Piatek alla Fiorentina come gioca e cosa fare al fantacalcio

Krzysztof Piatek sarebbe vicinissimo alla Fiorentina, un clamoroso ritorno in Serie A per il polacco a due anni di distanza dall’addio al Milan. 

Krzysztof Piatek arriverebbe in prestito con diritto di riscatto dall’Hertha Berlino, squadra che nel gennaio del 2020 l’aveva comprato dal club rossonero per 24 milioni di euro. Nelle ultime due stagioni il centravanti polacco non ha fatto benissimo in Bundesliga, segnando appena 12 gol in 56 partite, quando tra Genoa e Milan era andato a bersaglio 26 volte in 55 presenze.

Piatek ha avuto anche diversi problemi fisici, l’ultimo dei quali, una frattura alla caviglia, gli ha impedito di partecipare agli ultimi Europei, dove aveva in realtà possibilità di essere convocato come partner di Lewandowski in attacco.

LEGGI ANCHE: FIORENTINA, ECCO IKONE

Veramente una parabola strana, comunque, quella del “Pistolero” polacco, esploso dal nulla con la maglia del Genoa, che monetizzò subito cedendolo al Milan a metà della stagione 2018-19 per 35 milioni. Piatek poi al Milan finì invischiato nella “maledizione del numero 9”, cioè del numero di maglia che, dopo Filippo Inzaghi, ha sempre abbassato di molto il rendimento di chi lo indossava.

L’arrivo di Ibrahimovic nel gennaio del 2020, poco prima dello scoppio della pandemia, portò Piatek in disparte nel progetto di Stefano Pioli. Fino alla cessione, appunto all’Hertha.

LEGGI ANCHE: RISTIC, IL PROCURATORE DI VLAHOVIC

Fantacalcio, che fare con Piatek

L’arrivo del polacco in viola è un segnale anche per Vlahovic, che si sa perfettamente che lascerà la Fiorentina, prima o poi. Se a parametro zero tra un anno o monetizzando, questo non si sa ancora. Certo è che adesso il serbo ha un vice in rosa, o addirittura un potenziale sostituto nel caso in cui le cose dovessero “precipitare”, e cioè se dovesse essere ceduto già nelle prossime settimane.

Dal punto di vista fantacalcistico è chiaro che Piatek può interessare soprattutto a chi ha già nella propria fanta-rosa Vlahovic, mentre serve ben poco a chi invece non ce l’ha, a meno di non provare strane strategie. Il fatto è che Piatek ha perso parecchia confidenza con il gol, come abbiamo visto.

Non è più il bomber di prima, anche se ha solo 26 anni, e a dir la verità nella stagione in cui il Milan aveva puntato da subito su di lui, venendone poi poco ricambiato, era stato un flop totale. Basta vedere le fantamedie di quel mezzo campionato 2019-20: 4 gol, di cui 3 su rigore, media-voto assai scadente di 5.33 e fanta-media di 5.97. Un vero disastro, insomma.

Magari con Piatek sgravato di responsabilità, come alla Fiorentina, si potrebbero tornare a vedere numeri interessati.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI