La Juve ha un piano per Pogba, ma potrà funzionare?

Pogba potrebbe tornare alla Juventus: una voce che gira da un po’ ma che ancora sembra improbabile. Scopriamo i dettagli del piano bianconero per il francese.

Passano i giorni, e la permanenza di Paul Pogba al Manchester United sembra sempre più difficile: ancora non si sa chi allenerà i Red Devils nella prossima stagione (anche se è forte la pista che porta a Ten Hag), ma il contratto del centrocampista francese va in scadenza a giugno, e sono tanti i club sulle tracce.

Ovviamente, nonostante lo “sconto” sul cartellino, il giocatore assistito da Raiola continua a richiedere un considerevole esborso in termini di contratto (attualmente percepisce oltre 15 milioni di euro netti all’anno), oltre che di commissioni per il suo agente. Molte fonti indicano il PSG come favorito, ma la Juventus non demorde, e avrebbe pronto un piano per arrivare al francese.

Il piano della Juventus per Pogba

La cifra attualmente percepita da Pogba è completamente fuori scala per la Juventus, il cui giocatore più pagato è Matthijs de Ligt con 8 milioni netti annuali: quasi la metà di quando prende il transalpino allo United. Motivo per cui sarà fondamentale, per la riuscita del trasferimento in bianconero, una drastica riduzione d’ingaggio da parte del giocatore.

Stiamo parlando di scendere a non più di 8 milioni, la stessa cifra di De Ligt, che verrebbe alzata notevolmente attraverso i bonus, arrivando almeno alla doppia cifra. La Juve punta molto sui grossi sconti fiscali dell’operazione, visto che in base al Decreto Crescita, chi come Pogba ha lavorato all’estero negli ultimi due anni e ora ritorna in Italia avrà uno sconto sulle tasse lavorative del 50%.

Quanto è fattibile il piano della Juve

Ci sono pochi dubbi sull’interesse del francese per un ritorno alla Juventus, dove troverebbe un ambiente che ha sempre amato e un allenatore, Allegri, che lo stima molto e che lo ha portato ad esprimersi al massimo del suo potenziale. Inoltre, grazie a giocatori di Vlahovic e Zakaria, i bianconeri stanno tornando competitivi a livello internazionale oltre che nazionale.

L’aspetto economico è chiaramente un ostacolo, però. Pogba dovrebbe ridursi di molto l’ingaggio, mentre in parallelo il Paris Saint-Germain offrirebbe un ambiente altrettanto competitivo, il ritorno a Parigi, e condizioni economico molto più vantaggiose.

In più, molto dipende dal piano di mercato della Juventus nel suo complesso. Bisognerà capire qual è il futuro di De Ligt, ma soprattutto quali altri innesti arriveranno in difesa, dove i problemi anagrafici iniziano a farsi sentire. Poi c’è la questione Dybala, che potrebbe non rinnovare, costringendo il club a trovare un altro giocatore nel suo ruolo. Negli ultimi tempi si sta parlando molto di Zaniolo, ma chiaramente il romanista rappresenta un grosso costo, e non sembra sostenibile in accoppiata con Pogba.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI