente, anche se per adesso non è stata ancora presa una decisione in tal senso.

LEGGI ANCHE: JUVE-NAPOLI SALTA ANCORA? 

Quante assenze causa Covid

L’Inter sicuramente non avrà Dzeko, l’Atalanta ha il portiere Musso in quarantena, la Juventus ieri ha scoperto positivo Chiellini, mentre lo Spezia è alle prese con un focolaio: i problemi sono dappertutto e i tempi ristretti, il calendario pure non ha molti giorni liberi quindi diventa difficile pensare a date alternative.

D’altronde il Covid sta colpendo indiscriminatamente: in Inghilterra hanno continuato a giocare, così come in Spagna, anche se ieri ad esempio al Barcellona tra contagi e infortuni mancavano 16 giocatori. Addirittura il Tottenham ha perso la Conference League per via del focolaio di Covid poco prima della decisiva sfida contro il Rennes. Per non parlare di Messi, rimasto in Argentina dopo le vacanze di Natale perché anche lui positivo, come i compagni del Psg Bernat e Rico.

LEGGI ANCHE: Calciatori positivi serie A: tantissime assenze!

I positivi in serie A e il rinvio del campionato Primavera

In totale i positivi in Serie A si aggirano intorno ai 50, ma come si dice in questi casi il tassametro è destinato a correre e il tempo stringe. Già prima della sosta Udinese-Salernitana non si era disputata per via dei troppi positivi al Covid scoperti nella squadra campana. L’intera giornata dell’Epifania rimane ancora a rischio e non c’è nulla di certo, al momento.

Le prossime ore saranno decisive. Intanto si fermano, causa situazione pandemica, i campionati giovanili. La Lega Serie A ha rinviato a data da destinarsi la 15a giornata del campionato Primavera 1 e quello dei quarti di finale della Coppa Italia di categoria.

La ‘La Gazzetta dello Sport’ però ritiene che non ci saranno rinvii in serie A. Il decreto emesso a Natale dal Governo ha cancellato ogni possibile perché ha cambiato i termini della quarantena per chi ha la terza dose di vaccino o per chi ha avuto la seconda dose in meno di quattro mesi.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI