HomeIn Primo PianoPjanic al Barcellona, le prove (in numeri) di un fallimento totale

Pjanic al Barcellona, le prove (in numeri) di un fallimento totale

Miralem Pjanic dopo un solo anno lascia il Barcellona e passa al Besiktas: cosa non è andato nell’avventura catalana del bosniaco.

La carriera di Miralem Pjanic ha vissuto una clamorosa parabola discendente dopo l’addio alla Juventus. Ad appena un anno di distanza dall’arrivo al Barcellona, il bosniaco lascia la Catalogna per vestire la maglia del Besiktas. Un bel ridimensionamento per un giocatore che, fino a qualche tempo fa, era uno dei migliori centrocampisti del campionato italiano. In estate Pjanic ha tentato anche il ritorno in Italia, sia alla Juventus che alla Roma, ma alla fine nessuna delle due squadre ha puntato su di lui e il centrocampista è dovuto volare in Turchia per tornare a giocare con continuità. Ma cosa non è andato nell’avventura di Pjanic al Barcellona? Ci sono alcuni dati negativi che esemplificano al meglio il calo dell’ex bianconero.

LEGGI ANCHE: Italia, girone e avversarie ai Mondiali di Qatar 2020

I dati negativi di Miralem Pjanic

Zero. Ciò che ha contraddistinto l’avventura del bosniaco in maglia blaugrana è un enigmatico e inquietante numero zero. Nessun gol, nessun assist, ma nemmeno un’occasione creata né Expected Goal sbagliati. Insomma il bosniaco è stato completamente nullo, non è mai riuscito a creare nemmeno un pericolo agli avversari in Liga.

Nella sua carriera, Pjanic è sempre stato molto presente in zona offensiva, sia per quanto riguarda la realizzazione che l’assistenza. Col tempo, col passaggio dalla Roma alla Juventus, ha abbassato il proprio raggio d’azione, senza però smettere di creare pericoli alle difese avversarie, come dimostrano i tre gol nell’ultima stagione con la Vecchia Signora.

Questo enorme zero ha dunque convinto il Barcellona a non puntare più sul bosniaco e forse ha ancora viziato il possibile ritorno in Italia del calciatore, con Roma e Juventus che alla fine non hanno affondato il colpo.

LEGGI ANCHE: Serie A, infortunati e squalificati: la tabella

Il mancato ritorno di Pjanic in Italia

La Roma ha quasi immediatamente scartato l’idea di riaccogliere nella Capitale Pjanic. A un certo punto c’è stata anche l’ipotesi Fiorentina, che però non è mai decollata. La Juventus è stata la squadra senza dubbio più vicina al bosniaco, ma alla fine il ritorno non si è concretizzato. Ostacoli economici, ma anche tecnici, perché Pjanic non dà più le giuste garanzie.

Il crollo del bosniaco nell’ultima stagione è stato evidente, sono appena 6 le presenze da titolare in Liga, e come detto le prestazioni sono sempre state ampiamente insufficienti. I dati negativi di Pjanic hanno dunque portato il bosniaco lontano da Barcellona, ma anche dal ritorno in Italia. Lo hanno spinto verso un clamoroso approdo al Besiktas, dove la carriera del centrocampista ne uscirà inevitabilmente ridimensionata.

Quantomeno, in Turchia Pjanic potrà ritrovare continuità di gioco e magari anche di rendimento, guadagnandosi, chissà, la possibilità di un’ultima chiamata dall’Europa che conta. Sembra tanto un ultimo treno per il bosniaco, che deve invertire il trend negativo dell’ultimo anno.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Danilo Budite
Danilo Budite
Romano, classe '95. Amo il calcio, soprattutto raccontarlo. Scrivo di tutto ciò che mi circonda.

Articoli recenti