HomeCalcio EsteroNuovo mister e Camavinga: come giocherà il Real Madrid?

Nuovo mister e Camavinga: come giocherà il Real Madrid?

Il Real Madrid riparte da Carlo Ancelotti e da una serie di certezze, nonostante il mercato abbia portato solo un volto nuovo: come giocheranno i merengues?

Il Real Madrid e Carlo Ancelotti tornano a lavorare fianco a fianco dopo qualche anno, in virtù dei vecchi tempi fatti di vittorie conseguenti all’addio di Zinedine Zidane, separatosi dai blancos alla fine della scorsa stagione.

L’ex manager dell’Everton conosce l’ambiente e, probabilmente, è stato richiamato al capezzale della squadra perché Perez sapeva di non poter fare mercato in una situazione molto delicata tipo quella postpandemica. Serve ottimizzare le risorse, e Ancelotti sa farlo. Per ora, va bene così.

Il modulo dell’Inter: Ancelotti ha le idee chiare

Il sistema base del Real Madrid rimarrà il 4-3-3 con qualche possibile variazione sul tema. Per esempio, l’inserimento di un centrocampista in più è possibile previo passaggio alla difesa a tre, ma queste saranno valutazioni che Ancelotti dovrà fare cammin facendo.

Le idee del tecnico emiliano sono chiare e prevedono di seguire il canovaccio tattico di sempre, sfruttando al meglio le qualità dei singoli in un momento abbastanza particolare.

Porta e difesa: serve un nuovo leader

Il Real Madrid ha perso Sergio Ramos e Raphael Varane, in pratica la sua coppia centrale titolare in questi anni di grandi vittorie, e Ancelotti dovrà ingegnarsi per trovare nuove soluzioni senza appunto avere assistenza dal mercato.

calciatori in scadenza Alaba
Fonte: @da_27 (Instagram)

Davanti a Thibaut Courtois giocheranno così David Alaba, unica novità in entrata – per di più, a parametro zero – e il brasiliano Eder Militao, che all’occorrenza può essere dirottato anche sulla fascia destra. Le fasce saranno presidiate da Carvajal, fresco di rinnovo, e Mendy, con Lucas Vazquez e Marcelo alternativi. Vallejo, Nacho e Odriozola completano il roster difensivo.

A centrocampo il trio storico

Casemiro sarà ancora una volta investito dei galloni di leader della mediana, posizionato davanti alla difesa a tagliare e cucire. Ai suoi fianchi giocheranno, come sempre, Luka Modric e Toni Kroos, entrambi centrali nelle vecchie vittorie del primo Real Madrid ‘ancelottiano’.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Casemiro (@casemiro)

Dietro di loro scalpitano Federico Valverde, un vero e proprio dodicesimo uomo, ma anche Martin Odegaard, rientrato dal prestito all’Arsenal e confermato. Ancelotti non potrà invece contare su Dani Ceballos, fresco di infortunio a perone: il centrocampista ex Betis dovrà stare fuori parecchi mesi.

Dietro loro può farsi spazio Eduardo Camavinga, centrocampista classe 2002 acquistato per circa 40 milioni di euro dal Rennes.

Attacco e abbondanza

Tantissima è invece l’abbondanza in attacco, dove il Real Madrid dovrebbe ragionevolmente pensare di sfoltire un po’. Per esempio, ci sono alcuni calciatori che di spazio ne troveranno poco: di questa categoria fanno parte Isco, Gareth Bale, Luka Jovic e Mariano Diaz.

Karim Benzema sarà come di consueto il referente offensivo, sperando che Eden Hazard possa rilanciarsi dopo due anni costellati da infortuni e che la coppia brasiliana composta da Vinicius Junior e Rodrygo possa esplodere. Con loro, occhio a Marcos Asensio, possibile sorpresa vista la stima che il tecnico nutre per lui.

real-madrid-formazione-2021-2022

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti